Rubrica Mondo russo

Mondo russo
di Stefano Caprio

Che appoggino incondizionatamente il patriottismo militante, che sperino soltanto nella fine dell’incubo o cerchino timidamente di opporsi rischiando il lager e l’espulsione dalla vita sociale in ogni altro modo, tutti i russi guardano al futuro con un senso di smarrimento e incertezza, rabbia e senso di colpa, frustrazione e orrore del vuoto.

| 26/11/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Gli ucraini non devono cercare la “vendetta sui russi”, ma il trionfo della via democratica della società, ispirando non l’esportazione forzata del proprio sistema, ma un vero confronto di civiltà, che nel nostro tempo sta venendo a mancare sempre di più.

| 19/11/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Dopo il ritiro da Kherson la guerra sul campo sembra bloccarsi nel confronto di trincea tra le due sponde del Dnepr, tornando a una condizione simile a quella sperimentata nel 1480 nel cosiddetto “Confronto sull’Ugra”. Allora le due forze dell’Oriente e dell’Occidente scelsero di non proseguire la lotta, e la Russia cominciò la sua rinascita fino a sognare di poter diventare la “terza Roma”.

| 12/11/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Celebrando il 4 novembre la torbida memoria seicentesca, i russi trovano le ragioni per proseguire nella grande guerra difensiva, ora di fatto impantanata nei fanghi tardo-autunnali delle zone annesse. Ma invece di selezionare eventi passati di gloria imperiale, sarebbe stato meglio non oscurare un’altra data simbolica: quella del 30 ottobre, la memoria dei dissidenti sovietici, oggi cancellata d’autorità.

| 05/11/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Lo “zar” russo parla di guerra “difensiva” e salvifica per costruire un mondo nuovo guidato dalla Russia. Mosca si considera il “vero Occidente”, quello delle tradizioni. Per sopravvivere, il presidente russo spera in cambiamenti politici favorevoli in Europa e negli Usa.

| 29/10/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

A otto mesi dall'inizio della guerra e con l'incombere dell'inverno quali sono le possibili vie d'uscita dallo scenario apocalittico? Per "fermare la follia" come supplica papa Francesco occorrerebbe compromessi che nessuna delle due parti vuole accettare. Ma anche la vittoria di una sull'altra - oltre che improbabile - sarebbe solo la garanzia di una divisione perenne. Bisognerebbe gettare le maschere ipocrite e mettere sul tavolo ciò che veramente desideriamo.

| 22/10/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Il grande scrittore russo Viktor Erofeev ha accostato il presidente - con i suoi risentimenti e le manie belliche - ai "banditi di strada" che intendono riprendersi il mondo e vendicarsi di tutte le umiliazioni subite. La “russofobia” è una delle principali motivazioni della guerra di Putin, ma il problema è che non si tratta di un sentimento solo degli avversari, quanto una parte della stessa “anima russa”. 

| 15/10/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Il Nobel al bielorusso Ales Bialjatskij, il movimento Memorial e il Centro per le libertà civili dell’Ucraina esprime una visione del mondo che contesta radicalmente quella esaltazione dell’identità “sovrana” che ha portato alla guerra. E dice la che risposta ad ogni “egemonia” sta nella difesa della libertà, dei popoli e degli individui.

| 08/10/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Tra la protesta e la fuga, in Russia oggi sembra predominare la rassegnazione. I russi hanno paura di perdere Putin, perché non sanno che cosa li può aspettare dopo. Il grigiore di Kirill e la profezia del teologo ortodosso Georgij Kočetkov: "Che ognuno di noi impari a vivere in Cristo, così da non vergognarsi della propria fede e della propria vita… Bisogna cercare la via del servizio a Dio e al prossimo, anche se davanti a te c’è un nemico".

| 01/10/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

La “religione del fuoco” ha devastato e distrutto centinaia di chiese, e proprio Kirill ha annunciato anche il nuovo programma di restauro degli edifici crollati sotto le bombe da lui stesso auspicate, e sostenute con la preghiera.

| 24/09/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

La morte di Gorbacev e della regina Elisabetta, il papa in Asia Centrale, la guerra in Caucaso e la controffensiva ucraina, il viaggio di Xi Jinping: tutti eventi che evocano la fine di una stagione, per lasciare spazio a un mondo ancora tutto da descrivere.

| 17/09/2022
| MONDO RUSSO

Senza gli “agenti stranieri” la Russia non sarebbe la Russia, a cominciare dai metropoliti inviati da Costantinopoli a cristianizzare la Rus’ di Kiev. E forse nessun Paese sarebbe veramente se stesso senza l’influsso dei vicini e dei lontani.

| 10/09/2022
| MONDO RUSSO

L’apertura alla libertà religiosa non faceva parte del programma iniziale delle riforme. Furono le vicende seguite al disastro di Černobyl a costringere il segretario-presidente a modificare il suo atteggiamento, fino alla sintonia tra che stabilì con Giovanni Paolo II. Ma i russi gli rimproverano la fine dell’Urss come rinuncia al ruolo di potenza mondiale.

