14/02/2006, 00.00
Taiwan – cina
Invia ad un amico

Leader del Kuomintang: "Solo la democrazia in Cina può portare alla riunificazione"

Ma Ying-jeou, capo dell'opposizione e sindaco di Taipei, dice che "per considerare una riunificazione, Pechino deve sviluppare un sistema politico democratico, come il nostro".

Londra (AsiaNews/Agenzie) – La Cina "deve adottare una piena democrazia politica ed economica" prima che Taiwan "possa considerare la riunificazione": lo ha detto ieri a Londra Ma Ying-jeou, leader del Kuomintang (maggior partito d'opposizione dell'isola) e sindaco di Taipei, durante un discorso alla London School of Economics.

"Non escludiamo a prescindere la possibilità di riunirci con la Cina continentale – ha spiegato – ma è necessario che vi siano sullo Stretto le giuste condizioni: lo sviluppo da parte di Pechino di una concezione politica, economica e di benessere sociale in accordo con le idee di Taiwan".

L'isola – non riconosciuta come Stato sovrano dalla Gran Bretagna – si è staccata dalla Cina continentale nel 1949, al termine di una guerra civile. Pechino considera Taiwan una "provincia ribelle" mentre Taipei governa come "indipendente de facto". Oltre a storia, cultura e linguaggio comune, Taipei e Pechino sono unite dal commercio: lo scambio commerciale fra di loro si aggira intorno ai 71 miliardi di dollari americani l'anno.

"Fino allo sviluppo democratico della Cina – ha concluso Ma – preferiamo mantenere questo status quo e non considerare una tabella di marcia per il riavvicinamento, che in ogni caso dovrebbe essere sottoposto al voto di tutta la popolazione".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Legge antisecessione di Pechino; legge anti-annessione di Taiwan
24/02/2005
Nuovo segno di distensione fra Pechino e Taipei: il presidente del Kmt visita la Cina
19/05/2008
Hu Jintao "si congratula" con Ma Ying-jeou, nuovo capo del Kmt a Taiwan
18/07/2005
Taipei, si insedia Tsai Ing-wen: Rispetto la storia, ma Taiwan viene prima
20/05/2016 09:03
Washington: "La crisi Pechino-Taipei si risolve solo con il dialogo"
01/03/2006


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”