23/08/2007, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Proteste studentesche, coprifuoco e università chiuse in sei città

Il provvedimento del governo provvisorio, dopo 3 giorni di scontri tra polizia ed esercito, con un morto e 200 feriti. I dimostranti chiedono la fine dello stato d’emergenza, mentre la protesta assume i caratteri di una vera e propria sollevazione popolare.

Dhaka (AsiaNews) - Dopo tre giorni di violenti scontri tra studenti e polizia, che hanno causato un morto e 200 feriti, ieri il governo provvisorio del Bangladesh ha chiuso college e università ed imposto il coprifuoco a tempo indeterminato in 6 città, tra cui la capitale.

 Gli scontri sono iniziati lo scorso 20 agosto al campus universitario di Dhaka in seguito al pestaggio di due studenti da parte di militari di stanza all’ateneo cittadino. Come richiesto dal corpo docenti e dagli studenti, ieri le autorità hanno ritirato l’esercito dal campus, ma ormai la protesta era dilagata fuori città trasformandosi in una vera e propria sollevazione popolare. Le città interessate al coprifuoco, oltre Dhaka, sono Rajshahi, Chittagong, Sylhet, Baribal e Khulna.

 Gli studenti, a cui si sono uniti ieri anche altre categorie di cittadini come commercianti e taxisti, chiedono la fine della legislazione d’emergenza; imposta 6 mesi fa dal governo salito al potere a gennaio, con l'appoggio dei militari. Lo stato d’emergenza  vieta tra l’altro anche le manifestazioni di piazza. Il presidente Iajuddin Ahmed aveva annullato le elezioni previste in primavera, promettendo di combattere la corruzione e di indire nuove consultazioni democratiche "entro il 2008", dopo aver "restituito il Paese alla normalità". Ma la gente  sembra ormai stanca. La popolazione – riferiscono esperti locali – ha visto deluse le aspettative che riponeva nell’avvento del nuovo governo, mentre continua a sperimentare un insostenibile aumento del costo della vita e instabilità politica.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sospeso il coprifuoco, arrestati 4 professori
24/08/2007
La monarchia thai, il ‘playboy’ Rama X e lo scontro fra lealisti e riformisti
14/10/2020 09:31
Bangkok, studenti pro-democrazia: via il premier golpista e riforma della monarchia
21/09/2020 11:44
Bangkok, proteste anti-governative: attese domani 100mila persone
18/09/2020 14:29
Bangkok, tornano in cella due leader democratici
04/09/2020 10:40


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”