23/06/2014, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Bangladesh, condannati a morte 8 islamisti per la strage di Capodanno

di Sumon Corraya
Sono tutti militanti dell'Harkat-ul-Jihad -al-Islami (HuJI), organizzazione illegale dal 2005. Nel 2001 uccisero 10 persone a Dhaka durante le celebrazioni del Nuovo Anno bengalese. Qualche mese dopo misero una bomba nella chiesa del Santissimo Redentore (diocesi di Khulna), uccidendo 10 persone. Altri sei membri condannati al carcere a vita.

Dhaka (AsiaNews) - Questa mattina un tribunale di Dhaka ha condannato a morte otto estremisti islamici dell'organizzazione Harkat-ul-Jihad -al-Islami (HuJI) per l'assassinio di 10 persone in un attentato del 2001 al Ramna Batamul, vicino all'università della capitale, dove si celebrava il Pahela Baishakh (Capodanno bengalese). Tra i condannati alla pena capitale c'è anche il leader dell'HuJI, il muftì Abdul Hannan. La corte ha comminato l'ergastolo e una multa di 50mila taka ciascuno (474 euro) ad altri sei militanti del gruppo.

L'Harkat-ul-Jihad -al-Islami ("Movimento del Jihad islamico") è un'organizzazione fondamentalista islamica votata a instaurare un dominio islamico. È attiva soprattutto nell'Asia meridionale - in Pakistan, Bangladesh e India - sin dai primi anni '90.

Il 14 aprile 2001, nel pieno delle celebrazioni del Nuovo anno bengalese, una serie di esplosioni uccisero 10 persone e ferirono altre 50. Poco dopo l'attentato al Ramna Batamul, l'HuJI rivendicò la responsabilità del gesto, nel quale perse la vita - suicidandosi - anche un membro dell'organizzazione.

Il 6 giugno dello stesso anno il gruppo fondamentalista organizzò un altro attentato, questa volta contro la chiesa del Santissimo Redentore, nella diocesi di Khulna (distretto sudoccidentale di Gopalgonj). La bomba venne piazzata dentro il luogo di culto, uccidendo 10 fedeli e ferendo altri 26. Per questo attacco diverse associazioni cristiane continuano a chiedere giustizia.

L'HuJI è stato anche il primo sospettato per il tentato omicidio del Primo ministro Sheikh Hasina nel 2010, oltre che per una serie di attentati avvenuti nel 2005. Dall'ottobre di quell'anno il governo del Bangladesh lo ha dichiarato ufficialmente illegale.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nel ricordo dell'attacco alla chiesa di Banirchor, i cattolici chiedono giustizia
04/06/2021 10:43
Gruppi islamisti cercano reclute nelle comunità transgender
12/03/2021 10:38
Militanti attaccano il furgone carcerario per liberare il leader islamista Abdul Hannan
07/03/2017 12:35
Dhaka, chiese sorvegliate dopo gli attentati nello Sri Lanka
08/05/2019 15:51
Dhaka, capodanno con un nuovo lockdown
15/04/2021 12:31


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”