13/09/2016, 14.50
INDIA
Invia ad un amico

Nagpur: una processione per Madre Teresa, “missionaria al 100%”

di Santosh Digal

Hanno partecipato migliaia di fedeli cattolici e rappresentanti delle comunità islamica e sikh. Presenti le massime autorità statali del Maharashtra e rappresentanti del governo di Delhi. La fiaccolata e la recita del Rosario; il messaggio di benedizione di papa Francesco.

Nagpur (AsiaNews) – Migliaia di cattolici, ma anche rappresentanti delle comunità islamica e sikh, hanno celebrato la canonizzazione di Madre Teresa con una processione organizzata dall’arcidiocesi di Nagpur, nel Maharashtra. La festa si è svolta lo scorso 11 settembre, alla presenza del chief minister Devednra Fadnavis che ha lodato la santa di Calcutta per le opere compiute in vita e per la sua somiglianza con la vita dei santi indiani.

Nell’omelia mons. Abraham Viruthakulangara, arcivescovo di Nagpur, ha affermato: “Madre Teresa ha toccato la vita delle persone di ogni fede. Lei era una missionaria al 100% e ha messo in pratica quello che professava, cioè amare fino a che fa male”.

La processione è durata circa un’ora. Ha preso il via dall’esterno di Shanti Bhavan, la casa delle Missionarie della Carità, e si è conclusa alla cattedrale di san Francesco di Sales. Durante il percorso i fedeli hanno recitato il Rosario, intonato inni e offerto preghiere. Tutti – politici, autorità ecclesiastiche, fedeli – hanno marciato portando una candela e invocando l’intercessione della nuova santa.

Il programma della festa è proseguito con una messa di ringraziamento. In seguito p. Jerome Pinto, vicario generale di Nagpur, ha letto un messaggio contenente la benedizione di papa Francesco per l’arcidiocesi.

Alle celebrazioni erano presenti le più alte cariche politiche, di vari schieramenti. Nitin Gadkari, ministro dell’Unione per i Trasporti stradali, ferroviari e marittimi, ha ringraziato santa Teresa per “la cura e l’attenzione mostrate nei confronti di sofferenti e moribondi”. La rappresentante del governo di Delhi ha esaltato anche il lavoro delle Missionarie, che “mantengono viva l’eredità di Madre Teresa in molte zone del Paese e nel mondo”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mons. D’Souza: Madre Teresa sarà la co-patrona di Calcutta
05/09/2017 08:34
Suore di Madre Teresa, ‘missionarie della prima linea’ nei pogrom dell’Orissa
01/09/2017 12:43
Vescovo di Vasai: Madre Teresa, la “santa dei bassifondi” che ha messo al centro i poveri
08/09/2016 15:36
Vescovo di Pune: Amore e umiltà, il fascino speciale di Madre Teresa
06/09/2016 16:09
Orissa, una nuova “Via Madre Teresa” dedicata alla Santa di tutti
01/09/2016 08:56


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”