04/04/2014, 00.00
GIAPPONE
Invia ad un amico

Vescovo di Niigata ai catecumeni: Il vostro battesimo vi spinga all'incontro personale con Cristo

Il presule, mons. Tarcisio Isao Kikuchi, scrive una lettera a tutti coloro che saranno battezzati durante la prossima veglia pasquale: "La fede è fatta da impegno personale e da vita comunitaria nel nome di Gesù. La Chiesa vi è vicina: avete tanti fratelli e sorelle che camminano con voi e vi sostengono".

Niigata (AsiaNews) - Il battesimo "è di certo una questione personale, ma è anche un momento importante per la vita della comunità. Tutto il popolo cattolico di Niigata cammina accanto a voi, cari catecumeni, e vi accompagna nel vostro sentiero spirituale sostenendovi con preghiere speciali. Ma voglio ricordare a tutti che la nostra fede non dipende dalle decisioni di un altro o dal credere in quello che è scritto in un libro. È sostenuta dalla convinzione individuale nel Cristo Salvatore". Lo scrive il vescovo di Niigata, mons. Tarcisio Isao Kikuchi, in una lettera inviata a coloro che si preparano a essere battezzati nella prossima veglia pasquale.

La diocesi, scrive il presule, "è molto grande ed è quindi impossibile che tutti voi candidati possiate riunirvi nella cattedrale per questo momento. Ma voglio comunque raggiungere ognuno di voi per condividere alcuni pensieri. Probabilmente, siamo stati motivati da altri a entrare nella Chiesa e abbiamo ricevuto le basi della fede da altri, come i parroci. Tuttavia vi voglio invitare ad andare oltre queste basi e cercare l'incontro con Gesù. La nostra vita cristiana ci chiede di fare delle scelte, decidere e metterci in marcia".

Ma queste decisioni "non vengono prese in isolamento. Noi siamo una comunità, e la chiesa è il posto che ci indica la strada verso Dio. Fratelli e sorelle che camminano e si sostengono uno con l'altro, di cui abbiamo bisogno e in cui vediamo la stessa scelta e lo stesso incontro con Gesù. Senza il nostro incontro personale con Cristo, non potremo approfondire la nostra fede. Ma allo stesso tempo, senza una vita comunitaria nel Suo nome, non saremo in grado di mantenere la nostra fede". 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Vescovo di Niigata: Pasqua, per rendere meno timida la Chiesa del Sol Levante
02/04/2015
Vescovo di Niigata: La Laudato sì è per le generazioni future, i poveri e gli emarginati
20/06/2015
Vescovo di Niigata: Il Giappone costruisca la pace con lo sviluppo, non con le armi
31/07/2015
Vescovo di Niigata: La carità, vero strumento per la nuova evangelizzazione del Giappone
23/10/2014
Vescovo di Niigata: I migranti in Giappone, fratelli nella fede e non "ospiti a tempo"
05/05/2014