| 03/09/2022
| MONDO RUSSO

Sulla mancata disponibilità all'incontro in Kazakistan ha pesato anche il timore che a Nur-Sultan qualche voce dal mondo ortodosso potesse far risuonare le accuse di "filetismo". Ma la cultura e la tradizione russa sono un patrimonio universale dell’intera cristianità. E quando (speriamo il più presto possibile) taceranno le bombe per ricostruire, l'abbraccio tra Francesco e Kirill sarà quanto mai necessario.

| 27/08/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

In due discorsi di questi giorni il presidente Putin e il patriarca di Mosca Kirill sono tornati a mostrare come l'obiettivo della guerra non sia solo l’Ucraina ma l’intero Occidente, con il suo modello di società che attribuisce "un valore assoluto alla scelta individuale". Una sfida politica, morale e spirituale.

| 20/08/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

In Russia inizia a sentirsi la morsa della crisi economica dovuta alle sanzioni occidentali. Putin e i suoi sodali hanno de facto privatizzato tutto il Paese, e lo considerano una loro proprietà. Il peso delle trasformazioni ricade sulla gran parte della popolazione, privata di qualunque voce in capitolo.

| 13/08/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Sulle orme di Giovanni Paolo II, il pontefice si recherà nell’ex repubblica sovietica dal 13 al 15 settembre. Parteciperà al Congresso delle religioni. Previsto un incontro con il presidente kazako Tokaev. Possibile un secondo faccia a faccia con il patriarca ortodosso russo Kirill.

| 06/08/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

La contro-rivoluzione morale - come viene chiamata su alcuni media russi - è lo scopo globale e dichiarato della guerra in Ucraina, e per questo scuote i nervi sensibili dell’Occidente, molto più che per la contiguità geografica tra le armate della Nato e quelle della Russia neo-sovietica. 

| 30/07/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Giusto cento anni fa furono espulsi dalla Russia sovietica in Germania oltre 300 illustri rappresentanti dell’intelligentsia scientifica, letteraria e artistica che in esilio salvarono la cultura russa dalla cancellazione. Anche oggi a causa della "rivoluzione ucraina" migliaia di docenti, artisti e studiosi di vari campi sono fuggiti dal Paese. Saranno in grado di fare altrettanto?

| 23/07/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Più della guerra, dei lager e del cibo, a ridare vita al passato a Mosca è l’insopportabile illusione di una superiorità morale e religiosa, che vorrebbe celebrare la capacità dei russi di unirsi nella solidarietà e nel sostegno ai dirigenti del Paese, proclamando la fine dell’individualismo libertario che rovina le anime dei depravati occidentali.

| 16/07/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Alla base della grande idea della pace ci sono valori indiscutibili come l’assoluta dignità degli esseri umani, la superiorità del diritto internazionale, e perfino la reciproca dipendenza economica. Ma ora siamo tornati a discutere dei principi che da sempre istigano i potenti alla guerra: l’affermazione della propria identità nazionale e culturale, la difesa dei propri interessi territoriali e politici, il rifiuto della dipendenza economica dai potentati internazionali.

| 09/07/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Mosca oggi denuncia l'ostracismo della propria cultura. Ma fin dalla Rus' di Kiev i russi hanno eliminato ogni riferimento alla "Chiesa madre" di Bisanzio, già allora vittima di una "cancel culture". La follia auto-distruttiva della "riscrittura della storia" accomuna Oriente e Occidente, Russia, America ed Europa, e la guerra in corso non è altro che la grande sanzione punitiva di tutti verso tutti.

| 02/07/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

I Paesi con cui la Russia oggi si sente in contrapposizione non sono i “nemici”, ma i Paesi “non amichevoli”. Per capire in profondità questa definizione si possono ricordare le tesi di Vladimir Solov’ev, che alle soglie del XX secolo ricordava la “natura femminea” della Russia. In questa prospettiva la guerra è una reazione che afferma l’ingiustizia e la violenza maschile di un Occidente che vive solo di sé stesso e non onora la capacità di sacrificio della sua sposa, il suo desiderio di generare un mondo nuovo.

| 25/06/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Da dove nasce il deciso appoggio del patriarcato di Mosca all'aggressione dell'Ucraina piuttosto che al sentimento pacifista? Le ambiguità - in fondo - si ritrovano già della "Dottrina sociale della Chiesa russa" approvata nel 2000. Kirill vorrebbe accompagnare la vittoria militare con la riunione delle Russie, ma il risultato per ora è la perdita di molte parti della Chiesa che vorrebbe farsi universale.

