Hong Kong: liberata dal carcere l’attivista democratica Agnes Chow

In dicembre era stata condannata a 10 mesi di prigione per il suo ruolo nell’assedio della stazione di polizia di Wan Chai. Per lo stesso fatto, avvenuto il 21 giugno 2019,  sono ancora in prigione Joshua Wong e Ivan Lam. Tra i leader del movimento anti-estradizione, Chow avrebbe ottenuto uno sconto di pena per buona condotta.


Hong Kong (AsiaNews) – Agnes Chow è uscita stamane di prigione dopo una detenzione di sette mesi. La nota attivista democratica era stata condannata in dicembre a 10 mesi di carcere per aver promosso una protesta anti-governativa il 21 giugno 2019. Quel giorno migliaia di persone hanno assediato la sede centrale della polizia a Wan Chai, chiedendo all'esecutivo cittadino di ritirare la proposta di legge sull’estradizione e alle Forze dell’ordine di smettere di descrivere le manifestazioni pro-democrazia come “sommosse”.

Per gli stessi fatti, i giudici hanno incarcerato altri due giovani leader democratici: Joshua Wong e Ivan Lam. I tre si sono riconosciuti colpevoli per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla repressione in atto a Hong Kong contro il fronte democratico.

Wong, Chow e Lam sono tra i fondatori di Demosisto, partito indipendentista dissolto dopo l’approvazione nel giugno 2020 della draconiana legge sulla sicurezza voluta da Pechino.

Chow avrebbe ottenuto uno sconto di pena per buona condotta. All’uscita dal penitenziario di Tai Lam, la giovane attivista non ha rilasciato dichiarazioni e si è allontanata in auto accompagnata da amici e sostenitori filo-democratici.

ITYOCKYVIBO2LN27PA5IQYIJZI.jpg