Skin ADV
06 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

    05/02/2016 - RUSSIA – VATICANO

    Incontrando i giornalisti, il metropolita Hilarion afferma che anche se restano irrisolte questioni come la diffusione dei greco-cattolici in Ucraina il Patriarcato si augura che l’incontro “possa aprire una nuova pagina nei rapporti tra le Chiese".

     




    05/02/2016 - VATICANO - RUSSIA

    Papa: vedrà Kirill, prima volta nella storia di un papa e un patriarca di Mosca


    L’incontro avverrà a Cuba, dove Francesco farà scalo andando in Messico. Prevista una dichiarazione comune.In programma due ore di colloquio privato e la firma di una dichiarazione comune.


    05/02/2016 - VATICANO

    Papa: “Lo stile di Dio non è lo stile dell’uomo”, Dio vince con l’umiltà


    Commentando la morte di Giovanni Battista, Francesco invita a “chiedere al Signore la grazia dell’umiltà che aveva Giovanni e non addossare su di noi meriti o glorie di altri. E soprattutto, la grazia che nella nostra vita sempre ci sia il posto perché Gesù cresca e noi veniamo più in basso, fino alla fine”.


    04/02/2016 - VATICANO

    Papa: la migliore eredità che possiamo lasciare è la fede in questo Dio che “non delude mai”


    Pensare “all’ultimo passo” è “una luce che illumina la vita”, “è una realtà che dobbiamo avere sempre davanti a noi”. Chiediamo a Dio di non avere paura della morte.


    03/02/2016 - VATICANO

    Papa: Dio vuole salvare tutti ed è la sua misericordia che “porta a compimento la giustizia”


    Perdonare e aiutare il colpevole a riconoscere e rifiutare il male è anche “il modo di risolvere i contrasti all’interno delle famiglie, nelle relazioni tra sposi o tra genitori e figli, dove l’offeso ama il colpevole e desidera salvare la relazione che lo lega all’altro. Non tagliare quella relazione, quel rapporto”. “Eessere confessori è una responsabilità tanto grande, tanto grande, perché quel figlio, quella figlia che viene da te cerca soltanto di trovare un padre. E tu, prete, che sei lì nel confessionale, tu stai lì al posto del Padre che fa giustizia con la sua misericordia”.


    02/02/2016 - VATICANO

    Papa: i consacrati siano segno di vicinanza di Dio e di condivisione con le ferite dell’uomo di oggi


    Francesco celebra la messa per il Giubileo della vita consacrata. “Guai all’abitudine nella vita spirituale; guai a cristallizzare i nostri carismi in una dottrina astratta”. “I nostri fondatori sono stati mossi dallo Spirito e non hanno avuto paura di sporcarsi le mani con la vita quotidiana, con i problemi della gente, percorrendo con coraggio le periferie geografiche ed esistenziali”.


    01/02/2016 - VATICANO

    Papa: la vita consacrata sia profezia, prossimità e speranza


    In un discorso improvvisato per i partecipanti al Giubileo della vita consacrata Francesco ha condannato  il “terrorismo delle chiacchiere”, ha detto che l’obbedienza forte non è “disciplina”, ma è “donazione del cuore”, come quella di Gesù, ha raccomandato di non pensare ai soldi, che non danno la speranza vera, riposta “solo” nel Signore, e di pregare per il dono di nuove vocazioni, perché le comunità invecchiano, ma evitando la “inseminazione artificiale”, ossia l’accoglienza senza “serietà”.


    01/02/2016 - VATICANO

    Papa: l’umiltà è la strada della santità e “l’unica strada per l’umiltà è l’umiliazione”


    Commentando la vicenda di re David, Francesco osserva che egli era un peccatore, ma non un corrotto. “Il fine di Davide, che è la santità, viene tramite l’umiliazione. Il fine della santità che Dio regala ai suoi figli, regala alla Chiesa, viene tramite l’umiliazione del suo Figlio, che si lascia insultare, che si lascia portare sulla Croce – ingiustamente … E questo Figlio di Dio che si umilia, è la strada della santità”.


    31/01/2016 - VATICANO – FILIPPINE

    Papa a Cebu: La presenza di Cristo, promessa di gioia e invito alla missione


    In un videomessaggio inviato per la conclusione del 51mo Congresso Eucaristico internazionale, Francesco sottolinea la gioia per l’incontro “che ha riunito tante persone del vasto continente asiatico”. In Asia testimoniare Gesù “passa sempre più spesso attraverso una testimonianza di vita”. Il Congresso del 2020 sarà a Budapest, Ungheria.


