07/04/2014, 00.00
MALAYSIA - CINA - AUSTRALIA
Invia ad un amico

Aereo scomparso: captati segnali “compatibili” con scatola nera. Migliaia in preghiera a Kuala Lumpur

Questa mattina una nave australiana ha captato un nuovo segnale, che segue i ripetuti avvistamenti di mezzi cinesi nel fine settimana. Ma è lotta contro il tempo perché il dispositivo elettronico a breve smetterà di inviare impulsi. Ieri nella capitale malaysiana almeno 4mila persone hanno pregato per le persone a bordo dell’MH370:“Non è una cerimonia per i morti”.

Kuala Lumpur (AsiaNews/Agenzie) - Una nave australiana impegnata nelle ricerche del volo Malaysia Airlines MH370, inabissatosi nelle acque dell'oceano Indiano meridionale l'8 marzo scorso, ha captato nuovi segnali "compatibili" con le frequenze inviate dalla scatola nera dell'aereo. È quanto riferiscono fonti governative di Canberra, secondo cui servono però ancora conferme ufficiali prima di dare per certo il ritrovamento del volo partito da Kuala Lumpur e diretto a Pechino. Un localizzatore piazzato a bordo di una nave della difesa australiana - ha sottolineato l'ex ministro della Difesa e attuale coordinatore capo delle ricerche Angus Houston - ha rilevato "segnali coerenti con quelli emessi dalle scatole nere degli aerei". 

Nel fine settimana un'altra imbarcazione impegnata nelle ricerche, battente bandiera cinese, avrebbe localizzato i segnali inviati dalla scatola nera, in una porzione delimitata dell'oceano Indiano. I due avvistamenti fanno aumentare le speranze di ritrovare il mezzo, in una lotta contro il tempo sempre più serrata perché il dispositivo elettronico di registrazione invia segnali per i successivi 30 giorni dall'incidente. Almeno 26 nazioni sono impegnate in una operazioni massiccia di riceda, che finora non ha però dato alcun esito concreto. 

Il ritrovamento rappresenta un elemento fondamentale per poter dare una spiegazione plausibile per quello che è stato definito "il più grande mistero" dell'aviazione civile moderna. "Il tempo sta finendo - aggiunge Angus Houston - le batterie si stanno per esaurire". 

Ieri intanto a Kuala Lumpur alcuni leader buddisti hanno promosso una imponente veglia di preghiera per i passeggeri del volo Malaysia Airlines, cui si sono uniti anche alcuni amici e parenti delle vittime provenienti dalla Cina e fedeli di altre religioni. Armati di luci e candele, circa 4mila persone si sono riunite per offrire "preghiere e vibrazioni positive" alle famiglie, ai passeggeri e ai membri dell'equipaggio. La delegazione cinese indossava magliette bianche con la scritta "Pregate per il volo MH370" ed era guidata dall'ambasciatore di Pechino in Malaysia Huang Hui Kang. 

"Questa non è una cerimonia di preghiera per i morti - ha dichiarato Liow Tiong Lai, fra gli organizzatori dell'evento - perché non abbiamo ancora ritrovato i corpi. Questa è una preghiera per chiedere benedizioni e perché il velivolo sia ritrovato". 

Il Boeing 777-200 con 239 persone a bordo, di cui 12 membri dell'equipaggio, è sparito l'8 marzo scorso mentre sorvolava il mare a sud del Vietnam. A bordo, secondo la lista passeggeri, soprattutto cinesi (153), 38 malesi, 12 indonesiani, ma anche australiani, europei e americani. La Malaysia Airlines è considerata una compagnia di ottima qualità, che poteva vantare quasi quattro decenni senza incidenti gravi: il peggiore risale al 1977, quando morirono 100 persone. Negli ultimi anni, l'azienda ha però iniziato a inanellare perdite di bilancio a causa della competizione portata dal settore delle compagnie low-cost, tra cui la connazionale Air Asia. Ogni giorno trasporta fino a 37mila passeggeri in 80 destinazioni nel mondo. Nei giorni scorsi ha fatto registrare un nuovo incidente, quando un velivolo - decollato a Kuala Lumpur e diretto a Seoul - ha compiuto un atterraggio di emergenza a Hong Kong per un guasto al generatore elettrico principale. 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Aereo scomparso: lotta contro il tempo per trovare la scatola nera. I parenti sperano ancora nel miracolo
01/04/2014
Premier Malaysia: “precipitato” il volo MH370, nessun superstite. Ira dei familiari a Pechino
25/03/2014
Aereo scomparso: team cinese avvista relitti “compatibili” con il volo MH370
24/03/2014
Aereo scomparso, tutto da rifare: non è nella zona di oceano Indiano al centro delle ricerche
29/05/2014
Aereo scomparso: ha volato (forse) per diverse ore, le ricerche si allargano all’Oceano Indiano
14/03/2014


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”