27 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/06/2010, 00.00

    INDONESIA

    Java: esercizi spirituali per ricordare ai sacerdoti l’importanza della preghiera

    Mathias Hariyadi

    Si conclude oggi l’annuale ritiro spirituale dei gesuiti dell’arcidiocesi di Semaran. Per la prima volta hanno partecipato anche i sacerdoti dell’arcidiocesi. Scopo degli esercizi spirituali è stato quello di sottolineare l’importanza della preghiera condivisa con i fedeli, fatto spesso dimenticato dai sacerdoti oberati dall’intenso lavoro pastorale.

    Jakarta (AsiaNews) – Dopo quattro mesi si conclude oggi l’annuale ritiro spirituale dei gesuiti dell’arcidiocesi di Semarang (Java Centrale), che quest’anno coincide con i festeggiamenti per i 70 anni di fondazione della diocesi. Iniziato in febbraio con la domanda: “Possiamo compiere un ritiro mentre portiamo avanti la nostra routine?” l’evento si è presentato come una sfida soprattutto per preti diocesani, che per la prima volta hanno partecipato a questo gesto. 

    P. Noegroho Agoeng, sacerdote della diocesi di Semarang, racconta: “Un giorno che rientravo in canonica dopo una pastorale nelle zone rurali, avevo addosso una sensazione di stanchezza, ma il mio cuore è stato toccato dai miei parrocchiani che stavano pregando per i sacerdoti dopo l’eucarestia”. “Ho realizzato – continua – che tutti i cattolici dell’arcidiocesi stavano sostenendo la mia vocazione sacerdotale”.  Il sacerdote aggiunge che gli esercizi spirituali sono una pratica comune tra i gesuiti, ma non tra i preti diocesani che vedono spesso i ritiri come una perdita di tempo, rispetto all’importanza del lavoro pastorale.

    Il ritiro proposto dai gesuiti nasce, infatti, con lo scopo di riproporre a tutti l’importanza della preghiera come punto centrale della giornata di ciascun sacerdote, su modello degli esercizi spirituali di S. Ignazio di Loyola. 

    “Ciò che mi ha sorpreso – racconta p. Suparman della parrocchia di Kidul Loji – è che anche molti laici dell’arcidiocesi hanno partecipato al ritiro, per dare beneficio al loro spirito e sostenere le nostra vocazione”. “Le preghiere e la loro attenzione per i preti sono state davvero eccezionale e questo da forza al morale di noi sacerdoti”. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/07/2013 INDONESIA
    Indonesia, l’arcidiocesi di Semarang festeggia l’ordinazione di 9 sacerdoti gesuiti
    La provincia di Central Java si conferma la più prolifica per le vocazioni della Chiesa cattolica nazionale. Sempre a luglio sono stati ordinati sei nuovi sacerdoti, altre ordinazioni sono previste tra agosto e ottobre.

    05/09/2011 CAMBOGIA
    Il miracolo di Taom, villaggio cristiano rinato dopo 40 anni di persecuzione e abbandono
    Distante ore di cammino dalla città di Siem Rap, il villaggio deve la sua vita a 30 persone incuriosite dal cristianesimo. In tre anni ripresa la messa domenicale e ripristinata la chiesa neogotica, stalla per oltre 40 anni. P. Winarta gesuita indonesiano racconta la storia della piccola comunità, esempio di fede nonostante la povertà e l’isolamento.

    13/12/2010 INDIA
    Gujarat, i gesuiti per i tribali vittime dello sviluppo economico
    Multinazionali e industrie mettono in pericolo la vita di migliaia di indigeni Adivasis, costretti ad abbandonare le proprie terre e a vivere in povertà. Con un centro di assistenza legale gratuito e centri educativi i missionari sostengono i tribali nell’affermare i loro diritti.

    08/05/2012 NEPAL
    Nepal, la Compagnia di Gesù festeggia 60 anni di missione
    I primi tre missionari erano stati chiamati nel 1951 per fondare una scuola. I festeggiamenti si sono tenuti il 6 maggio alla St. Xavier School, primo istituto cattolico del Nepal. Presente alle celebrazioni anche il presidente Yadav e le principali autorità del Paese.

    14/09/2011 INDIA
    Ashraya, un rifugio per centinaia di ragazze madri nella caotica Mumbai
    Fondato nel 1992, il centro di accoglienza è gestito dai gesuiti e dalle Suore adoratrici di Mumbai. Dal 2006 oltre 600 le donne assistite da volontari religiosi e laici. Suor Jane: “Aiutiamo le donne a guardare la propria vita con occhi diversi e a sentirsi amate”.



    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®