04/07/2017, 09.04
COREA-USA-CINA
Invia ad un amico

Un altro missile dalla Corea del Nord. Kim provoca Trump e Cina. Moon chiede l’intervento dell’Onu

Pyongyang rivendica il successo per il missile "intercontinentale". Il governo giapponese presenta protesta formale all'Onu. Anche il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in chiede l'intervento della Nazioni Unite. Il G20 di Amburgo si occuperà della vicenda in un incontro trilaterale fra Abe, Trump e Moon. 

Seoul (AsiaNews/Agenzie) - La Corea del Nord ha testato un altro missile sfidando la pressione internazionale suscitando la rapida reazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il missile ha volato per 930 chilometri prima di inabissarsi nelle acque del Giappone. La televisione di Pyongyang esalta il successo del missile "intercontinentale", capace di colpire fino al Giappone  e perfino in Alaska.

Il lancio è avvenuto alle 9.40 (ora locale) dall’aeroporto di Panghyon, a circa 100 chilometri a nord-ovest di Pyongyang. Il tempo di volo stimato è stato di circa 40 minuti. Il governo giapponese ha presentato una formale protesta per la violazione delle risoluzioni delle Nazioni Unite. Il lancio del missile è avvenuto a pochi giorni dall’avvio dei lavori del G20 del 7 e 8 luglio, quando i leader degli Stati Uniti, Cina, Giappone e Corea del Sud discuterranno sugli sforzi per frenare i test nucleari della Corea del Nord.

Nei giorni scorsi la Corea del Nord era stata al centro di un giro di telefonate tra il presidente della Cina Xi Jinping e Trump. Trump ha anche parlato con il primo ministro giapponese Shinzo Abe. Abe ha annunciato che avrà uno scambio di opinioni sul tema della Corea del Nord con Trump e il presidente sudcoreano Moon Jae-in in una riunione trilaterale a margine del vertice del G20 ad Amburgo.

"I leader del mondo si riuniranno al G20 e voglio sfruttare questa opportunità per appellarmi con forza al coordinamento da parte della comunità internazionale nel rispondere alla Corea del Nord", ha detto Abe. Trump ha riaffermato che l'alleanza Giappone-Usa "è pronta a difendere e rispondere a qualsiasi minaccia o azione intrapresa dalla Corea del Nord". Abe ha anche detto di voler appellarsi a Xi e al presidente russo Vladimir Putin anziché assumano un atteggiamento “più fattivo” verso Pyongyang.

 Dopo la notizia dell'ultimo lancio, Trump ha scritto su Twitter: "La Corea del Nord ha appena lanciato un altro missile. Questo tipo non ha qualcosa di meglio da fare nella sua vita?" con chiaro riferimento al leader del Nord, Kim Jong-un. Trump si è augurato che la Cina, tra i principali alleati di Pyongyang, «prema con decisione sulla Corea del Nord e faccia finire questa insensatezza una volta per tutte!» Solo la scorsa settimana l’amministrazione americana aveva dichiarato che gli sforzi nei confronti della Cina per ottenere un intervento risolutivo sulla Corea del Nord erano falliti.

Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha invocato le sanzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu  contro la Corea del Nord per il suo ultimo lancio di missili. Il presidente ha detto ai suoi funzionari della sicurezza e delle relazioni esterne di cercare "misure di sicurezza delle Nazioni Unite in stretta collaborazione con gli alleati del paese, compresi gli Stati Uniti", ha dichiarato il suo portavoce Yoon Young-chan. Moon ha convocato una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza nazionale. Yoon ha dichiarato che il missile in questione è di fascia intermedia, ma rappresenta un ulteriore passo verso lo sviluppo di un missile balistico intercontinentale.

L'ambasciatore cinese all'Onu Liu Jieyi ha avvertito che l'ulteriore escalation di tensioni già elevate con la Corea del Nord rischia di sfuggire al controllo. "Le conseguenze sarebbero disastrose", ha concluso. Pyongyang ha dichiarato di voler lavorare ad un missile nucleare capace di colpire gli Stati Uniti. Shea Cotton, ricercatrice presso il Centro James Martin per gli Studi non proliferativi negli Stati Uniti, ha suggerito che il lancio di un martedì è stato deliberatamente tempestato per coincidere con l'anniversario della dichiarazione di indipendenza statunitense. "È già il 4 luglio in Corea del Nord", ha scritto su Twitter. "Ho un po' il sospetto che stanno sparando alcuni fuochi d'artificio oggi proprio per questo".

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato la sua ultima risoluzione con sanzioni nei confronti della Corea del Nord a giugno. Pyongyang rifiuta regolarmente le prese di posizione delle Nazioni Unite dicendo che violano il suo diritto sovrano di autodifesa e di esplorazione spaziale.

Quest'anno ci sono stati altri 10 lanci di missili rilevati dalla Corea del Nord. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pyongyang lancia un missile oltre il Giappone: minaccia ‘senza precedenti’
29/08/2017 09:00
Kim Jong-un: Stop ai piani militari contro il Sud
24/06/2020 08:39
Consiglio di sicurezza Onu sulla Corea del Nord: Guerra, sanzioni, dialogo
05/09/2017 09:12
Il ‘terremoto’ del test nucleare di Pyongyang. Le reazioni nel mondo
04/09/2017 09:13
Pyongyang: Invieremo le nostre truppe al confine con il Sud
16/06/2020 09:00