Manila, al via l’Assemblea plenaria dei vescovi filippini
di Santosh Digal
Iniziano oggi i tre giorni di lavoro che riuniscono i presuli del Paese. In agenda, le prossime elezioni locali, i nuovi programmi contro la povertà e quelli contro il gioco d’azzardo.
Manila (AsiaNews) – Le elezioni locali e quelle del Senato nazionale, ma anche i nuovi programmi contro la povertà e quelli contro il gioco d’azzardo, sono i temi che verranno trattati dai vescovi filippini, da oggi in riunione per la 94esima assemblea plenaria della Conferenza episcopale locale.
 
Il portavoce della Conferenza, mons. Pedro Quitorio, spiega: “In agenda non ci sono argomenti particolarmente scottanti, ma sicuramente parleremo di elezioni. Credo che la discussione avverrà nell’ultimo dei tre giorni di lavoro previsti, ma non so se produrremo un documento comune o meno”.
 
Per mons. Antonio Ledesma, arcivescovo di Cagayan de Oro e vice presidente della Cbcp, “è possibile che vengano scritte diverse lettere pastorali, ed una tratterà sicuramente di elezioni. I vescovi sono preoccupati all’idea di elezioni caotiche, ed intendono fare il possibile affinché queste avvengano in tranquillità e, soprattutto, diano risultati onesti”.
 
Tuttavia, altri presuli avvertono il bisogno di “allontanare il pensiero dalla politica e dirigerlo verso l’attività caritatevole della Chiesa, che nelle Filippine è necessaria ed importante per la popolazione di ogni fede”.
 
Inoltre, concludono, “bisogna prendere di petto il gioco d’azzardo, falsa speranza per buona parte dei disoccupati, che sempre di più distrugge le famiglie e trascina nella povertà”.
FILIPPINE_-_0126_-_Vescovi_(250_x_172).jpg