11/07/2022, 08.54
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Yangon, la giunta militare installerà telecamere cinesi per il riconoscimento facciale

Le altre notizie del giorno: è arrivata la conferma che la madre del killer di Abe appartenesse alla Chiesa dell'Unificazione, nuova campagna di test di massa a Shanghai, Rajapaksa dovrebbe lasciare il 13 luglio ma ancora nessuna sua dichiarazione, continua la svalutazione della lira libanese, prigionieri russi inviati al fronte per reati ancora da giudicare.

MYANMAR

La giunta militare golpista del Myanmar sta installando telecamere di fabbricazione cinese con capacità di riconoscimento facciale in più città del Paese. Il nuovo progetto si aggiunge alle telecamere a circuito chiuso installate in altre 5 città dal governo guidato da Aung San Suu Kyi spodestato dai militari a febbraio 2021. Diverse fonti temono che i nuovi sistemi di videosorveglianza verranno usati per intensificare la repressione contro gli attivisti anti-golpe.

SRI LANKA

Il presidente Gotabaya Rajapaksa ha confermato che darà le dimissioni, ha fatto sapere l’ufficio del primo ministro, mentre i manifestanti stanno ancora occupando il palazzo presidenziale e la residenza del premier. Il portavoce del parlamento aveva detto che Rajapaksa si sarebbe dimesso il 13 luglio. Dal presidente, che potrebbe trovarsi su una nave della marina, ancora nessuna voce diretta.

CINA

Dopo aver rivelato la nuova sottovariante omicron del covid-19, Shanghai si prepara a un’altra campagna di test di massa. Le autorità locali hanno invitati i 25 milioni di cittadini a sottoporsi ai tamponi nei prossimi giorni. Il governo centrale ha detto che i lockdown devono essere quanto più localizzati possibile per ridurre i danni all’economia.

GIAPPONE

La madre dell’assassino di Shinzo Abe apparteneva alla Chiesa dell’Unificazione. La conferma è arrivata da Tomihiro Tanaka, presidente del ramo giapponese della setta religiosa. Tanaka si è rifiutato di commentare le donazioni della madre del killer, che l’avrebbero ridotta alla bancarotta. Tanaka ha inoltre aggiunto che Abe non faceva parte della congregazione.

COREA DEL SUD

Il presidente della Corea del Sud, Yoon Suk-yeol, sospenderà i briefing informali con i media che tiene quasi ogni giorno da quando è entrato in carica a maggio. Il suo ufficio ha citato un numero crescente di infezioni da covid-19, ma è probabile che il governo voglia evitare domande scomode su scandali emersi di recente nel partito. L’indice di approvazione di Yoon è passato dal 52 al 37%.

LIBANO

In Libano i dipendenti pubblici hanno deciso di scioperare a tempo indeterminato a causa degli stipendi troppo bassi., bloccando scuole, aeroporti e tribunali. Il problema è la svalutazione della lira libanese: un salario mensile di 450 dollari nel 2019 ora ne vale 24.

IRAN

L’Iran rimane uno degli alleati più fedeli di Mosca, ma la guerra russa in Ucraina lo sta mettendo a dura prova per le interruzioni di fornitura del grano, che veniva importato soprattutto dall’Ucraina e dalla Russia stessa. L’aumento dei prezzi degli alimentari sta suscitando diversi disordini nelle città iraniane, e la Russia non sembra essere molto disponibile a venire incontro alle esigenze del Paese alleato.

RUSSIA

In varie località della Russia, come nella regione di Nižnij Novgorod, in Mordovia e nella regione di Krasnojarsk in Siberia, si moltiplicano le segnalazioni di prelevamento forzato delle persone per destinazione sconosciuta, per poi scoprire che vengono inviate forzatamente alla guerra in Ucraina come prigionieri per reati ancora da giudicare.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Prima esecuzione pubblica dei talebani afghani ispirata alla sharia
08/12/2022 08:12
Teheran: l’ex presidente Khatami sostiene le proteste anti-governative
07/12/2022 08:48
Jakarta approva la legge che punisce il sesso extra-matrimoniale
06/12/2022 08:53
L’appello di Asia Bibi per le vittime della legge sulla blasfemia in Pakistan
05/12/2022 08:54
Onu: cristiani iracheni vittime di crimini contro l’umanità e di guerra dell’Isis
03/12/2022 08:56


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”