04/11/2020, 11.29
PAKISTAN
Invia ad un amico

Karachi: le dichiarazioni islamiche della 13enne Arzoo, frutto di un ‘lavaggio del cervello’ (VIDEO)

di Shafique Khokhar

In alcuni video diffusi nei giorni scorsi, la 13enne sposata (a forza) con un 44enne musulmano, dice di aver “liberamente” scelto l’islam come religione e di aver “volontariamente” sposato suo marito, che l’aveva rapita. I commenti: “E’ rimasta intrappolata, ha subito un lavaggio del cervello, è stata minacciata”. Per Sabir Michael, professore alla Karachi University, questi video non hanno valore legale.

Karachi (AsiaNews) – Sono frutto di un “lavaggio del cervello” o di “intimidazioni” e “pressioni dall’esterno” le parole che la 13enne Arzoo Raja - la ragazzina rapita, convertita all’islam e sposata a un uomo di 44 anni – pronuncia in alcuni video che sono stati diffusi giorni fa, prima che la Corte del Sindh facesse arrestare il presunto marito, Ali Azhar, e mettesse sotto protezione la ragazza.

Nei video la ragazza si proclama musulmana per scelta, sposata volontariamente ad Ali Azhar, e desiderosa di tagliare ogni relazione con la sua famiglia cristiana di origine.

I filmati hanno scioccato molta gente. Il caso di Arzoo ha infiammato la comunità cristiana e le sue autorità, oltre ad associazioni di donne e per i diritti umani, di tutte le fedi, per combattere la piaga delle spose-bambine.

I commenti più comuni sono: “Come può una ragazzina di 13 anni convertirsi a un’altra religione, senza mai aver letto il Corano, né aver ricevuto alcun insegnamento da un Molvi [dottore coranico] o da qualche altra personalità religiosa musulmana?”. E come mai “qui in Pakistan non si dà patente di guida a una persona minore di 18 anni, e una 13enne può cambiare religione e sposarsi con un uomo che ha il triplo della sua età?”. La conclusione è che Arzoo “è rimasta intrappolata, ha subito un lavaggio del cervello, è stata minacciata”.

Per Sabir Michael, professore alla Karachi University, “questi video diffusi da sconosciuti suscitano molti dubbi”. Egli fa notare che nei filmati Arzo “sta leggendo e ciò fa capire che non sta filmando da sé; anche il linguaggio e il contenuto usati nel video sono differenti dal livello di istruzione di Arzoo e della sua famiglia. Alcune foto che vengono mostrate non sono nemmeno di Arzoo. Questi video sono stati fatti circolare per influenzare la comunità di maggioranza [musulmana] e scoraggiare le minoranze. Noi pensiamo che queste dichiarazioni e video siano stati fatti sotto pressione e non hanno alcun valore legale. Anche se lei facesse dichiarazioni di questo tipo mentre si trova in un luogo protetto, si deve pensare a pressioni dell’ambiente: lei si trova in un luogo circondata da musulmani, che considerano un dovere convertire altri alla loro fede”.

Ecco il testo della traduzione del video in cui Arzoo dichiara la sua fede islamica (il video è stato fatto circolare dalla famiglia di Ali Azhar).

“Bismillah-e-Rehman-ul-Raheem, il mio nome è Syeda Arzoo Fatima e sono la moglie di Syed Ali Azhar. Ora io sono diventata musulmana e non ho nulla a che fare con la comunità cristiana. Io ho accettato l’islam con tutto il mio cuore e mi sono sposata di mia libera volontà. La gente della comunità cristiana hanno attribuito false accuse di rapimento su mio marito, mentre io non sono stata rapita. Mia madre, mio padre mi hanno picchiato molto. Per questo io ho chiesto a lui [Ali Azhar] di sposarmi. Vi prego: io l’ho sposato per mia libera volontà e siccome sono stata portata in corte, ho registrato questa dichiarazione.

Ho registrato la mia dichiarazione e ho scritto una lettera, così che possiamo vivere in pace, ma la gente della comunità cristiana sta rendendo la nostra vita molto difficile e non ci permette di vivere in pace.

Per questo prego il Mufti Sahab, il Molvi Sahab, il primo ministro, il Chief minister di aiutarci e darci giustizia. Condividete con tutti questi video perché i membri della mia famiglia acquisita sono innocenti. Mio cognato è stato arrestato dalla polizia, ma è innocente. Per favore, aiutateci affinché possiamo avere una vita libera. Siamo molto preoccupati perché essi [i genitori] hanno diffuso tanta tensione, ma loro non vivono da liberi e ci mettono difficoltà; per questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Non sono stata rapita, e la cosa più importante è che mi sono sposata di mia volontà. …

Chiunque guardi questo video, è pregato di sostenere non la gente cattiva, ma la gente buona; guardate questo video e verrete a conoscere la verità”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Karachi: in salvo Arzoo, sposa bambina 13enne; arrestato il suo preteso marito di 44 anni
03/11/2020 09:06
Punjab, rapita e stuprata, ragazza cristiana riesce a fuggire e chiede protezione (VIDEO)
27/11/2020 11:46
Karachi, la corte annulla il matrimonio di Arzoo: ha solo 14 anni
10/11/2020 12:02
Karachi: la Corte approva la conversione e il matrimonio di Arzoo Raja, 13 anni. La disperazione della madre (VIDEO)
30/10/2020 12:06
Attivisti pakistani: La legge contro i matrimoni infantili va approvata
27/05/2019 12:33