Baoding, sacerdoti, suore e seminaristi portati via da forze del governo

Portato via anche p. Lu Genjun, già vicario generale della diocesi. Il fatto è avvenuto solo poco tempo dopo il rinnovo dell’accordo provvisorio fra Cina e Vaticano. Il vescovo di Baoding, mons. Giacomo Su Zhimin è scomparso nelle mani della polizia dal 1997 e di lui non si sa più nulla.


Baoding (AsiaNews) – Fonti cattoliche dell’Hebei affermano che la mattina del 2 novembre, due sacerdoti della comunità non ufficiale di Baoding e più di una dozzina fra seminaristi e suore della stessa comunità sono stati portati via da rappresentanti e forze del governo. Dopo alcune ore, due seminaristi sono stati rilasciati.

Lo stesso giorno, p. Lu Genjun, già vicario generale di Baoding, è stato portato via. Fino ad oggi nessuno conosce il luogo dove sono rinchiusi.

Un sacerdote della comunità sotterranea di Baoding, commentando l’accaduto, ha fatto notare che il sequestro è avvenuto solo poco tempo dopo il rinnovo dell’accordo provvisorio fra Cina e Vaticano. Egli ha chiesto a tutti i cattolici di pregare per i sequestrati e per la piena libertà religiosa in Cina.

La diocesi di Baoding, con oltre 500mila fedeli, è uno dei capisaldi della comunità non ufficiale. Il suo vescovo, mons. Giacomo Su Zhimin, è scomparso nelle mani della polizia dal 1997 e da allora non si conosce nulla del suo destino.

Il suo vescovo coadiutore Francesco An Shuxin, dopo un lungo periodo di prigionia, ha deciso di entrare nell’ufficialità.

CHINA-Faithful.jpg