27 Febbraio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 11/07/2012
LAOS
Clinton in Laos, è il primo segretario di Stato Usa in 57 anni
Diga sul Mekong, guerra del Vietnam e futuri accordi economici nell’agenda di Hillary Clinton. Dopo il Laos, il segretario di Stato americano andrà in Cambogia per partecipare al vertice Asean, in corso in questi giorni.

Vientiane (AsiaNews/Agenzie) - È giunta oggi in Laos Hillary Clinton, diventando così il primo segretario di Stato degli Stati Uniti a visitare il Paese in 57 anni. Un viaggio già definito "storico", in cui si parlerà di guerra del Vietnam e della controversa diga di Xayaburi, mega centrale per la produzione di energia elettrica, al centro delle polemiche per l'impatto ambientale sul Mekong e le popolazioni che vivono lungo il fiume. L'ultima personalità Usa a visitare il Laos era stato John Foster Dulles nel 1955.

Partita dal Vietnam, dopo il Laos la Clinton si recherà in Cambogia, dove in questi giorni è in corso il vertice Asean. "Il mio viaggio - ha spiegato il segretario di Stato Usa - riflette la priorità strategica della politica estera americana. Dopo 10 anni in cui ci siamo focalizzati sui conflitti in Afghanistan  e in Iraq, vogliamo incrementare i nostri investimenti - diplomatici, economici, strategici - in questa parte del mondo".

Costato 3,8 miliardi di dollari, il progetto della diga Xayaburi ha causato forti tensioni tra Laos, Vietnam, Cambogia e Thailandia, i Paesi intorno al Mekong.

Per quanto riguarda la guerra del Vietnam, nel corso della visita si parlerà degli effetti dell'uso dell'agente arancio, un potente erbicida usato dagli Stati Uniti tra il 1961 e il 1979, ritenuto responsabile di malattie, difetti alla nascita e tumori tra la popolazione coinvolte nel conflitto vietnamita e i veterani.

In Cambogia, dove arriverà alla fine di questa settimana, la Clinton incontrerà i rappresentanti delle 10 nazioni Asean (Paesi del sudest asiatico). L'obiettivo è quello di stabilire un Codice di condotta per il Mar Cinese meridionale, al fine di risolvere le dispute sui confini territoriali che vedono opposte Filippine, Cina e Vietnam. 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
20/10/2010 LAOS - VIETNAM - CINA
Moratoria per le dighe sul Mekong: distruggono ambiente e popolazione
29/07/2010 ASIA SUD-EST
Rischia l'estinzione il gigantesco pesce gatto del Mekong
15/10/2014 THAILANDIA
Bangkok, attivisti e cittadini in tribunale per bloccare la diga di Xayaburi
16/09/2011 CAMBOGIA – LAOS – VIETNAM
Esperti vietnamiti: la diga di Xayaburi potrebbe causare terremoti
07/01/2015 VIETNAM - LAOS - CAMBOGIA
Laos, la diga Don Sahong si farà (grazie alla Cina)
di N.H.

In evidenza
EGITTO - ISLAM
Le parole di al-Tayeb e di al-Sisi un grande passo per una rivoluzione dell'islam
di Samir Khalil SamirIl grande imam di Al-Azhar ha denunciato le interpretazioni basate sulla lettera del Corano e della sunna, brandite dai fondamentalisti e dai terroristi islamici; sostiene l'urgenza di una riforma dell'insegnamento dell'islam fra i laici e gli imam; domanda la fine della scomunica (takfir) reciproca fra sunniti e sciiti. E il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di combattere lo Stato islamico dopo la decapitazione di 21 cristiani copti, che egli ha definito "cittadini egiziani" a parte intera.
ARABIA SAUDITA - ISLAM
Imam di Al-Azhar: Per fermare l'estremismo islamico occorre una riforma dell'insegnamento religiosoPer Ahmed al-Tayeb è urgente stilare un nuovo curriculum di studi per evitare una "cattiva interpretazione" del Corano e della sunna. Il terrorismo islamico mette in crisi l'unità del mondo musulmano. Il "nuovo colonialismo globale alleato al sionismo mondiale". Il discorso del re saudita.
HONG KONG - CINA - VATICANO
Card. Zen: Sembra che qualcuno voglia farci tacere
di Card. Joseph Zen Ze-kiunIl diffuso ottimismo sul miglioramento del dialogo fra Santa Sede e Cina sembra non avere fondamento. Alcune "tendenziose" interviste a vescovi cinesi, frenati nella libertà di parlare. Le questioni fondamentali sono sempre aperte: chi nomina i vescovi; cosa fare dell'Associazione patriottica. La guida della Lettera di Benedetto XVI ai cattolici cinesi, citata anche da papa Francesco. Un non accordo è meglio di un cattivo accordo. Cosa è successo a mons. Cosma Shi Enxiang? E a mons. Giacomo Su Zhimin? Un'animata riflessione del vescovo emerito di Hong Kong, campione della libertà religiosa in Cina.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate