Iniziativa dei vescovi per superare le divisioni tra i politici maroniti
di Yousef Hourany
L’azione fa seguito al documento dell’episcopato che a dicembre evidenziava i motivi della crisi e indicava alcune vie per una soluzione possibile. Una commissione ha incontrato questa mattina Michel Aoun e vedrà nel pomeriggio Souleiman Frangieh e Samir Geagea.
Beirut (AsiaNews) – I vescovi maroniti hanno iniziato un’azione per riavvicinare tra loro i leader politici maroniti, incontrando, stamattina, il generale Michel Aoun, mentre nel pomeriggio vedranno l’ex ministro Souleiman Frangieh e il capo delle Forze libanesi, Samir Geagea. L’intervento dei presuli fa seguito alla pubblicazione dei "Principi della riconciliazione e della concordia" del mese di dicembre dell'anno scorso, annunciati alla fine della riunione dei vescovi maroniti, sotto la presidenza del patriarca Nasrallah Sfeir. Il documento afferma la necessita di emanare una nuova legge elettorale più rappresentativa, la formazione di un nuovo governo d'unita nazionale, oppure di un governo tecnico, l’istituzione del tribunale internazionale per giudicare i delitti politici compiuti nel Paese dei Cedri dal 2004, la tutela dell'integrità territoriale e della sovranità del Libano, il rifiuto della stabilizzazione dei palestinesi in Libano.
 
A gestire gli incontri è una commissione tripartita guidata dal vicario generale del Patriarcato maronita, mons Samir Mazloum, dall'arcivescovo di Antelias, mons Yousef Bechara e dall'arcivescovo maronita di Beirut mons Paul Matar. Questa mattina la commissione ha avuto un lungo incontro con il generale Michel Aoun, nella sua abitazione a Rabieh. Sul tavolo, le modalità con le quale si può raggiungere un accordo tra i leader maroniti, superando  le divisioni tra i figli della Chiesa maronita. Il vescovo Mazloum, rispondendo alle domande di AsiaNews ha espresso il suo apprezzamento per l'atteggiamento di Aoun, che ha mostrato di comprendere la criticità del momento che colpisce il Paese ed ha espresso piena disponibilità di partecipare a qualsiasi iniziativa e a qualsiasi invito del patriarca ed ha affermato il suo pieno appoggio all'iniziativa dei vescovi.
 
La delegazione dei vescovi avrà oggi pomeriggio incontri con l'ex ministro Souleiman Frangieh, che secondo fonti ecclesiastiche ha “rotto il ghiaccio” che ha caratterizzato il suo rapporto con l'arcivescovo maronita di Antelias, mons Yousef Bechara, capo del movimento di Kornet Chehwan. In estate il vescovo era stato molto criticato da Frangieh, ma ora fonti a lui vicine hanno sostenuto con AsiaNews la sua piena apertura a qualsiasi iniziativa che mira a riconciliare i maroniti.
In serata, infine, la delegazione dei vescovi avrà un incontro con il leader delle Forze libanesi, Samir Geagea, nel villaggio di Zoummar.
LIBANO_-_vescovi_(380_x_253).jpg