24/11/2022, 10.15
BANGLADESH
Invia ad un amico

Natore: un nuovo sacerdote e due suore nella stessa famiglia

di Sumon Corraya

Il diacono Uzzal Reberio è stato ordinato sacerdote. Le sue due sorelle maggiori erano entrate a far parte della congregazione religiosa nel 2020 e nel 2012. Mons. Gervas Rozario, vescovo di Rajshahi e vice presidente della Conferenza episcopale cattolica del Bangladesh: "Sono molto felice perché anch'io sono figlio della parrocchia di Bonpara".

Natore (AsiaNews) - Il 18 novembre iI vescovo della diocesi di Rajshahi, Gervas Rozario, nella parrocchia di Bonpara a Natore, dove erano presenti 50 sacerdoti, 60 suore e oltre 2mila fedeli cattolici, ha ordinato sacerdote il diacono Uzzal Reberio. Una normale ordinazione, se non fosse che anche le sorelle maggiori di p. Uzzal si sono dedicate alla vita consacrata.

“Da piccolo sono diventato chierichetto e già allora avevo il desiderio di diventare sacerdote. Poi ho visto la vita santa di alcuni religiosi che mi hanno ispirato”.

Le sorelle maggiori, Chondona e Hira, hanno preso i voti nel 2012 e nel 2020 entrando a far parte delle Suore dell’Addolorata. 

Il padre, Bejoy Reberio, che lavorava come negoziante, era rimasto vedovo nel 1990 e si era risposato nel 1991. Da quell’unione era nato p. Uzzal, mentre le sorelle sono figlie della prima moglie. Ma la famiglia Reberio è sempre stata molto unita, anche dopo la morte del padre nel 2016. "Nostro padre ci ha sempre mostrato il suo amore e ci ha cresciuti nell’unità. Conduceva una vita spirituale e la sera recitavamo insieme il rosario", ha raccontato p. Uzzal.

"Il mio cuore è pieno di gioia per l’ordinazione di mio fratello", ha detto ad AsiaNews sr. Chondona, 10 anni più grande di p. Uzzal. "Questo dimostra che i sacrifici non sono mai vani. Quando abbiamo perso nostro padre eravamo preoccupati, ma i parrocchiani, il nostro sacerote e i nostri parenti hanno partecipato attivamente all’ordinazione di nostro fratello che si è conclusa in maniera positiva".

Alla domanda su cosa li abbia spinti, in quest’era moderna, a consacrarsi alla vita religiosa, Sr. Chondona ha risposto: "La nostra casa è vicina alla chiesa di Bonpara. Abbiamo sempre incontrato molti sacerdoti e suore che venivano a farci visita anche a casa. Io sono stata educata in un collegio missionario e dopo aver visto la testimonianza di vita delle suore ho voluto anch’io dare la mia testimonianza di Gesù Cristo". 

Anche Hira, la sorella più giovane, di 34 anni, è entrata nella congregazione delle Suore dell’Addolorata. "Lei lavora a Rajshahi come assistente insegnante mentre io sono a Dhaka nella nostra scuola come direttrice e superiora", ha continuato sr. Chondona. “Abbiamo bisogno della preghiera e del sostegno di tutte le persone affinché possiamo mantenere lo spirito della nostra vita religiosa". 

Mons. Gervas Rozario, vescovo di Rajshahi e vice presidente della Conferenza episcopale cattolica del Bangladesh, ha dichiarato: "Sono molto felice dell’arrivo di don Uzzal come sacerdote perché anch'io sono figlio della parrocchia di Bonpara". Il vescovo ha ringraziato la famiglia di p. Uzzal che lo ha aiutato a ricevere la formazione per diventare sacerdote.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nel 2016 il Bangladesh ha 13 nuovi sacerdoti. “I seminari sono pieni di giovani”
02/01/2017 12:06
Bonpara, una intera famiglia riceve il battesimo a Pasqua (Video)
19/04/2017 12:11
Bonpara, da 50 anni le suore del Pime curano musulmani, indù e cattolici
17/10/2016 11:12
Rajshahi, la Caritas festeggia il Natale con i bambini poveri delle baraccopoli
16/12/2019 11:17
Giustizia e pace: Condividere la gioia del Natale con il ricco e il povero
06/12/2019 14:31


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”