26 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 13/09/2012, 00.00

    EGITTO

    Portavoce della Chiesa cattolica egiziana: Il Papa deve andare in Libano anche se la situazione è tesa



    P. Rafic Greiche sottolinea l'estrema importanza del viaggio del pontefice portatore di pace nel Medio oriente vittima di odio e guerra. Per il sacerdote gli attacchi contro il film satirico su Maometto sono soprattutto contro gli Stati Uniti, non contro i cristiani. I Fratelli musulmani egiziani lanciano una grande manifestazione di protesta per il prossimo 14 settembre al Cairo e in altre città del Paese. I copti egiziani criticano il film.

    Il Cairo (AsiaNews) - I Fratelli musulmani egiziani chiamano a raccolta tutta la popolazione a manifestare il 14 settembre contro il film satirico su Maometto dal titolo "Innocence of Muslims" prodotto negli Stati Uniti  e diffuso nei giorni scorsi su internet in lingua inglese e araba. In queste ore al Cairo e a Bengasi (Libia) sono ancora in corso proteste contro il cortometraggio.  Ieri, un attacco sferrato da militanti islamisti al consolato statunitense di Bengasi ha ucciso l'ambasciatore americano in Libia e altri tre funzionari del suo staff.

    Le proteste programmate dagli islamisti egiziani, potrebbero coinvolgere anche altri Paesi islamici.    La data coincide con la visita di Benedetto XVI in Libano, che si terrà dal 14 al 16 settembre. Secondo p. Rafic Greiche, portavoce della Chiesa cattolica egiziana, "Il viaggio in Libano deve restare nell'agenda del pontefice anche se la situazione nella regione è molto tesa. La visita è una grande occasione per mostrare che la pace è l'unica alternativa possibile all'odio e alla guerra. La presenza di Benedetto XVI a pochi chilometri dalla Siria è un messaggio di solidarietà e dialogo per il Medio oriente e per le popolazioni cristiane e musulmane protagoniste della Primavera araba e per le fazioni islamiche in lotta fra loro ". 

    Il sacerdote sottolinea che le proteste avvenute in questi giorni davanti alle ambasciate degli Stati Uniti al Cairo e a Bengasi hanno come obiettivo gli Stati Uniti. "Non è un caso - afferma - che queste manifestazioni siano state organizzate proprio il giorno dell'anniversario degli attentati dell'11 settembre. Per molti islamisti questa è stata un'opportunità per far sentire ancora di più la loro voce. Tuttavia, bisogna sottolineare che fra le persone che hanno manifestato davanti all'ambasciata americana al Cairo, vi erano anche diversi cristiani copti. La gente ha protestato contro gli Stati Uniti ritenuti responsabili di questo video offensivo, non contro i cristiani. I Paesi che hanno vissuto sotto regimi dittatoriale non considerano la libertà di espressione, pensano che tutto sia vagliato dalle autorità pubbliche". P. Greiche spiega che i cristiani rispettano tutte le religioni, questo film non rappresenta il pensiero della comunità cristiana egiziana. Il film è stato realizzato da anche con la collaborazione di copti ortodossi emigrati negli Stati uniti, ma la comunità copta egiziana ha negato qualsiasi legame con queste persone.

    Tuttavia, il sacerdote fa notare che i musulmani e il mondo intero si indignano quando viene offeso Maometto, ma non vi è nessuna manifestazione quando vengono offesi altri simboli religiosi, soprattutto quelli cristiani che in Egitto sono sempre di più oggetto di vilipendio e offesa da parte degli islamici radicali. "Dopo la caduta di Mubarak - continua p. Greiche - i salafiti e i Fratelli musulmani hanno riempito le edicole e i negozi di giornali, settimanali, libri che hanno al loro interno intere parti contro i cristiani. Sul settimanale "La Voce del popolo" vi sono ben 10 pagine piene di attacchi e offese contro i cristiani e ciò è comune anche in altri giornali e televisioni, ma nessuno ne parla o grida allo scandalo".   (S.C.)

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/09/2012 LIBANO - VATICANO
    Benedetto XVI in visita a un Medio Oriente in ebollizione
    Il papa va in Libano per la consegna dell'Esortazione apostolica seguente al Sinodo del 2010. Da allora la regione si è trasformata in modo radicale: la crisi siriana, le tensioni Israele-Iran, la crisi economica, le violenze contro i cristiani. Il pontefice e la Santa Sede sono impegnati su tutti questi temi, ma è urgente lavorare per l'unità dei cristiani e per la loro testimonianza nel mondo arabo. La primavera araba è un alleato della missione dei cristiani. Molti pensavano a un rinvio di questo viaggio. Ma la "paura" non ferma la barca di Pietro.

    16/09/2012 LIBANO - VATICANO
    Musulmani libanesi al Papa : Colpire una chiesa è come colpire una moschea
    Molte personalità e giovani musulmani hanno apprezzato la visita di Benedetto XVI in Libano e il suo messaggio per i popoli del Medio Oriente. Sunniti e sciiti libanesi difendono la presenza cristiana in Libano, necessaria allo sviluppo della nazione.

    07/12/2012 MEDIO ORIENTE
    Siria, dalla primavera araba alla guerra fra sunniti e sciiti
    Molti attori sono entrati nel conflitto siriano: Arabia saudita, Qatar, Iran, Turchia, Israele, Iraq, Libano, Russia, Cina, Stati Uniti, Europa. Su tutte domina un conflitto interno all'Islam. I cristiani nella situazione più difficile: una scelta fra la dittatura politica o la dittatura islamica. L'islamismo radicale cresce anche in Europa, ma l'Occidente sembra non curarsi. La Seconda parte dell'analisi del grande islamologo.

    07/01/2011 ISLAM - EGITTO
    Natale copto tranquillo. Ma vanno affrontati fondamentalismo e discriminazione dei cristiani
    Decine di migliaia di poliziotti controllano le chiese copte. I cristiani non si sono lasciati bloccare dalla paura. Nuove minacce dai siti radicali islamici. Da molte parti si punta il dito verso il governo: deve fermare l’ondata di fondamentalismo che sta distruggendo la convivenza e l’economia della società egiziana. I suggerimenti della Chiesa cattolica: uguale trattamento per cristiani e musulmani; riforma della scuola; lotta contro la discriminazione e contro media e predicatori che diffondono l’odio.

    20/09/2012 LIBANO - VATICANO
    P. Samir: Per il Papa il Libano è un modello per Oriente e Occidente
    A pochi giorni dalla visita di Benedetto XVI in Libano (14-16 settembre) non si spegne l'entusiasmo dei libanesi, presentati come un modello di convivenza per il mondo islamo-cristiano. L'Esortazione apostolica suggerisce il superamento del fondamentalismo da parte di tutte le religioni, accogliendo gli altri in nome della ragione e di principi insiti nella natura umana. La proposta di una "sana laicità", rispettosa della presenza delle religione nella società dice qualcosa anche all'occidente.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®