10/11/2020, 08.55
SINGAPORE - ASIA
Invia ad un amico

Covid-19 e lockdown alimentano l’e-commerce nel Sud-est asiatico

Il volume di affari complessivo ha toccato quota 105 miliardi per quest’anno. Fra i settori trainanti il cibo a domicilio e quello del divertimento. Nel 2020 fra Indonesia, Malaysia, Vietnam, Singapore e Filippine si contano 40 milioni di nuovi utenti, per un dato complessivo di 400 milioni. Il 70% della popolazione nell’area è “on-line”.

Singapore (AsiaNews/Agenzie) - Nel Sud-est asiatico l’economia legata al mondo di internet raggiungerà una quota complessiva di 105 miliardi di dollari per quest’anno, favorita anche dalla spinta ai consumi on-line da casa per la pandemia di nuovo coronavirus. Una ricerca pubblicata in questi giorni, mostra che fra i principali articoli richiesti vi sono la consegna del cibo a domicilio e il settore più ampio del divertimento e dell’intrattenimento. 

Lo studio, che prende in esame i volumi di acquisto registrati in Indonesia, Malaysia, Vietnam, Singapore e nelle Filippine, evidenzia che nella regione si sono aggiunti 40 milioni di nuovi utenti della rete per quest’anno. Con questo ulteriore innesto, il numero complessivo degli internauti alla quota complessiva di 400 milioni. Questo significa che il 70% del totale della popolazione nell’area oggi è “on-line”. 

In una nota congiunta diffusa dagli autori dello studio, fra i quali vi sono giganti della rete come Google, la compagnia di Singapore Temasek Holdings e l’azienda di consulenza Bain & Co., nel Sud-est asiatico l’economia legata a internet è cresciuta del 5% rispetto al 2019. “Il coronavirus - aggiungono gli esperti - ha innescato un passaggio permanente e massiccio al digitale”.

Dai vari lockdown imposti per contrastare la pandemia sono usciti vincitori i rivenditori on-line: i consumatori preferiscono acquistare dall’interno delle proprie abitazioni - perché impossibilitati a uscire o perché si sentono più al sicuro - invece di rivolgersi a esercizi pubblici o grandi centri commerciali, col timore di contrarre il virus. E i dati lo confermano: l’e-commerce è aumentato del 63%, toccando quota 62 miliardi di dollari nel 2020. Si tratta della crescita maggiore su base annua. Di contro, il settore dei viaggi ha subito un crollo del 58%, con una perdita complessiva di 14 miliardi. 

Certo, non in tutti i Paesi la crescita si rivela omogenea: a Singapore, per esempio, vi è una contrazione del 24% a causa del crollo nel settore dei viaggi e del turismo, mentre Vietnam e Indonesia hanno fatto registrati crescite a due cifre. L’industria regionale legata alla rete è destinata a raggiungere i 309 miliardi nel valore lordo della merce entro il 2025, in linea con le previsioni sui 300 miliardi fatta lo scorso anno.

Con un aumento dell’11% degli utenti on-line, il Sud-est asiatico è uno dei mercati internet con il tasso di crescita più rapido al mondo. La crescita è maggiore rispetto alla media mondiale del 7,4%, con un numero complessivo di utenti pari a 4,7 miliardi come emerge dai dati di wearesocial.com. Il continuo aumento dell’uso di internet ha contribuito alla nascita di colossi come Grab e Go-Jek,, capaci di attrarre miliardi in capitali da società mondiali del tech o di investimento.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Singapore, stimolo da 30 miliardi di euro per combattere il Covid-19
26/03/2020 14:11
Asia-Pacifico: I voli aerei dopo il Covid-19
12/06/2020 12:13
Singapore al voto tra misure anti-Covid-19. Scontata la vittoria del partito al potere
10/07/2020 08:58
Lavoratori migranti, prime vittime della recessione mondiale
05/02/2009
Singapore: è crisi profonda per il miglior aeroporto al mondo
05/10/2020 09:01