30/09/2022, 13.07
BANGLADESH
Invia ad un amico

Dhaka, allarme terrorismo per la festività indù del Durga Puja

di Sumon Corraya

Decine di giovani militanti islamici in diverse parti del Paese hanno lasciato le loro case nelle ultime settimane. La polizia teme sia in preparazione un attacco in grande stile. Rafforzate le misure di sicurezza intorno ai luoghi di culto.

Dhaka (AsiaNews) - È allarme sicurezza in Bangladesh per il moltiplicarsi dei casi di giovani militanti islamici che hanno lasciato le proprie case. Il timore è che i gruppi fondamentalisti stiano preparando un’azione terroristica in grande stile. Per questo motivo il Commissario della Polizia Metropolitana di Dhaka, Mohammad Shafiqul Islam, ha annunciato lo stato di massima allerta intorno ai luoghi culto degli indù per le celebrazioni della festività del Durga Puja, in corso da oggi fino al 5 ottobre.

Sarebbero una cinquantina i giovani militanti islamici che in diverse parti del Paese hanno lasciato le loro case in nome della "hijrat", parola araba che deriva da "hijr" e significa "partire" ed è utilizzata tra i gruppi islamisti radicali con un significato religioso. Sei anni fa un fenomeno simile avvenne prima del terribile attacco all’Holey Artisan Bakery di Gulshan, nel quale morirono 29 persone.

"Stiamo lavorando per garantire che non si verifichino atti di vandalismo durante il culto. Tuttavia, siamo abbastanza preparati per affrontare qualsiasi attacco", ha dichiarato il commissario Mohammad Shafiqul Islam. Ha informato che nella capitale Dhaka si celebrerà il Durga Puja in 233 luoghi. Nei luoghi di culto speciali, la polizia garantirà una sicurezza aggiuntiva come l'installazione di telecamere a circuito chiuso, varchi e un numero sufficiente di poliziotti.

La questione della "hijrat" è all'attenzione delle forze dell'ordine del Bangladesh dal mese scorso quando sono iniziate le indagini sulla scomparsa di sette studenti universitari di Comilla. I loro parenti hanno informato che nessuno di loro aveva preso vestiti, contanti o telefoni cellulari. Prima di partire, i giovani hanno detto a casa che stavano andando al centro di formazione. Gradualmente, la polizia ha scoperto che la stessa cosa è successa nelle ultime settimane a decine di altri giovani di età compresa tra i 17 e i 25 anni.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Avvistata in un porto somalo la petroliera saudita dirottata
18/11/2008
Chandpur, 3 morti in scontri tra musulmani e indù: si teme per l'armonia religiosa
14/10/2021 10:47
Bangladesh, l’82% dei militanti si radicalizza sui social media
23/03/2017 12:08
Dhaka, nove militanti islamici uccisi dalla polizia
26/07/2016 08:54


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”