06/02/2013, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Karnataka: la polizia arresta due cristiani, picchiati da fondamentalisti indù

di Nirmala Carvalho
Le vittime, entrambi pastori pentecostali, sono in carcere per false accuse di conversioni forzate. I leader religiosi sono stati spogliati, insultati e malmenati da 20 attivisti di gruppi nazionalisti indù.

Mumbai (AsiaNews) - Due pastori cristiani pentecostali del Karnataka sono in carcere da tre giorni, dopo che alcuni fondamentalisti indù li hanno aggrediti, picchiati e poi denunciati alla polizia con false accuse di conversioni forzate e proselitismo. L'attacco è avvenuto il 3 febbraio scorso nel distretto di Gadag, e per Sajan George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), è l'ennesimo esempio della "crescente e preoccupante intolleranza religiosa verso la minoranza cristiana".

La sera del 3 febbraio il rev. Nagesh Naik, della Gipsy Church, ospitava un incontro di preghiera nella propria casa, a cui partecipava Mallikarjun Shingoli, anch'egli pastore pentecostale. All'improvviso, 20 attivisti del Bajarang Dal e del Vishwa Hindu Parishad (Vhp, due gruppi nazionalisti indù) hanno fatto irruzione, accusando i presenti di praticare conversioni forzate dall'induismo al cristianesimo. I due leader religiosi sono stati spogliati, insultati e picchiati.

Gli aggressori hanno poi chiamato la polizia locale, che intervenuta sul posto ha portato Naik e Shingoli all'ospedale governativo di Mundargi. Una volta curate le ferite, gli agenti li hanno portati in centrale, tenendoli in stato di fermo per tutta la notte. La mattina del 4 i pastori sono potuti tornare a casa qualche ora, con l'obbligo di ripresentarsi alla stazione di polizia. Una volta tornati, gli agenti hanno formalizzato l'accusa secondo l'art. 295A del Codice penale indiano (atti deliberati e maligni, volti a offendere i sentimenti religiosi o qualunque classe sociale, insultando la sua fede o credo religioso) e li hanno arrestati.

Sajan George denuncia: "Questi estremisti continuano a disseminare odio all'interno della comunità, coltivano un clima ostile che scaturisce tensioni e incidenti, anche nell'intimità della propria casa. Oltre alla tolleranza e alla libertà religiosa, anche l'equilibrio, la pace e l'armonia della società sono sotto minaccia". 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Karnataka, polizia arresta cristiani per i battesimi di 40 tribali
31/10/2012
Karnataka, cristiani pentecostali aggrediti da estremisti indù per ‘conversioni forzate’
16/05/2017 08:51
Karnataka, due cristiane pentecostali arrestate per conversioni forzate
07/09/2017 08:56
Radicali indù aggrediscono gruppi cristiani: intonavano canti di Natale
17/12/2014
Madhya Pradesh, arrestati due pastori pentecostali con false accuse di conversioni forzate
24/03/2014