20/02/2013, 00.00
NEPAL
Invia ad un amico

Nepal, il presidente della Corte suprema sarà il nuovo Primo ministro

di Kalpit Parajuli
Khilraj Regmi sostituirà il maoista Baburan Bhattarai. I principali partiti politici hanno accettato la sua nomina. Egli dovrà traghettare il Paese fino all'elezione della nuova assemblea costituente previste per il 5 giugno. Protestano i partiti minori che giudicano incostituzionale la nomina di un giudice come Premier.

Kathmandu (AsiaNews) - Il presidente della Corte suprema Khilraj Regmi è il nuovo Primo ministro del Nepal. Egli sostituirà il maoista Baburan Bhattarai in carica dal 28 agosto 2011. L'ex Premier è stato fra i grandi promotori di un governo tecnico apolitico per fermare le frizioni fra i vari partiti che da oltre cinque anni rendono il Paese ingovernabile e privo di una costituzione.  Il nuovo Primo ministro - il quarto dalla caduta della monarchia nel 2007 - avrà il compito di traghettare il Nepal alle prossime elezioni dell'Assemblea costitutente in programma per il 5 giugno 2013.

Regmi ha già avuto il consenso dei partiti più importanti fra cui il Congress Party (Partito conservatore) e lo Unified Communist Party of Nepal-Maoist ed è in attesa dell'approvazione del presidente Ram Barav Yadav.

Il suo insediamento è previsto nei prossimi giorni. Tuttavia molti movimenti politici hanno già annunciato manifestazioni giudicando la sua nomina incostituzionale. Infatti, egli manterrà la carica di giudice contravvenendo alla norma che prevede la separazione dei poteri. 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nuove tensioni tra ribelli maoisti e governo
26/10/2009
Nepal: fallita l’elezione del premier. I maoisti chiedono un governo di “consenso” nazionale
28/09/2010
Prachanda: “Fedele alla nazione e a tutti i nepalesi”
19/08/2008
Nepal, i maoisti tornano al governo dopo due anni
29/08/2011
Si dimette il Primo ministro del Nepal
01/07/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”