18/08/2022, 08.54
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Kabul, almeno 10 vittime e diversi feriti in un attentato in moschea. Morto l’imam

Le notizie di oggi: respinta la richiesta di appello contro la condanna in primo grado presentata da quattro attivisti vietnamiti, fra i quali un cristiano; Pyongyang ha spedito 450 funzionari nei campi per prigionieri politici per la diffusione del Covid; Putin conferisce il titolo di “madre eroica” a donne che partoriscono - o adottano - molti figli.

AFGHANISTAN
Almeno 10 persone sono morte e molte altre ferite in seguito a una potente esplosione che ha colpito la moschea Abu Bakr al Siddiqi, nel quartiere di Khair Khana, a Kabul. La deflagrazione è avvenuta durante la preghiera serale e avrebbe causato almeno 20 vittime, fra cui l’imam, ma il bilancio è ancora provvisorio. I talebani hanno condannato l’attentato, al momento non rivendicato. 

VIETNAM
Quattro attivisti vietnamiti, fra i quali cristiani, hanno perso l’appello contro la sentenza di condanna in primo grado. Essi sono Y Wo Nie, Le Van Dung, Trinh Ba Phuong e Nguyen Thi Tam, alla sbarra per propaganda contro lo Stato, capo di imputazione usato da Hanoi per reprimere la dissidenza. Secondo Defend the Defenders vi sono oltre 60 attivisti per la libertà religiosa in cella. 

CINA
Nell’ottica della politica zero-Covid, le autorità cinesi hanno imposto un lockdown duro nello Xinjiang e in Tibet per fronteggiare un aumento significativo di casi nell’ultimo periodo. Solo ieri la regione occidentale ha registrato 2779 nuovi contagi e nella capitale Urumqi 73 distretti sono considerati ad alto rischio. Previsti anche test di massa per contenere la diffusione del virus.

ISRAELE - PALESTINA
Le forze di sicurezza israeliane hanno ucciso un giovane palestinese questa mattina prima dell’alba, negli scontri divampati a Nablus, in Cisgiordania. La vittima è il 18enne Waseem Khalifa, originario del campo profughi di Balata. Almeno 30 palestinesi sono rimasti feriti. Gli agenti sono intervenuti per proteggere fedeli ebraici in visita alla tomba di Giuseppe, oggetto di contesa. 

COREA DEL NORD
Almeno 450 alti funzionari e quadri governativi sono finiti nei centri di detenzione per prigionieri politici a maggio, per non aver bloccato il Covid. Nel mirino la foto scattata da Kim Jong-un con un gruppo di studenti e lavoratori, uno dei quali positivo. Per i detenuti, che non faranno mai più rientro in società, vi è l’accusa di attentato alla sicurezza del leader e atto “controrivoluzionario”. 

RUSSIA
Il presidente Vladimir Putin ha firmato un decreto per conferire il titolo di “madre eroica” alle donne che generano dieci o più figli, alle quali verrà assegnato un compenso di un milione di rubli, oltre 10 mila euro. E per coloro che adottano dieci figli ci sarà l’ordine della “Gloria genitoriale” con compensi tra i 200 e i 500 mila rubli.

AZERBAIGIAN - ARMENIA
Il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliev, ha comunicato che Baku procederà al ripopolamento di alcuni centri della zona contesa con gli armeni come Lačin, Zabukh e Sus, installando nuovi gruppi di cittadini azeri. Al riguardo è già stato formato un comitato per coordinare l’operazione con gli ex-abitanti dei villaggi interessati dal piano.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Lapid all’Onu: soluzione a due Stati per Israele e Palestina
23/09/2022 08:51
Le banche libanesi resteranno chiuse a tempo ‘indefinito’
22/09/2022 08:55
Pechino sviluppa droni sottomarini per pattugliare il mar Cinese meridionale
21/09/2022 08:51
Giappone, record di anziani: oltre il 15% ha più di 75 anni
20/09/2022 08:50
Un numero ‘allarmante’ di cambogiani svende la casa per ripianare i debiti
19/09/2022 08:52


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”