18/05/2016, 08.45
CINA - STATI UNITI
Invia ad un amico

Guerra dei prezzi: Washington aumenta del 500% le tasse sull’acciaio cinese

L’industria dell’acciaio in Cina è in sovrapproduzione e in bassa domanda interna, a causa della crisi economica. Sgravi fiscali e un basso valore dello yuan facilitano le esportazioni. L’industria Usa dell’acciaio ha perso 12mila posti di lavoro. Chiesto il bando delle importazioni cinesi dell’acciaio alla Commissione internazionale del commercio.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Gli Stati Uniti hanno aumentato le tasse di importazioni dell’acciaio cinese del 522%, accusando Pechino di vendere i loro prodotti sottocosto. Le tasse si riferiscono in particolare all’acciaio laminato a freddo, usato nell’industria dell’auto, dei container e nelle costruzioni.

Nei mesi scorsi critiche verso la Cina che svende a prezzi stracciati i suoi prodotti di acciaio sono venuti anche dall’Europa.

La Cina si trova in un momento difficile per la sua economia e la sua industria dell’acciaio si trova in sovrapproduzione, essendo diminuita la sua domanda interna. Per facilitare le esportazioni e salvare il settore e i posti di lavoro, il governo di Pechino offre sussidi alle sue industrie.

Il ministero cinese delle Finanze non ha risposto in modo diretto alla decisione Usa, ma oggi, sul suo sito ufficiale si afferma che la Cina manterrà gli sgravi fiscali per le esportazioni di acciaio, per aiutare la ripresa del settore.

Le maggiori industrie dell’acciaio negli Usa hanno presentato un dossier alla Commissione internazionale del commercio in cui chiedono il bando di tutte le importazioni di acciaio dalla Cina. Esse mostrano che grazie agli sgravi fiscali governativi di Pechino, l’industria dell’acciaio negli Usa ha perso 12mila posti di lavoro.

Un altro strumento usato dal governo per facilitare le esportazioni cinesi è il mantenimento dello yuan a valori bassi, per nulla in linea con il suo potere reale. Oggi la banca centrale cinese ha decretato un valore dello yuan a 6,5346 sul dollaro, a meno 0,25% rispetto a ieri.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Non solo gli Usa: il G20 contro Pechino per i sussidi alle ditte statali
19/10/2018 13:07
Gli Usa accettano di negoziare con la Cina per evitare la guerra dei dazi
19/04/2018 08:55
Sovrapproduzione e distorsione monetaria: la crisi del “gigante” cinese e le guerre valutarie
18/03/2013
In settembre l’export cinese è sceso del 10 per cento
14/10/2016 15:18
Li Keqiang: I successi della Cina oggi e domani
05/03/2018 10:20