    31/01/2016 - VATICANO

    Papa: L’unico privilegio agli occhi di Dio è non avere alcun privilegio


    Francesco commenta il Vangelo odierno sottolineando una tentazione “alla quale l’uomo religioso è sempre esposto, e dalla quale occorre prendere decisamente le distanze: la tentazione di considerare la religione come un investimento umano e, di conseguenza, mettersi a “contrattare” con Dio cercando il proprio interesse”. Presenti in piazza i ragazzi dell’Azione cattolica di Roma per l’annuale Carovana della pace. L’appello del pontefice per i lebbrosi: “Una malattia che colpisce ancora i poveri e gli emarginati”.


    30/01/2016 - VATICANO

    Papa: Missione e misericordia sono la base della fede, ogni cristiano è un Cristoforo


    Francesco inaugura le Udienze generali giubilari con una riflessione sulla “stupenda circolarità” fra missione e misericordia. Il segno concreto che abbiamo incontrato Gesù “è la gioia che proviamo nel comunicarlo anche agli altri. E questo non è fare proselitismo: è fare un dono. Io ti do quello che dà gioia a me”. In conclusione il papa invita la folla a pregare per la signora Elvira, che lavorava a Casa Santa Marta ed è stata chiamata dal Signore. 


    29/01/2016 - VATICANO

    Giubileo: mons. Fisichella, a Roma già 1.392.000 pellegrini


    Il 10 febbraio i Missionari della Misericordia riceveranno dal Papa il “mandato” col quale avranno l’autorità di perdonare anche i peccati che sono riservati alla Sede Apostolica. Dal 3all’11 febbraio a Roma le reliquie di san Leopoldo Mandić e san Padre Pio da Pietrelcina.

     


    29/01/2016 - VATICANO

    Papa: “Peccatori sì, Signore, siamo tutti, ma corrotti mai!”


    Commentando la vicenda di David e Betsabea Francesco ammonisce che “la corruzione è un peccato più facile per tutti noi che abbiamo qualche potere, sia potere ecclesiastico, religioso, economico, politico… Perché il diavolo ci fa sentire sicuri: ‘Ce la faccio io’”.

     


    28/01/2016 - VATICANO

    Papa: verso i malati disponibili come Maria e affidandosi a Gesù misericordioso


    Messaggio di Francesco per la Giornata mondiale del malato di quest’anno che sarà celebrata in modo solenne in Terra Santa, scelta anche per favorire il dialogo con ebrei e musulmani. “Nella sollecitudine di Maria si rispecchia la tenerezza di Dio. E quella stessa tenerezza si fa presente nella vita di tante persone che si trovano accanto ai malati e sanno coglierne i bisogni, anche quelli più impercettibili, perché guardano con occhi pieni di amore”.

     


    28/01/2016 - VATICANO

    Papa: gli embrioni e le persone malate e anziane non vanno trattati “come materiale scartabile”


    “La Chiesa, pur sensibile ai temi della bioetica, “non rivendica alcuno spazio privilegiato in questo campo”. “Si tratta, in sostanza, di servire l’uomo, tutto l’uomo, tutti gli uomini e le donne, con particolare attenzione e cura per i soggetti più deboli e svantaggiati, che stentano a far sentire la loro voce, oppure non possono ancora, o non possono più, farla sentire”.


    28/01/2016 - VATICANO

    Papa: il cristiano deve essere testimone della “luce di Gesù” e “magnanimo”


    “Quando un cristiano preferisce non far vedere la luce di Dio ma preferisce le proprie tenebre, esse gli entrano nel suo cuore perché ha paura della luce e gli idoli, che sono tenebre, gli piacciono di più, allora gli manca: gli manca qualcosa e non è un vero cristiano”. “Quando tu entri in questa luce di Gesù, quando tu entri nell’amicizia di Gesù, quando ti lasci guidare dallo Spirito Santo, il cuore diventa aperto, magnanimo …”.


    26/01/2016 - VATICANO-IRAN

    Papa: riceve Rouhani, ruolo dell’Iran per la pace in Medio Oriente e libertà religiosa


    Il presidente iraniano a colloquio privato con Francesco per 40 minuti. Contrastare la diffusione del terrorismo e il traffico di armi. “L’importanza del dialogo interreligioso e la responsabilità delle comunità religiose nella promozione della riconciliazione, della tolleranza e della pace”. Al momento del commiato il presidente ha chiesto al Papa "le chiedo di pregare per me".


    26/01/2016 - VATICANO

    Papa: Quaresima, tempo per uscire dal “delirio di onnipotenza” che il male suscita nelle persone e nelle società


    Si intitola «“Misericordia io voglio e non sacrifici” (Mt 9,13). Le opere di misericordia nel cammino giubilare» il messaggio per la Quaresima di questo Anno santo. “Strutture di peccato collegate ad un modello di falso sviluppo fondato sull’idolatria del denaro”. “Il pericolo che, a causa di una sempre più ermetica chiusura a Cristo, che nel povero continua a bussare alla porta del loro cuore, i superbi, i ricchi ed i potenti finiscano per condannarsi da sé a sprofondare in quell’eterno abisso di solitudine che è l’inferno”.


    25/01/2016 - VATICANO

    Papa: “misericordia e perdono per i comportamenti non evangelici” di cattolici verso i cristiani di altre Chiese


    Nella giornata conclusiva della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani Francesco afferma che non può esserci unità dei cristiani senza misericordia e perdono. I cristiani “compiono davvero passi importanti verso l’unità” quando “ascoltano insieme la Parola di Dio e cercano di metterla in pratica”, accomunati dalla missione di annunciare l’amore misericordioso di Dio e mentre camminano e lavorano insieme si rendono conto che sono “già uniti nel nome del Signore”.


    25/01/2016 - VATICANO - SVEZIA

    Papa: a ottobre in Svezia per una “commemorazione ecumenica” dei 500 anni della Riforma protestante


    Una cerimonia congiunta fra la Chiesa cattolica e la Federazione luterana mondiale è in programma il 31 ottobre a Lund. L’evento comprenderà una celebrazione comune fondata sulla guida liturgica cattolico-luterana, “Common Prayer”. Il 2017 “coinciderà anche con il 50mo anniversario del dialogo internazionale Luterano- Cattolico, dal quale sono scaturiti rilevanti risultati ecumenici, fra i quali il più significativo è la Joint Declaration on the Doctrine of Justification.

     


    24/01/2016 - VATICANO

    Papa: Evangelizzare i poveri è “la priorità”, non “assistenza sociale, tanto meno attività politica”


    Prima dell’Angelus, papa Francesco ribadisce che evangelizzare i poveri è “la missione di Gesù” e “la missione della Chiesa e di ogni battezzato”. “Siamo fedeli al programma di Cristo?”. Una preghiera a Maria, che  “ci aiuti a sentire fortemente la fame e la sete del Vangelo che c’è nel mondo, specialmente nel cuore e nella carne dei poveri”.


    22/01/2016 - VATICANO

    Papa: “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”


    Il matrimonio cristiano non è “un ideale per pochi, nonostante i moderni modelli centrati sull’effimero e sul transitorio”, ma “una realtà” che “può essere vissuta da tutti i fedeli battezzati”. Ma “quanti, per libera scelta o per infelici circostanze della vita, vivono in uno stato oggettivo di errore, continuano ad essere oggetto dell’amore misericordioso di Cristo e perciò della Chiesa stessa”.


    22/01/2016 - VATICANO

    Papa: misericordia anche nella comunicazione: no a linciaggio morale da politici, giornalisti e social media


    E’ “Comunicazione e Misericordia: un incontro fecondo” il tema scelto da papa Francesco per la 50ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Le parole “hanno il potere di creare ponti”. Una società radicata nella misericordia non è “ingiustificatamente idealistica o eccessivamente indulgente”. “Ascoltare è molto più che udire. L’udire riguarda l’ambito dell’informazione; ascoltare, invece, rimanda a quello della comunicazione, e richiede la vicinanza”.


    22/01/2016 - VATICANO

    Papa: compito dei vescovi, testimoni di Gesù, è pregare e predicare la salvezza


    “Sono propriamente questi due compiti che fanno forti le colonne della Chiesa. Se queste colonne si indeboliscono perché il vescovo non prega o prega poco, si dimentica di pregare; o perché il vescovo non annuncia il Vangelo, si occupa di altre cose, la Chiesa anche si indebolisce; soffre. Il popolo di Dio soffre. Perché le colonne sono deboli”.

     


    21/01/2016 - VATICANO

    Papa: tutti, giovani o anziani o anche turisti curiosi trovino nei santuari “l’accoglienza dovuta”


    La religiosità popolare “è una genuina forma di evangelizzazione, che ha bisogno di essere sempre promossa e valorizzata, senza minimizzare la sua importanza”. I sacerdoti che confessano nei santuari “devono avere il cuore impregnato di misericordia; il loro atteggiamento dev’essere quello di un padre”.

