24/07/2013, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Cina, il manifatturiero cala al livello più basso degli ultimi 11 mesi

L’indice preliminare conferma un rallentamento generale dell’economia cinese. Cala anche l’occupazione e la ricezione di nuovi ordini. Analisti avvertono: “Aumenta la pressione sul mondo del lavoro”. A rischio la soglia di garanzia del 7 % di crescita nazionale.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) - L'attività manifatturiera cinese è rallentata di nuovo in luglio, toccando il punto minimo degli ultimi 11 mesi: l'indice preliminare Hsbc/Markit Purchasing Managers, che anticipa i dati ufficiali del governo, è infatti calato a quota 47,7 rispetto al dato finale di giugno fermo al 48,2. Per il terzo mese consecutivo il settore non supera la linea dei 50 punti, spartiacque tra espansione e contrazione. Il sottoindice che misura l'andamento dell'occupazione è sceso in luglio a 47,3 - il minimo dal marzo 2009 - mentre anche quello sui nuovi ordini è calato ai minimi da 11 mesi.

Secondo vari analisti, questi dati confermato che l'economia cinese sta perdendo quota e che quindi saranno necessarie alcune misure per stabilizzare la crescita sopra il 7 %, il punto di "non ritorno" imposto dal governo centrale per l'andamento dell'economia nazionale. Hongbin Qu, capo economista per la Cina di Hsbc, sottolinea: "Il rallentamento dei dati di luglio fa pensare che ci sia un calo continuo nel settore, causato dalla diminuzione dei nuovi ordini e da un più veloce alleggerimento delle scorte commerciali. Questa situazione metterà ancora più pressione sul mercato del lavoro".

Secondo le autorità cinesi, la soglia del 7 % per l'andamento generale dell'economia nazionale è fondamentale: essa garantisce la creazione di un numero di posti di lavoro sufficiente a garantire la stabilità sociale. Nel periodo aprile-giugno, il dato si è assestato al 7,5 % calando per l'ennesima volta: il governo e i mercati internazionali non hanno dato peso eccessivo alla situazione, addebitata per la maggior parte alla crisi economica internazionale.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Robusta ripresa dell’economia di Taiwan, specie grazie alla Cina
22/02/2010
Li Keqiang: “Dobbiamo riformare la nostra economia, siamo sbilanciati”
20/06/2012
Rallenta l’economia cinese, al minimo da anni. Wen: Il 2009 l'anno più difficile del secolo
22/01/2009
Hanoi vuole entrare nel Wto per consolidare la crescita economica
03/03/2006
Crollano le esportazioni, a rischio almeno 10 milioni di posti di lavoro
03/03/2009


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”