28 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 07/08/2012, 00.00

    INDONESIA

    West Java: cattolici nel mirino delle autorità di Bogor, sigilli alla “casa di preghiera”

    Mathias Hariyadi

    Dietro il provvedimento, presunte irregolarità nel permesso di costruzione dell’edificio. I fedeli rispondono: documenti regolari, è il comune che da anni non rilascia il nulla osta. E avvertono: domenica funzioni regolari. Da tempo l’area è teatro di violenze e abusi contro le minoranze, in particolare quella cristiana.

    Jakarta (AsiaNews) - Con il pretesto di irregolarità nei permessi di costruzione, ieri i funzionari della pubblica sicurezza (i Satpol PP) di Bogor, provincia di West Java, hanno messo i sigilli a una "casa di preghiera" usata da oltre 6mila cattolici della parrocchia di San Giovanni Battista. Da sei anni i fedeli usano con regolarità l'edificio per le funzioni del fine settimana e delle principali festività cristiane, ma negli ultimi tempi erano entrati nel mirino delle autorità che - in tre occasioni - hanno intimato l'interruzione dei riti. La comunità cattolica ha di proposito ignorato gli avvertimenti, ritenendo pretestuoso l'ordine di chiusura legato all'Imb e contando sul diritto legittimo alla libertà religiosa.

    L'iter per la costruzione di una chiesa in Indonesia - cattolica o protestante - è complicato e possono trascorrere da cinque a dieci anni prima di ottenere tutte le autorizzazioni. Il procedimento è regolato dall'Izin Mendirikan Bangunan (Imb), delibera scritta che permette l'apertura di un cantiere ed è rilasciato dalle autorità locali. La vicenda si complica se si tratta di un luogo di culto cristiano: serve infatti il nulla osta di un certo numero di residenti nell'area in cui viene costruito l'edificio e del gruppo per il dialogo interreligioso del posto. E spesso subentrano "non meglio precisate motivazioni" che spingono i funzionari a bloccare i progetti, dietro pressioni di movimenti radicali islamici.

    La "casa di preghiera" sorge a Tulang Kuning, villagio di Waru, nel sotto-distretto di Parung, compreso nella reggenza di Bogor. Ieri un gruppo di ufficiali di Satpol PP, guidati da Comerain La Ode, ha dichiarato la chiusura forzata "per i prossimi sette giorni" e avvertito che "se il sito verrà ancora usato per pregare" interverranno le squadre per "demolire l'edificio".

    Tuttavia, fonti locali contattate da AsiaNews riferiscono che la comunità cattolica non si farà intimorire e celebrerà regolarmente le funzioni del prossimo fine settimana. "Non abbiamo alternative - spiega p. Gaib Pr, parroco della San Giovanni Battista - se non quella di riunirci in quest'unico luogo di preghiera". Egli aggiunge che i cattolici hanno adempiuto a tutte le procedure di rito per ottenere i permessi di costruzione, ma da anni l'amministrazione di Bogor rifiuta di concedere il nulla osta.

    Del resto le autorità della municipalità di Bogor non sono nuove a episodi di abusi e violenze contro le altre religioni, in particolare la comunità cristiana protestante che fa riferimento alla GKI Yasmin Church (Yc), da tempo nel mirino del sindaco Diani Budiarto e dei suoi solerti funzionari, che di recente hanno chiuso il luogo di culto con lo stesso pretesto. In passato, inoltre, l'area è stata teatro di violenze anticristiane in particolare durante le principali festività come il Natale o Pasqua (cfr. AsiaNews 23/12/2012 West Java: gruppi estremisti islamici minacciano i cattolici, celebrazioni natalizie a rischio).

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/08/2013 INDONESIA
    Arcivescovo di Jakarta: rischio attentati, mantenere alta l'attenzione e i controlli
    In una circolare interna a sacerdoti e leader cattolici, mons. Ignatius Suharyo lancia l’allarme per possibili episodi di violenza anticristiana. Il prelato chiede al contempo “collaborazione e amicizia”. Ieri due bombe molotov sono state lanciate nel cortile di una scuola cattolica a Jakarta. Sacerdote: i gesti sono legati alla festa che segna la fine del Ramadan.

    06/05/2013 INDONESIA
    West Java, centinaia di estremisti attaccano case e una moschea ahmadi
    L’assalto contro la minoranza musulmana è avvenuto ieri all’alba. La folla ha attaccato con bastoni, pietre e altre armi rudimentali. Polizia ed esercito presidiano la zona nel timore di nuove violenze. la comunità aveva da poco concluso una riunione di preghiera, con lettura di passi del Corano. Resta alta la tensione interconfessionale nella provincia.

    07/03/2014 INDONESIA
    Molucche: in fiamme il seminario saveriano di Amboina, gravi danni alla struttura
    All'origine del rogo un (probabile) corto circuito; la polizia ha avviato un'inchiesta per accertare le cause che hanno dato origine alle fiamme. Distrutto l'intero secondo piano, dove si trovavano le camere dei seminaristi e una cappella per la preghiera. Gli studenti accolti in alcune stanze del centro pastorale diocesano.

    05/10/2004 INDONESIA
    Una suora a Sang Timur: "Armi in pugno gli islamici vogliono chiudere la chiesa e la scuola"
    L'arcidiocesi di Jakarta chiede l'intervento del governo per permettere la costruzione della chiesa.

    05/11/2004 indonesia
    Cristiano decapitato nelle Sulawesi Centrali




    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®