| 18/06/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Max Scheler sosteneva che la migliore dimostrazione della cultura russa del risentimento sono gli eroi “umiliati e offesi” di Gogol, Dostoevskij e Tolstoj. Oggi i russi pensano di aver fatto la propria parte dopo la fine della guerra fredda, mentre “gli altri” ne hanno approfittato. Questa rabbia è esplosa in Ucraina facendo vedere a tutto il mondo quanto poco si è capito di un popolo non solo orgoglioso delle proprie tradizioni, ma in grado di smascherare le ipocrisie e le debolezze degli altri.

| 11/06/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

In ogni dimensione politica, sociale e perfino religiosa, la linea diretta di comando è diventata sempre più importante per Putin e per la sua cerchia più stretta, come principale strumento di propaganda che deve trasmettere l’immagine di un presidente super-efficiente, vicino ai problemi di ciascuno, investito perfino di una missione divina, del quale il Paese non può fare a meno.

| 04/06/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

La missione dei due fratelli di Tessalonica è davvero una profezia non solo dello sviluppo dei popoli dell’Europa orientale, ma perfino dei loro conflitti. Ben prima del Battesimo di Kiev del 988, delle guerre infinite tra russi e polacchi, fino al conflitto attuale, l’Europa era rimasta incompiuta. E la loro lingua rimasta “scritta sull’acqua” e sul sangue, in attesa di un nuovo miracolo della pace.

| 28/05/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Tra le tante accuse legate alla guerra russa in Ucraina ci sono quelle contro “gli anglosassoni”, pronunciate a più riprese dal Cremlino. Al di là delle contrapposizioni culturali questo termine rivela una strategia per dividere il campo dei nemici. Mosca vorrrebbe uscire dal conflitto con un mondo in cui siano ben distinti la Russia, gli anglosaksy e l’Europa. 

| 21/05/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Al di là delle effettive riconquiste militari, e delle distruzioni nei centri abitati, fino a che punto la popolazione delle cosiddette “repubbliche indipendenti” desidera riunirsi alla Russia?

| 14/05/2022
| MONDO RUSSO
di Stefano Caprio

Ruscismo è il nuovo ideale di conquista del mondo post-globale, in cui al posto dell’omologazione di tutti i popoli, ognuno cerca di vincere una guerra totale. Impone nuovamente l’attualità delle armi che sembrava superata da quasi un secolo. Come alla fine della Belle Époque ottocentesca, quando l’invenzione dell’illuminazione elettrica, della radio e dell’automobile sembrava aver definitivamente tratto l’umanità fuori dalle caverne.

| 07/05/2022
| MONDO RUSSO
In evidenza
 
Accusato insieme a cinque personalità democratiche di non aver registrato l’organizzazione benefica in base alla legge. Il porporato si è rifiutato di ricevere una sentenza più leggera degli altri coimputati. La pena massima ...
| 25/11/2022
| HONG KONG-CINA
 
In una cerimonia tenuta oggi a Nanchang il presule - ordinato segretamente con il mandato di papa Francesco nel 2014 e per questo anche arrestato - si è insediato come vescovo ausiliare di una diocesi i cui confini sono decisi da Pechino. A Yujiang ...
| 24/11/2022
| CINA
 
Il Myanmar e la Russia sono gli unici due Paesi a utilizzare gli ordigni in maniera sistematica. Un rapporto conferma le atrocità commesse della giunta golpista: mine antiuomo sono state piazzate anche intorno ai cadaveri di un raid aereo. Le ...
| 22/11/2022
| MYANMAR
 
Nei cantieri per la costruzione di stadi e infrastrutture sono morti 6.500 lavoratori migranti. Ma le violenze riguardano anche le collaboratrici domestiche, sfruttate o abusate dai loro padroni. La Chiesa tedesca promuove una campagna, rilanciata dalla ...
| 16/11/2022
| QATAR - FILIPPINE
 
Una congregazione di suore italiane ricorderà stasera i 90 anni dalla partenza per la Cina di sei consorelle che nell’odierna diocesi di Mindong vissero accanto alle bambine abbandonate la loro missione per 17 anni, prima di dover lasciare ...
| 11/11/2022
| CINA-ITALIA
 
Rinvenuta al largo della costa degli Emirati una struttura antica di probabile epoca pre-islamica. Al suo interno una chiesa, un refettorio, cisterne per l’acqua e celle individuali usate dai monaci. Per gli studiosi è una conferma di un ...
| 10/11/2022
| EMIRATI ARABI UNITI
 
Secondo le Nazioni unite il raccolto di quest'anno può essere convertito in 380 tonnellate di eroina. I guadagni per i contadini nell'ultimo anno sono triplicati, ma non si sono tradotti in un automatico aumento del potere d'acquisto ...
| 03/11/2022
| AFGHANISTAN
 
di Giorgio Bernardelli
Mons.Peter Chung Soon-taick vuole portare in Asia la Giornata mondiale della Gioventù: "Sarebbe un'occasione straordinaria per rilanciare la pastorale giovanile in un Paese alle prese con l'inverno demografico e con un sistema educativo ...
| 30/10/2022
| ECCLESIA IN ASIA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”