10/03/2020, 10.59
BANGLADESH
Invia ad un amico

Suora premiata per il servizio all’educazione: Amo Dio e il mio lavoro

di Sumon Corraya

Sr. Mary Christina è la preside della scuola femminile cattolica di Gazipur (nord di Dhaka). Circa 1.600 alunne iscritte, in maggioranza musulmane povere. La religiosa è nell’apostolato educativo da 36 anni. L’istruzione combatte il fenomeno dei matrimoni precoci.

Dhaka (AsiaNews) – Una suora cattolica del Bangladesh è stata premiata per il suo grande contributo dato all’educazione nel suo Paese. È sr. Mary Christina, 55 anni, delle suore di Maria Regina degli apostoli. Da 11 anni la religiosa è preside della St. Mary’s Girl School & College di Gazipur, a nord della capitale. La premiazione è avvenuta a Dhaka il 7 marzo, alla vigilia della festa internazionale della donna.

Insieme a sr. Mary, la Christian Co-operative Credit Union Ltd. di Dhaka ha insignito altre otto donne. A tutte loro è stato consegnato uno stemma e un certificato. Ricevendo il premio, la religiosa ha dichiarato: “Sono onorata. È un riconoscimento del mio servizio. Questo premio mi spinge ancora di più a lavorare bene”. Sulla propria vocazione, afferma: “Prima di tutto, sono una suora. In secondo luogo, un’insegnante. Dipendo totalmente da Dio, prego ogni giorno. Inoltre amo il mio lavoro, mi rende davvero felice”.

Sr. Mary è impegnata nell’educazione dei ragazzi da 36 anni. Nell’istituto da lei gestito sono iscritte circa 1.600 alunne, in maggioranza musulmane. “Siamo molto apprezzati – dice – per il livello d’insegnamento. Predichiamo il Vangelo svolgendo il nostro lavoro”. Da quando è stata nominata alla direzione, la scuola ha ottenuto diversi premi per la qualità dell’istruzione, a livello nazionale e locale, e per le competizioni sportive.

Tempo fa, racconta la suora, “il Bangladesh era una nazione analfabeta”. Secondo l’Unesco, oggi il tasso di alfabetizzazione adulta è del 72,89%; per quanto riguarda la distribuzione di genere, gli uomini istruiti sono il 75,7%, le donne il 70,09%.

La congregazione di cui fa parte ha iniziato l’apostolato educativo aprendo la prima scuola in un villaggio remoto nel 1993. Oggi gestisce 38 scuole, compresi due licei. Gli studenti dell’area di Toomila, dove sorge il complesso, “sono davvero bisognosi. A volte non riescono a pagare la retta di circa 300 taka (tre euro), pertanto anch’io faccio fatica a distribuire gli stipendi ai 46 docenti a fine mese”.

Fino al 2014 l’istituto femminile impartiva lezioni fino alla 10ma classe. “Dopo l’aggiunta degli anni del college – continua – il livello d’istruzione delle ragazze è aumentato. In passato, al termine della 10ma classe i genitori organizzavano i matrimoni delle figlie, dal momento che in zona non c’era la possibilità di proseguire gli studi. Ora invece le studentesse continuano ad apprendere e diventano molto preparate”.

Accanto ai libri di testo, prosegue sr. Mary, “insegniamo i valori morali. Proponiamo un’educazione etica e spirituale, così facendo formiamo buoni esseri umani. Grazie ai nostri insegnamenti, diversi alunni cristiani hanno scelto la vita religiosa e sono stati consacrati sacerdoti e suore. Al tempo stesso, gli scolari musulmani sono diventati buoni musulmani”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Manila, il Parlamento approva la legge contro le spose bambine
09/09/2021 09:26
Sr Nirmala testimone di Cristo fra gli indù del suo paese natale
07/03/2004
Boom dell'economia cinese, tutto a svantaggio delle donne
08/03/2004
Spose bambine salvate dalle scuole don Bosco in India
08/03/2016 16:02
Bangladesh, la Pasqua torna festa nazionale
19/04/2019 11:54


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”