Lapid all’Onu: soluzione a due Stati per Israele e Palestina

Le notizie di oggi: Parlamentare birmano della Nld morto per le torture durante un interrogatorio. Singapore supera Hong Kong ed è il principale centro finanziario in Asia; a Macao pandemia e disoccupazione acuiscono la crisi alimentare, Caritas in prima fila negli aiuti. Secondo Fao e Wfp in Afghanistan 19 milioni di persone a rischio fame; in Russia code di auto alle frontiere, cariche di cittadini che vogliono fuggire dalla chiamata alle armi di Putin. 


ISRAELE - PALESTINA
Un accordo con i palestinesi “basato su due Stati per due popoli”, la cosa “giusta” anche per la “sicurezza di Israele”. Lo ha auspicato, intervenendo all’assemblea Onu, il primo ministro Yair Lapid. Un discorso storico, anche se difficilmente avrà un seguito col Paese chiamato alle urne il 1 novembre. Critico l’ex premier Benjamin Netanyahu e la destra nazionalista e religiosa.

MYANMAR
Myo Kyaw, parlamentare della Lega nazionale per la democrazia (Nld), è morto per le torture subite durante un interrogatorio. Egli era stato arrestato il 24 agosto scorso a Myitkyina. Ignota la data del decesso, il corpo non è stato restituito alla famiglia. Al momento dell’arresto sul telefono sono emerse immagini del governo in esilio (NUG) e del suo braccio armato in Myanmar (PDFs). 

SINGAPORE - HONG KONG
Singapore ha superato Hong Kong - al palo per le rigide norme anti-Covid imposte da Pechino e l’esodo di talenti - ed è diventato il principale centro finanziario dell’Asia, il terzo su scala globale dopo New York e Londra. La città-Stato prevede di accogliere oltre quattro milioni di visitatori entro la fine del 2022 ed è pronta a ospitare una serie di eventi di alto profilo. 

MACAO
Caritas Macao prevede un picco nelle richieste di aiuti riguardanti cibo e generi di prima necessità per l’anno in corso. Il banco alimentare dell’ente cattolico, gestito in collaborazione con il governo, teme un’escalation perché la regione amministrativa speciale cinese soffre conseguenze gravissime dalla pandemia di Covid sul piano economico, partendo dall’aumento repentino di disoccupati. 

AFGHANISTAN 
Secondo World Food Programme (WFP) e Food and Agriculture Organization (Fao) l’insicurezza alimentare è destinata ad aumentare in 19 Paesi al mondo. Una delle situazioni più critiche in Afghanistan, dove 19 milioni di persone “sperimentano una crisi acuta”. Per Kabul siccità, congelamento dei beni e restrizioni alle banche sono le cause principale della crisi economica.

RUSSIA
Code mastodontiche di sono formate alle frontiere con la Georgia, Paese raggiungibile in auto dalla Russia. Analoghe congestioni di traffico si registrano ai confini della Mongolia (dalla Buriazia) e del Kazakistan, mete raggiungibili percorrendo strade siberiane. L’automobile è ormai il mezzo più usato per la fuga, vista anche l’assoluta mancanza di biglietti per i trasferimenti aerei.

AZERBAIJAN - MOLDAVIA
La premier della Moldavia, Natalia Gavrilitsa, si recherà in visita in Azerbaigian per discutere delle condizioni per le forniture di gas. Un viaggio che rientra nell’ambito della commissione intergovernativa per la collaborazione economica tra i due Paesi, che si terrà a Baku dal 10 al 12 ottobre prossimi. La Moldavia non ha rinnovato i contratti con la Russia per il gas.

Asia_Today_.png