     

     


    21/01/2016 - VATICANO

    Papa: l’invidia e la gelosia “uccidono” nel cuore, sono “un peccato brutto”


    L’invidia “è quella che ha portato alla morte Gesù. Lo strumento, l’ultimo strumento”. “Chiedere al Signore la grazia di non consegnare mai, per invidia, alla morte un fratello, una sorella della parrocchia, della comunità, neanche un vicino del quartiere: ognuno ha i suoi peccati, ognuno ha le sue virtù. Sono proprie di ognuno. Guardare il bene e non uccidere con le chiacchiere per invidia o per gelosia”.

     


    20/01/2016 - VATICANO

    Papa: i nuovi modelli industriali che promuovono la tecnologia, rispettino la centralità dell’uomo


    Nel messaggio inviato al Forum di Davos, Francesco chiede in particolare di non permettere che “la cultura del benessere ci anestetizzi e ci renda «incapaci di provare compassione dinanzi al grido di dolore degli altri»”, rendendosi conto che “le nostre stesse azioni sono causa di ingiustizia e disuguaglianza”.


    19/01/2016 - VATICANO

    Papa: “Non c’è alcun Santo senza passato, neppure alcun peccatore senza futuro”


    Commentando le vicende di re David, Francesco evidenzia che Dio sceglie un ragazzo, che a giudizio umano “non contava”. “Santo e peccatore. Un uomo che ha saputo unire il Regno, ha saputo portare avanti il popolo d’Israele”. Ma ha anche peccato, è stato anche un assassino. “Ma quando Dio ha inviato il profeta Natan per fargli vedere questa realtà, perché lui non si era accorto della barbarie che aveva ordinato, ha riconosciuto ‘ho peccato’ e ha chiesto perdono”.

     


    18/01/2016 - VATICANO

    Papa: “Alle novità dello Spirito, alle sorprese di Dio anche le abitudini devono rinnovarsi”


    “Questo è il messaggio che oggi ci dà la Chiesa. Questo è quello che Gesù dice tanto forte: ‘Vino nuovo in otri nuovi’. Alle novità dello Spirito, alle sorprese di Dio anche le abitudini devono rinnovarsi”.


    15/01/2016 - VATICANO

    Papa: “La fede è un dono. Nessuno ‘merita’ la fede. Nessuno la può comprare”


    La cosa più difficile è capire che Gesù viene a “salvarci dalle malattie”, ma innanzitutto a “salvarci dai nostri peccati, salvarci e portarci dal Padre”. “La prova che io credo che Gesù Cristo è Dio nella mia vita, che è stato inviato a me per ‘perdonarmi’, è la lode: se io ho capacità di lodare Dio. Lodare il Signore. E’ gratuito, questo. La lode è gratuita. E’ un sentimento che dà lo Spirito Santo e ti porta a dire: ‘Tu sei l’unico Dio’”.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Intervista al Papa sulla Cina: entusiasmo e scetticismo fra i cattolici cinesi. Alcuni sacerdoti sotto il torchio della polizia

    Maria Chen

    Giornali e radio di Stato hanno dato notizia dell’intervista di papa Francesco ad Asia Times. Vi è chi sogna che il pontefice possa visitare la Cina al più presto. Sacerdoti sotterranei sotto interrogatorio. Apprezzamenti per “il ramo d’ulivo” teso dal pontefice e per aver sottolineato il valore della cultura cinese. Ma si è scettici verso la risposta della leadership di Pechino. Il dialogo fra Cina e Vaticano non porta a risultati perché vi sono interessi diversi: politici e religiosi. Non avere fretta di stabilire relazioni diplomatiche per non sacrificare la libertà della Chiesa e il sacrificio dei suoi martiri. La Chiesa cinese è in crescita.


    VATICANO-CINA
    Papa Francesco ridice il suo amore alla Cina e a Xi Jinping



    Il pontefice elogia la “saggezza” e la “grandezza” della Cina e fa gli auguri a Xi Jinping per il Nuovo Anno cinese della Scimmia. Non bisogna “temere” la Cina, ma entrare in dialogo con essa per mantenere la pace nel mondo. Avere “misericordia” per il recente passato del Paese e “andare avanti” per cambiare la realtà. Nell’intervista, per scelta del giornalista, non si parla dei dialoghi fra Vaticano e Cina o di temi religiosi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    Terra Santa Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®