07/01/2014, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Bangladesh, dopo le elezioni cristiani e indù vivono nella paura

di Sumon Corraya
Le minoranze religiose del Paese hanno disertato le urne per le minacce degli islamisti. Il risultato elettorale ha visto vincente il Partito al governo, ma le opposizioni hanno boicottato il voto. La polizia non interviene a tutela della popolazione: almeno 25 morti negli scontri fra fazioni.

Dhaka (AsiaNews) - Le minoranze religiose del Bangladesh hanno vissuto con paura le elezioni generali del 5 gennaio scorso, che hanno visto vincere con ampio margine il Partito dell'Awami League già al governo. Il risultato era scontato, dato che le opposizioni e il Bangladesh National Party avevano annunciato di voler boicottare le urne. Al voto ha partecipato circa il 20 % della popolazione, contro il 70 % delle parlamentari del 2008.

Negli ultimi tre giorni, almeno 25 persone sono morte durante gli scontri fra sostenitori di diverse posizioni. Le minoranze, soprattutto cristiani e indù, sono state costrette a non esercitare il proprio diritto di voto a causa delle minacce degli integralisti. Samor Gomas, cattolico del distretto di Natore, spiega: "Non ci hanno permesso di fare nulla, ci hanno minacciato di morte in caso di voto".

La polizia è rimasta a guardare: un indù di Jessore dice di aver chiamato degli agenti per garantire la loro sicurezza, ma "nessuno è venuto a darci una mano". A Sindurmoti, dove vive una comunità composta da 4mila persone di cui il 90 % di fede induista, non ha votato nessuno.

I leader politici non sembrano in grado di trovare a breve termine una soluzione alla situazione. Il premier Sheikh Hasina ha dichiarato che "le elezioni sono state corrette e noi abbiamo vinto. Se il Bnp sceglie il dialogo potremo discutere, ma prima devono finire le violenze". Da parte sua, l'opposizione sceglie la linea dura: "Continuiamo a tutti i costi il movimento contro il governo - dice il vice presidente del Bnp Rahman - unendo il popolo e discutendo, rafforzando la base del Partito e entrando in azione".

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Bangladesh ha la prima deputata cattolica: Dedico la mia vittoria a tutti i cristiani
14/02/2019 11:05
Bangladesh, esplode la violenza ‘pre-elettorale’: 5 morti e oltre 500 feriti
28/10/2013
Dhaka, vittoria schiacciante per la premier Sheikh Hasina
31/12/2018 09:04
Dhaka, vigilia delle elezioni: ‘Esito scontato, opposizione neutralizzata’
29/12/2018 08:00
Chittagong, sconfitta l’Awami League
18/06/2010