09 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 10/05/2005, 00.00

    Cina

    Cina: è morto Zhang Chunqiao, membro della Banda dei 4



    Pechino (AsiaNews/Agenzie) - Zhang Chunqiao, membro della famosa Banda dei 4 – guidata da  Jiang Qing, seconda moglie di Mao Tse-tung – è morto di cancro il 21 aprile, ma il fatto è stato reso noto solo oggi. E' la prima notizia ufficiale che viene pubblicata su di lui in Cina da decenni.

    Zhang, 88 anni, era stato arrestato nel 1976 dopo un tentativo di colpo di Stato in cui la Banda dei 4 – subito dopo la morte di Mao - aveva cercato di conquistare il potere. Nel gennaio 1981 era stato condannato a morte dalla Suprema corte del popolo: la sentenza era stata sospesa per 2 anni e, nel 1983, commutata all'ergastolo. Dopo alcuni anni la pena era stata ulteriormente ridotta a 18 anni di carcere e nel gennaio 1998 è stato rilasciato per motivi di salute.

    Yao Wenyuan, l'unico membro ancora in vita della Banda, è stato liberato nel 1996 dopo aver scontato una pena di 20 anni di carcere per "crimini sovversivi": di lui non si hanno più notizie.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/05/2006 cina
    Shanghai: vittime della Rivoluzione Culturale chiedono il risarcimento per le violenze subite

    La piccola manifestazione ha rotto il muro di silenzio imposto dal governo. Le vittime del "grande caos" chiedono anche il ritorno delle proprietà illegalmente requisite dallo stato.



    28/04/2016 11:45:00 CINA
    Xi Jinping e le religioni: il Partito le deve guidare con “efficacia” e “con la forza”

    Il prof. John Mok Chit Wai, dell’Università cinese di Hong Kong, mette in luce le intenzioni del presidente Xi verso le religioni. Nessuno spazio alle fedi, senza sottomissione al Partito. Per alcuni è l’inizio di una “Seconda Rivoluzione culturale” per decimare le religioni”.



    11/02/2016 14:38:00 CINA
    Xi Jinping usa la “cultura tradizionale” per lanciare un nuova Rivoluzione culturale

    Nel 50mo anniversario dell’inizio della disastrosa campagna ideologica lanciata da Mao Zedong, il suo successore accumula potere, costruisce un culto della personalità che non ha precedenti in epoca moderna, mette nel mirino ogni “influenza straniera” che possa “destabilizzare” la Cina. La feroce persecuzione dei cristiani ne è una prova lampante. E l’ossequio dei suoi sottoposti non fa ben sperare per il futuro. Un’analisi del grande esperto di Cina, per gentile concessione della Jamestown Foundation. Traduzione a cura di AsiaNews.



    25/02/2015 CINA
    La Chiesa cinese piange p. Ye Yaomin, morto a 105 anni. Ha passato 25 anni ai lavori forzati
    Era il sacerdote più anziano del Paese. Sul letto di morte ha pregato perché fioriscano nuove vocazioni per la Chiesa locale e ha condannato l'odio, che "è sempre un peccato". Fonti cattoliche di AsiaNews: "Era l'ultimo del gruppo degli 'anziani', ordinati prima dell'avvento di Mao. Avevano mantenuto intatte la fede e la dignità".

    07/10/2006 CINA
    Celebrato nel silenzio il 30° anniversario della caduta della Banda dei Quattro
    Storici e studiosi cinesi denunciano: la leadership attuale passa sotto silenzio ogni data sensibile per non confrontarsi con la storia, ma questo crea un vuoto nella popolazione che non ha percezione della storia del Paese.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®