14/07/2020, 09.55
TURCHIA
Invia ad un amico

Istanbul, Santa Sofia moschea: Plauso dei musulmani. Critico l’Occidente

La prima preghiera all’interno della ex basilica bizantina prevista per il 24 luglio. Durante i riti verranno coperti i mosaici cristiani, fra cui le icone della Vergine e dell’arcangelo Gabriele. Il premier greco parla di scelta “pessima”. Critiche da Usa e Ue. Plauso degli scienziati musulmani, secondo cui l’edificio torna “alla sua natura originaria”.

Istanbul (AsiaNews) - Incurante delle reazioni della comunità internazionale e dei leader religiosi, fra i quali papa Francesco che si è detto “molto addolorato” per la decisione, la leadership turca rivendica la legittimità della decisione di trasformare Ayasofya in moschea. In risposta alle polemiche e agli attacchi, il presidente Recep Tayyip Erdogan ha infatti ribadito che la riconversione di Santa Sofia è definitiva: "Si tratta di una “questione interna” e “gli altri Paesi sono tenuti a rispettare” la scelta fatta. 

La prima preghiera islamica all’interno di quella che è nata come basilica cristiana si dovrebbe tenere il prossimo 24 luglio. Per coprire le tracce originarie della struttura, fra i quali alcuni mosaici dall’immenso valore artistico e culturale, le autorità turche riferiscono che verranno piazzati dei paraventi o saranno usati non meglio specificati raggi laser. 

Il ministero della Cultura e del turismo di Ankara spiega che le coperture saranno piazzate davanti alle icone della Vergine Maria e dell’arcangelo Gabriele. I resti cristiani di quello che è nato come tempio bizantino, trasformato in moschea dopo la presa di Costantinopoli nel 1453 e poi reso un museo nel 1934 da Ataturk, padre della Turchia moderna e laica, saranno scoperti durante gli orari di visita e l’accesso ai turisti sarà gratuito. 

Fra le voci più critiche vi è quella della Grecia, che minaccia come rappresaglia di trasformare il museo di Ataturk (la casa in cui è nato lo statista) a Salonicco in un museo del genocidio del Ponto, o genocidio ellenico. Una proposta avanzata dal ministro greco dell’Agricoltura Makis Voridis, e che potrebbe trovare ampio consenso fra i vari schieramenti politici del Paese. Il primo ministro ellenico Kyriakos Mitsotakis ha parlato di scelta “pessima” di Ankara riguardo a un “sito patrimonio mondiale”; egli ha poi manifestato solidarietà al patriarca ecumenico Bartolomeo I nel corso di una conversazione telefonica avvenuta nel pomeriggio di ieri. 

L’Unesco ha minacciato di rivedere lo status di patrimonio mondiale dell’umanità di Santa Sofia, a causa di un cambio di destinazione d’uso del quale l’organismo internazionale non è stato avvertito. Gli Stati Uniti, attraverso il dipartimento di Stato, hanno espresso profondo “disappunto” per la scelta operata dalla Turchia. L’Alto rappresentante della politica estera della Unione europea, Joseph Borrell, parla di scelta “deplorevole” da parte di Ankara e dello stesso Erdogan, perché Hagia Sophia è un luogo “storico” ed esempio di convivenza. 

Fra le voci critiche vi è anche quella del Consiglio mondiale delle Chiese, che riunisce 350 diverse realtà in tutto il mondo. Esso ha inviato in queste ore una lettera al presidente turco chiedendo di annullare la decisione presa. Ioan Sauca, vice-presidente dell’organismo, parla di cambio di rotta nei “segni positivi riguardanti l’apertura della Turchia al mondo”, oggi trasformati in “segni di divisione, separazione ed esclusione”. 

Plauso e soddisfazione vengono invece espresse dall’Associazione mondiale degli scienziati musulmani, secondo cui “l’apertura di Santa Sofia al culto [islamico] è funzionale alla devozione” oltre che il ritorno “alla sua natura originaria”. Il vice-ministro turco per la Cultura e il turismo, Özgül Özkan Yavuz, aggiunge infine che “l’uso di Santa Sofia come moschea” non viola il contratto stipulato con l’Unesco e “non ne mina il valore universale”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Patriarca caldeo: Santa Sofia moschea, decisione ‘triste e dolorosa’ di Erdogan
13/07/2020 11:20
Santa Sofia moschea, critiche dagli Emirati: è patrimonio universale
17/07/2020 11:07
Istanbul, morto d'infarto il muezzin di Santa Sofia
07/08/2020 08:49
Istanbul, Santa Sofia in moschea non porta più voti a Erdogan
06/08/2020 08:03
Santa Sofia, pedina per islamizzare la Turchia
04/08/2020 09:22