26/01/2022, 08.58
ASIA TODAY
Invia ad un amico

La giunta birmana non dissolverà il partito di Aung San Suu Kyi

Le altre notizie del giorno: regole Covid rischiano di far fuggire le imprese da Hong Kong. Nuovo crollo nascite in Corea del Sud. Iran apre a ripristino accordo sul nucleare. Fuga di capitali in India. Naval’nyj inserito nella lista dei terroristi. Grande blackout energetico in Asia centrale.

MYANMAR

Per il momento, la giunta militare al potere dal primo febbraio 2021 non dissolverà la Lega nazionale della democrazia, il partito di Aung San Suu Kyi, leader del governo civile rovesciato dai generali birmani. Una mossa per dare maggiore credibilità alle elezioni che l’esecutivo golpista dice di voler tenere nel 2023.

HONG KONG

Hong Kong potrebbe rimuovere le stringenti regole anti-Covid e riaprirsi in pieno ai collegamenti esteri solo a inizio 2024. È l’allarme lanciato dalla locale Camera di commercio della Ue, secondo cui questo scenario potrebbe causare una fuga di imprese e personale stranieri, mettendo in pericolo lo status di centro finanziario internazionale della città.

LITUANIA-CINA-TAIWAN

Taipei non ha ricevuto richieste dal governo lituano di cambiare il nome del suo ufficio di rappresentanza a Vilnius, lo ha dichiarato il ministro degli Esteri dell’isola, smentendo notizie di stampa al riguardo. L’uso della parola “taiwanese” per la missione diplomatica di Taiwan in Lituania ha scatenato la rappresaglia commerciale della Cina, che considera Taipei una “provincia ribelle”.

COREA DEL SUD

Continuano a diminuire le nascite nel Paese. Secondo le cifre pubblicate oggi, nel mese di novembre sono nati solo 19.800 bambini: -1,3% rispetto a un anno prima e il dato peggiore per il mese in questione dal 1981, quando Seoul ha iniziato a raccogliere questa statistica. Nei primi 11 mesi del 2021 il calo annuo è stato del 3,4%.

IRAN

Se gli Stati Uniti rimuoveranno le sanzioni economiche e finanziarie nei suoi confronti, l’Iran è disponibile a ripristinare l’accordo sul nucleare del 2015, chiamato a limitare il programma atomico di Teheran. Lo ha annunciato ieri sera il presidente della Repubblica islamica Ebrahim Raisi. Negoziati sono in corso tra le due parti da aprile.

INDIA

Insieme a Corea del Sud e Taiwan, l’India è il Paese asiatico che sta subendo la maggiore fuga di capitali. Questa settimana gli investitori stranieri hanno venduto titoli indiani, sudcoreani e taiwanesi per 3,1 miliardi di dollari; la mossa è dettata dall’atteso aumento a marzo dei tassi d’interesse Usa.

RUSSIA

Aleksej Naval’nyj è stato ufficialmente inserito nella lista dei terroristi ed estremisti in Russia, insieme ai suoi sodali del Fondo per la lotta alla corruzione. Alcuni di essi sono in carcere come il noto dissidente, altri esiliati all’estero e alcuni cercano di continuare a operare in patria nonostante forti limitazioni alla libertà di azione e di movimento.

ASIA CENTRALE

In tutta l’Asia centrale si è verificata un’interruzione dell’energia elettrica, che ha portato al blackout totale in Kazakistan, Kirghizistan e Uzbekistan dal mattino fino alla sera. Sono rimaste al buio soprattutto Taškent, Biškek e Almaty per uno “sbilanciamento della rete” dalla parte uzbeka e kirghisa.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Libano vara piano economico per avere prestiti dall'Fmi
21/05/2022 08:45
Israele, si dimette deputata araba: governo Bennett in minoranza
20/05/2022 08:53
Giappone: primo via libera al rilascio in mare delle acque radioattive di Fukushima
19/05/2022 08:56
Onu: senza nuovo governo, rischio rivolta popolare in Iraq
18/05/2022 08:55
Stop all’export di grano indiano inguaia diversi importatori in Asia
17/05/2022 08:54


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”