24 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/03/2017, 14.16

    CINA - COREA DEL SUD

    THAAD, le ritorsioni economiche di Pechino provano l’economia di Seoul



    La Cina ha già applicato numerose misure ritorsive contro la Corea del Sud. La maggior parte delle attività nel settore culturale, turistico e della vendita al dettaglio risentono delle tensioni: Il 56,2% delle imprese "influenzate negativamente". Pechino vieta la vendita di pacchetti turistici per la Corea del Sud e chiude oltre la metà degli ipermercati Lotte, gigante della vendita al dettaglio. La quarta economia dell'Asia subirà circa 7 miliardi di euro in perdite, lo 0,53% del suo Pil. Duro colpo alla crescita dell’economia di Seoul.

    Seoul (AsiaNews) – Boicottaggio dei prodotti sudcoreani, turisti espulsi dagli alberghi: il governo cinese insiste con aggressive politiche di ritorsione in risposta alla decisione di Seoul di schierare il sistema di difesa antimissile THAAD. A causa di ciò l’economia della Corea del Sud subisce gravi perdite.

    Nel luglio scorso, Seoul ha accettato di installare un’avanzata batteria di difesa missilistica degli Stati Uniti, il sistema di Terminal High Altitude Area Defense (THAAD), come deterrente alla minaccia nucleare della Corea del Nord. Pechino ha denunciato con forza il dispiegamento, affermando che il radar ad alta potenza del Thaad sarà utilizzato anche per spiare l’esercito cinese. Fonti militari di sudcoreane affermano che lo schieramento potrebbe essere completato entro uno o due mesi, e il sistema potrà essere operativo già nel mese di aprile.

    Come risposta, la Cina ha applicato a vari livelli numerose misure contro la Corea del Sud, colpendo l’economia di Seoul in diversi ambiti. Un sondaggio del 12 marzo scorso rileva come la maggior parte delle attività sudcoreane nel settore culturale, turistico e della vendita al dettaglio risentono delle tensioni tra i governi di Pechino e Seoul.

    Secondo l'indagine condotta dalla Korea International Trade Association (Kita) su 597 imprese in questi settori, il 56,2 per cento degli intervistati dichiara che le ritorsioni economiche cinesi hanno già "influenzato negativamente" le loro imprese. Il 32,9 per cento risponde che risentiranno delle dure misure da parte della Cina nei prossimi tre mesi.

    Lo scorso 28 febbraio, Seoul ha perfezionato un accordo con il gigante sudcoreano della vendita al dettaglio Lotte Group per lo stazionamento di una batteria del THAAD su un campo da golf in una contea sud-orientale di Seongju (nel centro-sud del Paese).

    In risposta,  l’agenzia cinese di Stato per il turismo ha vietato la vendita di pacchetti turistici per la Corea del Sud e frenato la crescita di voli con destinazioni sudcoreane. Seoul è preoccupata che il turismo locale sia la più grande vittime della controversia.

    Lo scorso anno, i turisti cinesi hanno rappresentato quasi la metà di circa 17,2 milioni di stranieri che hanno visitato la Corea del Sud. Secondo la Korea Tourism Organization, nel 2016, il 44 per cento di circa 8,1 milioni di viaggiatori cinesi in entrata ha utilizzato pacchetti turistici di gruppo e speso circa 2 mila euro per ogni individuo.

    Il 1 marzo scorso, Lotte Group aveva rivelato che più della metà dei suoi ipermercati che operano in Cina sono stati costretti a chiudere in via temporanea per le osservazioni delle autorità cinesi in materia di sicurezza antincendio.

    Lotte Group afferma che almeno 55 suoi negozi Lotte Mart sono stati chiusi. Questo rappresenta oltre la metà dei 99 negozi in affari nella più grande economia dell'Asia.

    Il boicottaggio ha riguardato anche la cultura. Sin da ottobre scorso infatti, le autorità cinesi hanno vietato alle televisioni di trasmettere gli spettacoli di musicisti e personaggi sudcoreani dello spettacolo.

    Nel suo ultimo rapporto, Credit Suisse prevede che la Corea del Sud subirà circa 7 miliardi di euro in perdite, ovvero un calo del 0,53 per cento su base annua del suo Pil. In un altro rapporto, la NH Investment & Securities Co. dichiara che la crescita della Corea del Sud rallenterà di 0,25 punti percentuali, qualora le esportazioni di beni di consumo in Cina si riducessero del 20 per cento su base annua e il numero di turisti cinesi diminuisse del 20 per cento. L’IBK Economic Research Institute prevede uno scenario peggiore. Le perdite derivanti dalle tensioni sino-coreane potrebbero ammontare a fino a 17 mila miliardi di won (circa 14 miliardi di euro), con il tasso di crescita rallentato di 1,07 punti percentuali.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/08/2006 cina
    Fra 2 anni le Olimpiadi: Pechino si prepara, ma senza diritti umani

    Inizia oggi il conto alla rovescia per la preparazione dei Giochi olimpici nella capitale cinese. Tante manifestazioni, molta propaganda, molte accuse alle violazioni di diritti umani. Alcune organizzazioni chiedono ad atleti e comitati olimpici il boicottaggio pubblico.



    11/07/2008 CINA
    I grandi del mondo alle Olimpiadi-mercato
    Nessun leader parla di boicottaggio. Colpisce in particolare la virata di Nicolas Sarkozy. Il problema non è boicottare le cerimonie dei Giochi, ma implicare la Cina in un dialogo reale sui diritti umani e religiosi prima, durante e dopo le Olimpiadi. Ma l’occidente per ora preferisce solo sfruttare la Cina e la sua economia.

    13/02/2008 CINA
    Pechino 2008, Steven Spielberg boicotta
    Il regista statunitense rinuncia alla carica di “consigliere artistico” e accusa Pechino di non fare abbastanza per migliorare la situazione del Darfur. Un gruppo di vincitori del Premio Nobel invita Hu Jintao a fare pressione sul Sudan.

    08/03/2017 08:50:00 CINA-COREA
    Wang Yi: No al sistema antimissilistico Thaad

    Il ministro cinese degli esteri chiede a Pyongyang di fermare il programma nucleare e a Usa e Seoul di cancellare le esercitazioni militari. “Due treni ad alta velocità uno contro l’altro”. Pechino è contraria al Thaad perché teme spionaggio attraverso i radar. Il boicottaggio delle merci coreane. La Chiesa di Corea contro il Thaad perché fa scivolare la penisola in un “centro di una nuova guerra fredda”.



    12/04/2017 08:58:00 COREA DEL SUD
    Moon, candidato cattolico alla presidenza: Protagonisti del dialogo con Kim Jong-un, non spettatori

    Dialoghi diretti con Kim Jong-un e revisione dello spiegamento del sistema antimissilistico Thaad. Intanto gli Usa inviano la portaerei Carl Vinson nel mar del Giappone per una prova di forza. Xi Jinping: Usiamo mezzi pacifici.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    CINA-GERMANIA
    L’ambasciatore tedesco chiede alla Cina la liberazione di mons. Shao Zhumin



    In una dichiarazione ufficiale sul sito dell’ambasciata, Michael Clauss chiede che al vescovo di Wenzhou, sequestrato, sia data piena libertà di movimento. Preoccupazioni espresse anche per le bozze dei nuovi regolamenti sulle attività religiose, che decretano la fine delle comunità sotterranee. E’ la prima volta dopo un decennio che un ambasciatore europeo chiede la liberazione di un vescovo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®