21/01/2014, 00.00
UAE
Invia ad un amico

Negli Emirati fumare in macchina in presenza di un bambino costerà una multa di 100 euro

E' una delle sanzioni previste dalla legge anti-tabacco che entra in vigore oggi negli Emirati arabi. Da oggi, inoltre, sarà vietato vendere tabacco in negozi situati nelle vicinanze delle scuole, giornali, radio e televisioni non potranno fare alcune forma di pubblicità delle sigarette e sarà difficile fumare in luoghi pubblici, come ristoranti e centri commerciali.

Abu Dhabi (AsiaNews/Agenzie) - Essere sorpresi a fumare in automobile costerà 500 dirham (poco più di 100 euro), se nella vettura c'è un bambino di 12 anni. E' una delle sanzioni previste dalla legge anti-tabacco che entra in vigore oggi negli Emirati arabi. Da oggi, inoltre, sarà vietato vendere tabacco in negozi situati nelle vicinanze delle scuole, giornali, radio e televisioni non potranno fare alcune forma di pubblicità delle sigarette e sarà difficile fumare in luoghi pubblici, come ristoranti e centri commerciali.

"La legge - ha dichiarato al Gulf News Widad Al Maidour, capo del controllo del tabacco al Ministero della sanità - vuole rendere difficile per i fumatori accendere una sigaretta". Il medico ha aggiunto che le previsioni devono essere ampliate per impedire di fumano nei pressi dei centri commerciali. "I comuni devono garantire il divieto di fumare ad almeno 25 metri dall'ingresso per proteggere i non-fumatori".

"In sostanza, le persone che trovano gli altri di fumare nei luoghi pubblici dovrebbero essere in grado di protestare con le autorità contro questa pratica dannosa. L'attuazione di queste norme, tuttavia, dipende dalle autorità. Ad esempio, la polizia stradale dovrebbe arrestare persone trovate a fumare in auto se sono con un bambino di 12 anni o più giovane". E questo perché un danno grave per i più giovani è causato dal fumo passivo

Per garantire la possibilità di denunciare le violazioni, il dottor Widad spera di istituire un numero verde col quale sia possibile indicare gli esercizi che violano la legge. "La cosa più importante - aggiunge il dottor Shamil Wanifaratne - della nuovo legge è il messaggio che il fumo non è accettabile. E' un'abitudine fuori moda". Per rendere più evidenti i danni del fumo per la salute è stata anche avanzata al Ministero della salute la proposta di rendere più incisive le immagini di avvertimento sui pacchetti di sigarette.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”