Rajasthan, pastore protestante bastonato mentre prega coi malati
Reginald Howell, della comunità del Buon Pastore, è stato malmenato con dei bastoni di ferro da un gruppo di fondamentalisti indù. L’ospedale non lo ha voluto curare per paura di ritorsioni e la polizia non ha accettato la sua denuncia.
Hanumangarh (AsiaNews/Cbci) – Un pastore protestante che pregava insieme ad un gruppo di malati è stato brutalmente malmenato con dei bastoni di ferro da militanti nazionalisti nello Stato occidentale del Rajasthan.
 
Reginald Howell, della comunità del Buon Pastore, aveva indetto un incontro di preghiera il 7 marzo scorso con i disabili di Hanumangarh: insieme a lui, erano presenti altri cristiani della sua comunità che facevano volontariato nel villaggio.
 
Pochi minuti dopo aver iniziato l’incontro, un gruppo di attivisti armati è entrato nella sala di preghiera ed ha colpito il pastore alla schiena con delle mazze d’acciaio. Dopo l’attacco, il pastore si è recato in un ospedale locale dove i medici hanno rifiutato di fornirgli assistenza per paura di ritorsioni da parte dei fanatici.
 
La polizia si è rifiutata di accettare la sua denuncia contro gli assalitori e lo ha costretto ad andare via dallo Stato e tornare nella sua città di origine, nel confinante Punjab.
 
Il Rajasthan è uno degli Stati più intolleranti nei confronti dei non indù. Il Rajasthan Dharma Swatantrik Vidhayak [Decreto anti-conversione, approvato nel 2006 ndr] permette alle autorità “l'uso di ogni mezzo per impedire le conversioni” e prevede una pena che va dai due ai cinque anni di reclusione per i colpevoli.
 
Nel Rajasthan i cristiani rappresentano lo 0,11 % della popolazione, i musulmani l'8 % e gli  indù l'89 %.
INDIA_-_0313_-_Pastore.jpg