20/05/2020, 14.50
INDIA - BANGLADESH
Invia ad un amico

India e Bangladesh aspettano l’arrivo di una delle peggiori tempeste del decennio

In Bangladesh, dove si teme che sarà la tempesta più potente da quando il ciclone Sidr ha ucciso circa 3.500 persone nel 2007, sono state già evacuate circa 2 milioni di persone e creati 12.078 centri per cicloni. La polizia del Bengala occidentale, che dovrebbe essere gravemente colpita dalla tempesta, ha detto che molte persone non erano disposte ad andare nei rifugi perché avevano paura di contrarre il Covid-19.

Dehli (AsiaNews/Agenzie) - Forti piogge e venti sono già segnalati nell'India orientale e in Bangladesh, mentre è previsto nel giro di ore l’arrivo del super ciclone Amphan, che si sta avvicinando dal Golfo del Bengala. Amphan è una delle più grandi tempeste in un decennio, avvertono i meteorologi. Si prevede che colpirà la costa con venti che soffiano fino a 185 km / h, l'equivalente di un uragano di categoria cinque.

In Bangladesh si teme che sarà la tempesta più potente da quando il ciclone Sidr ha ucciso circa 3.500 persone nel 2007. La maggior parte è morta a causa delle onde di tempesta.

Mentre è probabile che l'attuale velocità del vento della tempesta si riduca leggermente prima che tocchi terra, il dipartimento meteorologico dell'India prevede che l'innalzamento del mare causato dal vento potrebbe raggiungere 3-5 metri.

Il Bangladesh ha reso noto di aver già evacuato circa 2 milioni di persone e creato 12.078 centri per cicloni. L’ha reso noto il ministro per la gestione delle catastrofi e il soccorso, Enamur Rahman. Rahman ha affermato che è stato più che raddoppiato il numero di centri anti ciclonici, in modo da poter mantenere le distanze sociali necessarie per l’epidemia di coronavirus. Ha aggiunto che gli sfollati sarebbero stati forniti di mascherine. "In precedenza avevamo circa 5mila centri anticiclone, questa volta ne avremo 12mila. In questo modo manterremo la distanza sociale per il coronavirus nei rifugi".

Si prevede che il ciclone toccherà terra nella città di Khulna.

Rahman ha anche sostenuto che l'evacuazione di Cox's Bazar, il campo che ospita quasi un  milione di rifugiati rohingya, "non è così pressante" in quanto il segnale di allarme  per l'area era a 6, un livello relativamente gestibile. “Intorno al campo – ha aggiunto – ci sono numerosi centri anticiclone, quindi se la direzione del ciclone cambia verso il Cox’ Bazar e Chittagong, saranno evacuati."

L'epidemia di coronavirus sta rendendo più difficile l’azione di evacuazione in entrambi i Paesi. L'India e il Bangladesh hanno chiesto che le scuole e altri edifici vengano trasformati in rifugi temporanei, ma hanno maggiori necessità per ospitare le persone mantenendo le distanze sociali.

La polizia del Bengala occidentale, che dovrebbe essere gravemente colpita dalla tempesta, ha detto che molte persone non erano disposte ad andare nei rifugi perché avevano paura di contrarre il Covid-19.

Il ciclone arriva mentre migliaia di lavoratori migranti fuggono dalle città per i loro villaggi durante il lockdown dell'India per frenare la diffusione del coronavirus.

Il Bengala Occidentale e l'Orissa sono tra gli Stati indiani che stanno vedendo tornare un numero maggiore di loro. L’Orissa ha cancellato i treni che dovevano arrivare con migliaia di migranti. E alcuni funzionari hanno vietato l'ingresso e hanno chiesto al governo statale di accogliere i migranti altrove fino al passaggio della tempesta.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kolkata, il ciclone Amphan ha fatto 87 morti, e danni per oltre 18 milioni di persone (FOTO)
26/05/2020 12:24
Ciclone Amphan: un disastro ‘peggiore del Covid-19’
21/05/2020 08:47
Kolkata, suore di Madre Teresa distribuiscono cibo a 40mila famiglie
20/05/2020 08:40
Il ciclone Amphan lascia migliaia di bangladeshi senza acqua potabile (Foto)
03/06/2020 09:09
Khulna, il ciclone Amphan uccide 12 persone (Video)
21/05/2020 14:20