26/11/2018, 11.40
VIETNAM-VATICANO
Invia ad un amico

Hanoi, mons. Joseph Vũ Văn Thiên è il nuovo arcivescovo della capitale

di Trung Tin

La cerimonia d’insediamento avrà luogo il prossimo 18 dicembre, nella cattedrale di San Giuseppe. Per 16 anni, il presule è stato vescovo di Hải Phòng: il suo servizio ha dato impulso allo sviluppo della diocesi. Ad Hanoi è chiamato ad affrontare espropri ed occupazioni forzate di proprietà che appartengono alla Chiesa.

Hanoi (AsiaNews) – Papa Francesco ha nominato mons. Joseph Vũ Văn Thiên nuovo arcivescovo di Hanoi, nel nord del Paese. Lo scorso 17 novembre, il pontefice aveva accettato le dimissioni del suo predecessore, l’80enne mons, Pierre Nguyên Văn Nhon. Prima di assumere la guida dell’arcidiocesi della capitale, mons. Thiên era vescovo di Hải Phòng, circoscrizione situata nel Vietnam settentrionale e vicina al confine sino-vietnamita. La cerimonia d’insediamento del nuovo arcivescovo avrà luogo il prossimo 18 dicembre alle ore 10, nella cattedrale di San Giuseppe.

Mons. Thiên nasce il 26 ottobre 1960 nella parrocchia di Kẻ Sặt a Tráng Liệt, distretto di Bình Giang (provincia di Hải Phòng). Studia presso il seminario maggiore San Giuseppe di Hanoi dal 1982 al 1988. Ordinato sacerdote da mons. Joseph Maria Nguyễn Tùng Cuong, tra il 1996 ed il 2000 p. Thiên prosegue gli studi a Parigi (Francia). Tornato in Vietnam, diviene professore di Teologia nel seminario da lui stesso frequentato. Nel 2002, papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Hải Phòng.

La diocesi, dove i cattolici costituiscono circa il 2,5% della popolazione, nel 2003 può contare solo su 20 sacerdoti, una manciata di istituti religiosi e congregazioni e alcune strutture fatiscenti. In 16 anni di servizio, mons. Thiên porta a 82 il numero di preti e costruisce 30 nuove parrocchie: ora ve ne sono 92. Allo stesso tempo, anche associazioni religiose, istituti e congregazioni godono di un importante sviluppo. Tra il 2007 ed il 2016, il nuovo arcivescovo è presidente della Commissione per i Giovani della Conferenza episcopale vietnamita (Cbcv). Terminato il suo mandato, diventa vicesegretario generale della Cbcv, ruolo che ricoprirà fino al 2019.

Ad Hanoi mons. Thiên è chiamato ad affrontare il fenomeno degli espropri e le occupazioni forzate, da parte delle autorità comuniste, di terreni e proprietà che appartengono di diritto alla Chiesa. Tuttavia, l’arcivescovo non è nuovo a simili questioni. In passato, egli ha difeso il cattolico Peter Đoàn Văn Vươn, arrestato su ordine del governo di Hải Phòng, per essersi opposto con la forza alla distruzione della sua terra e della sua casa nel distretto di Tiên Lãng.

L’amministrazione di Hải Phòng sottolinea tuttavia che mons. Thiên “intrattiene ottime relazioni con i non cattolici ed i poveri”. “I rapporti con le autorità – proseguono – sono armoniosi a tutti i livelli. Inoltre, il vescovo ha migliorato istituzioni diocesane come l’Ufficio del vescovo, il seminario minore St. Giêrônimô Liêm ed il Centro pastorale della diocesi”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Condanna a 14 anni di carcere per il blogger Hoang Duc Binh
06/02/2018 15:22
Governo contro il dissenso: condannati altri quattro attivisti
05/02/2018 12:28
Saigon, le spoglie del defunto arcivescovo fanno ritorno all’arcidiocesi
16/03/2018 11:30
Gesuita indiano: la Chiesa ha diritto ad intervenire nella società
14/06/2018 10:57
Cattolici e non accolgono in migliaia il nuovo vescovo di Phan Thiết
16/12/2019 12:08


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”