10/07/2013, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

India, Corte suprema al governo: Basta vittime sfigurate con l’acido

Il tribunale di ultima istanza del Paese lancia un ultimatum: nuove regole sulla vendita del solvente e sostegno alle vittime entro una settimana, o "prenderemo in mano la situazione". Ogni anno vi sono almeno 1000 vittime di acido in India.

Mumbai (AsiaNews/Agenzie) - Regolamentare la vendita di acido e avviare programmi di sostegno per le vittime degli attacchi: sono le richieste della Corte suprema dell'India al governo centrale. Se l'esecutivo non presenterà un progetto entro la prossima settimana, spiegano i giudici, il tribunale emetterà una sentenza per obbligare il governo ad agire.

Il più alto tribunale del Paese accusa l'esecutivo di non aver preso ancora provvedimenti adeguati per fermare le aggressioni con acido, nonostante i ripetuti appelli della stessa Corte.

Ogni anno in India avvengono almeno 1000 attacchi portati con acido, per lo più contro donne. Questo tipo di aggressione è molto diffusa in tutta l'Asia meridionale, in particolare in Bangladesh, Pakistan e Afghanistan.

In India chiunque può acquistare un bottiglia di acido da 750 ml in qualsiasi drogheria, al prezzo irrisorio di 30 rupie (0,39 euro).

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Colombo, per la prima volta un tamil guida la Corte Suprema
31/01/2015
Bangladesh: fratellini sfigurati dall’acido, vittime di una faida familiare
30/05/2009
Manila, Corte suprema: anche i figli nati fuori dal matrimonio possono ricevere l'eredità
31/03/2022 12:55
Rilasciato il fondamentalista che aizzava la folla contro Asia Bibi
15/05/2019 08:50
Passione di Terri Schiavo: "Mostra segni di malnutrizione"
25/03/2005


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”