15/06/2022, 08.48
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Seoul, revocato lo sciopero dei trasportatori: sindacati e governo firmano l’intesa

Le notizie di oggi: la carta che identifica i tifosi ai mondiali non prevede Taiwan, solo la Cina; contro la crisi economica, Colombo approva la settimana lavorativa di quattro giorni nel settore pubblico; tribunale d'appello saudita conferma la condanna a morte a imputato minorenne al tempo del reato; Phnom Penh condannata a sei anni per tradimento avvocata cristiana cambogiana con passaporto Usa; il dissidente Naval’nyj trasferito in una località sconosciuta. 

COREA DEL SUD
I camionisti sud-coreani hanno concluso lo sciopero dopo la firma ieri dell’accordo fra ministero dei Trasporti e rappresentanti di categoria. Le parti hanno raggiunto l’intesa sul salario minimo, concludendo otto giorni di agitazioni che hanno paralizzato l’industria e interrotto la filiera commerciale con perdite di 1,2 miliardi di euro in mancata produzione e consegne non avvenute. 

ARABIA SAUDITA
La Corte di appello saudita ha confermato la pena di morte a carico di Abdullah al-Huwaiti, condannato per crimini commessi quando era ancora minorenne. Egli era stato arrestato nel 2017 quando aveva solo 14 anni e ha ricevuto la condanna quando ne aveva 17, riconosciuto colpevole di omicidio e rapina a mano armata. Attivisti parlano di giudizio che contrasta tutti gli appelli Onu. 

TAIWAN - CINA
Una carta d’identità che funge anche da visto per i Mondiali in Qatar potrebbe identificare i tifosi di Taiwan come provenienti dalla Cina. Gli abitanti dell’isola, rivendicata come parte del territorio da Pechino, lamentano di non potersi registrare come taiwanesi. All’atto di registrazione, il menù a tendina non prevede Taipei e nemmeno il termine “Taipei cinese” usato nelle competizioni sportive. 

SRI LANKA
Colombo ha approvato la settimana lavorativa di quattro giorni nel pubblico, per permettere ai dipendenti di fronteggiare la cronica mancanza di carburante e beneficiare di un po’ di tempo per coltivare cibo. Molti dei 22 milioni di abitanti del Paese devono fare ore di fila alle stazioni di servizio e hanno sofferto lunghe interruzioni di corrente per mesi. Mancano anche cibo e medicine. 

CAMBOGIA
Un tribunale di Phnom Penh ha condannato a sei anni di carcere un’avvocatessa di primo piano cristiana con doppia nazionalità cambogiana e statunitense per tradimento. La sentenza è giunta all’interno di un processo di massa contro attivisti e voci critiche del partito al potere. Theary Seng era alla sbarra assieme ad altri 130 imputati, molti dei quali appartenenti al disciolto partito di opposizione Cnrp

RUSSIA
Aleksej Naval’nyj è stato infine trasferito dal lager della provincia di Vladimir, dove si trova da oltre un anno, ma non si sa quale sia la nuova destinazione come ha rivelato il suo avvocato Kira Jarmish. Il legale doveva incontrarsi con il suo cliente, ma all’ingresso del lager le hanno detto che non si trova più lì, è si saprà dove si trova solo quando avrà raggiunto la nuova meta.

UZBEKISTAN
I soccorritori uzbeki della Protezione Civile sono riusciti in un’impresa fallita in altri Paesi in simili condizioni, salvando un bimbo di 6 anni che era precipitato in pozzo artesiano alla profondità di 25 metri, nel villaggio di Langar della provincia di Chirakchinsk, regione di Kashkadar. Il bimbo è rimasto intrappolato nella fossa due giorni e due notti, ma è in buona salute.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Jakarta: Putin e Xi presenti al G-20 di Bali a novembre
19/08/2022 08:51
Kabul, almeno 10 vittime e diversi feriti in un attentato in moschea. Morto l’imam
18/08/2022 08:54
Attacchi coordinati nel sud della Thailandia, almeno sette feriti
17/08/2022 08:48
Chengdu, raid della polizia in una comunità protestante: un arresto e 50 denunce
16/08/2022 08:48
Afghanistan, raid Usa: ucciso il leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri
02/08/2022 08:49


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”