30/09/2015, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Guangxi: morti e feriti per una serie di pacchi-bomba a Liucheng

Finora si contano almeno sei vittime e 13 feriti. Le esplosioni avvenute nel pomeriggio di oggi. Colpite almeno 15 zone fra cui un centro commerciale, una prigione, un ufficio del governo, e altri. Per ora nessuna rivendicazione. Possibili ipotesi: terrorismo islamico e tibetano. Ma forse è più probabile un segno della lotta interna al Partito. L'esplosione in corrispondenza con la presenza di Xi Jinping all'ONU e col suo ritorno in patria.

Pechino (AsiaNews) – Almeno sei persone sono morte a causa di una serie di esplosioni che hanno colpito 15 diverse località nella contea di Liucheng, nella provincia meridionale del Guangxi. I feriti si contano a decine, secondo i media ufficiali cinesi. La prima bomba sarebbe esplosa intorno alle 15.50 del pomeriggio (ora locale). Cinque persone sono morte sul colpo, mentre una sesta è deceduta in ospedale. I soccorritori e investigatori si sono precipitati sul luogo.

Secondo le prime indagini, gli esplosivi potrebbero essere stati nascosti all’interno di pacchi affidati poi a dei corrieri espresso. Le fotografie pubblicate online dai residenti mostrano un edificio semi distrutto, e altri testimoni parlano di automobili devastate.

I luoghi colpiti sono diversi: un centro commerciale, una prigione, un ufficio del governo locale, un supermercato, una stazione di trasporti, un ospedale, un dormitorio, un mercato di verdure e un centro sanitario. Le autorità locali hanno attivato il meccanismo di risposta per le emergenze e hanno emanato un’allerta generale, invitando la popolazione a non aprire pacchi sospetti.

Per ora non vi sono state rivendicazioni di sorta. Le possibili ipotesi sono collegate al terrorismo islamico o alla questione tibetana. Ma forse è più probabile un segno della lotta interna al Partito: l'esplosione avviene infatti in corrispondenza con la presenza di Xi Jinping all'ONU, che lo ha incoronato grande leader mondiale, e il suo ritorno a casa. Secondo alcuni esperti già il disastro di Tianjin sarebbe da collegare a una resa dei conti per il potere

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Al Plenum del Partito, Xi Jinping incoronato “cuore” della leadership
28/10/2016 09:04
Xi Jinping sempre più maoista: la campagna per favorire i principini col 'Dna rosso'
17/07/2013
Terra bruciata: la nuova politica di Pechino contro gli Uiguri
27/02/2017 16:25
Vacilla (un poco) l’autorità di Xi Jinping per la guerra dei dazi
16/08/2018 15:18
La ‘Fazione di Xi Jinping’ domina nelle nomine regionali
15/02/2018 16:09


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”