22/02/2022, 11.38
IRAN - QATAR
Invia ad un amico

Teheran e Doha studiano il tunnel ‘più lungo al mondo’

Il progetto collegherebbe la cittadina portuale iraniana di Deyyar con un punto (imprecisato) del Qatar. Un tragitto sotterraneo di oltre 190 km, con una tratta stradale e una ferroviaria sebbene la prima risulti più difficile. Il presidente Raisi a Doha per firmare quattro accordi di cooperazione, dall’energia ai trasporti.  

Doha (AsiaNews) - Teheran intende avviare studi di fattibilità per costruire quello che sarebbe “il tunnel più lungo al mondo”, in grado di garantire un collegamento fisico fra la Repubblica islamica e il Qatar passando al di sotto delle acque del Golfo. Il progetto è al centro dei colloqui fra il ministro iraniano dei Trasporti Rostam Qasemi con l’omologo di Doha in corso questa settimana, in concomitanza con la visita ufficiale del presidente Ebrahim Raisi nell’emirato arabo. Lo scavo, secondo i media iraniani, dovrebbe congiungere la cittadina portuale di Deyyar con un punto al momento ancora imprecisato del Qatar. 

L‘amministratore delegato dell’Ente iraniano per i porti e il mare Ali Akbar Safaei ha sottolineato che l’opera - dagli ingenti costi - porterebbe “grandi sviluppi” sia per Teheran che per Doha; tuttavia, allo stato attuale l’economia della Repubblica islamica versa in condizioni di crisi e, nel caso di inizio dei lavori, il finanziamento andrebbe a ricadere in gran parte sulle spalle del Qatar. 

Il punto più vicino fra le due coste dista circa 190 km ed è tre volte maggiore del tunnel adibito ai trasporti più lungo esistente oggi al mondo: un tratto di 68 km della metropolitana numero 6 di Chengdu, nel sud-ovest della Cina. Esso sarebbe anche cinque volte più lungo dell’attuale tunnel sottomarino più vasto al mondo, quello che collega Francia e Regno Unito passando sotto la manica per un tragitto di 38 km. Un altro tunnel, quello di Seikan che collega le isole giapponesi di Honshu e Hokkaido sotto lo stretto di Tsuguru, ha una tratto sottomarino di 23,3 km.

Il collegamento sotto le acque del Golfo dovrebbe ospitare sia una tratta stradale che ferroviaria, sebbene il primo risulti poco fattibile per la distanza elevata. Attualmente il tunnel stradale più lungo al mondo è quello di Lærdal, in Norvegia, di 24,5 km e ha richiesto studi approfonditi per evitare il fenomeno della claustrofobia o della distrazione che potrebbe colpire gli automobilisti; esso è dotato di anfratti ogni 6 km provvisti di speciale illuminazione e punti di riposo.

Il primo passo sarà la formazione di un comitato congiunto Qatar e Iran che dovrà analizzare il progetto, valutando costi e benefici.

Ieri, intanto, il presidente iraniano Ebrahim Raisi è giunto in Qatar per una storica visita in cui è prevista la firma di accordi economici di primo piano. Secondo al-Jazeera nella due giorni di permanenza è in calendario anche la partecipazione al Forum dei Paesi esportatori di gas (Gefc) in corso di svolgimento a Doha. In programma anche l’incontro con l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani con il quale presiederà alla cerimonia della firma: il primo accordo riguarda proprio la realizzazione del tunnel sottomarino; il secondo l’avvio di collegamenti marittimi; il terzo la cooperazione nello sviluppo del commercio via mare; il quarto prevede infine collegamenti aerei tramite le compagnie commerciali del Qatar. Durante i colloqui verrà affrontato il tema delle forniture elettriche: secondo l’agenzia iraniana Fars, infatti, Teheran sarebbe interessata all’utilizzo della produzione in eccesso dal Qatar con un collegamento tramite cavi sottomarini.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Qatar 2022: Teheran offre aiuto a Doha per ospitare le delegazioni ai mondiali
13/11/2018 08:36
Crisi del Golfo: Doha ringrazia Teheran per il sostegno economico e diplomatico
18/05/2018 08:45
Schiaffo del Qatar ai sauditi: Doha rilancia le relazioni diplomatiche con l’Iran
24/08/2017 11:28
No a Iran, terroristi e al-Jazeera: le condizioni di Riyadh a Doha per chiudere la crisi
23/06/2017 08:52
Dall’Iran cibo e materie prime al Qatar per arginare il blocco dei Paesi del Golfo
12/06/2017 08:54


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”