01/08/2007, 00.00
FILIPPINE
Invia ad un amico

La domenica si celebra messa anche nelle “cattedrali del commercio”

di Santosh Digal
L’arcivescovo di Manila apre alla possibilità di celebrare le funzioni religiose anche nei centri commerciali del Paese per “venire incontro alle esigenze di quanti si recano a fare la spesa nei giorni di festa”. A patto però che venga salvaguardato il rispetto per la sacralità del rito.

Manila (AsiaNews) – I fedeli potranno partecipare alla messa domenicale e ai riti delle festività solenni in tutti i grandi centri commerciali sparsi nelle Filippine: il disco verde arriva dal card Gaudencio Rosales, arcivescovo di Manila, che intende così “venire incontro alle esigenze di migliaia di contadini e abitanti delle campagne che ogni domenica si recano in città per la spesa settimanale”, offrendo la possibilità di partecipare a funzioni liturgiche celebrate nelle "cattedrali del commercio".

L’arcivescovo di Manila chiarisce però che le messe dovranno essere celebrate in apposite cappelle o aree che rispettino la sacralità del rito e che siano dislocate in “zone tranquille”, in modo che i fedeli vi possano partecipare con attenzione e devozione. Egli ha inoltre precisato che le funzioni trasmesse in tv devono essere prima di tutto “in diretta” – perché non venga utilizzata la liturgia domenicale in un altro giorno della settimana – e sono dedicate nello specifico “a quanti non hanno la possibilità di muoversi, siano affetti da gravi malattie o disabilità”.

Prima del Concilio Vaticano II era possibile celebrare la messa solo nelle chiese e nei luoghi di culto, ma a partire dagli anni ’50 del secolo scorso ci furono le prime concessioni per le funzioni all’interno di scuole, perché vi potessero partecipare anche i bambini. Ora dalle Filippine arriva la novità della messa nelle “cattedrali del commercio”, che nel fine settimana e nei giorni di festa sono letteralmente prese d’assalto da centinaia di migliaia di cittadini.

La diocesi di Manila ha inoltre rilasciato lo scorso 24 giugno un “codice sul decoro dell’abito” per quanti partecipano alla messa: l’abbigliamento deve essere formale, semi-formale o comunque dignitoso. Banditi cappelli o magliette sportive da baseball e abiti troppo “succinti”, in particolare per le donne. Al riguardo è stato predisposto un apposito pannello che mostra con chiarezza il giusto modo di vestirsi quando si entra in un luogo di culto: esso verrà distribuito in tutte le parrocchie, santuari e cappelle dell’arcidiocesi e delle diocesi suffraganee.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Rosales: “Rimanete fedeli alla chiamata di Cristo”
10/04/2007
L'Asia ricorda le vittime dell'11 settembre e riafferma la lotta al terrorismo
11/09/2006
Card. Rosales: “Per l’Avvento, carità e preghiera”
04/12/2006
Tacloban: la messa ‘drive-in’ contro i contagi del Covid
17/09/2020 08:50
Filippine, con la “messa del gallo” si aprono le celebrazioni del Natale
17/12/2008


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”