20/11/2005, 00.00
Cina - Stati Uniti
Invia ad un amico

Bush chiede a Pechino di "fare di più" per la libertà religiosa e per il commercio

Come primo gesto della sua visita, il presidente americano si è recato stamane a un servizio religioso.

Pechino (AsiaNews) – Dopo aver partecipato alla liturgia in una chiesa protestante, il presidente Bush ha incontrato oggi Hu Jintao, chiedendo più libertà religiosa, rispetto per i dissidenti, urgenti passi per ridurre il debito che gli Stati Uniti hanno con la Cina. Hu Jintao, da parte sua, ha promesso di risolvere alcune questioni economiche, proprio mentre si diffondeva la notizia che Pechino aveva acquistato 70 Boeing 737.

L'incontro fra i due presidenti è avvenuto presso la Grande sala del popolo, in piazza Tiananmen. Prima di questo appuntamento Bush si era recato stamane alle 7.30 alla chiesa protestante di Gangwashi, per partecipare al servizio liturgico insieme alla moglie Laura.

La partecipazione alla liturgia domenicale è stato il primo gesto pubblico nella visita di due giorni del presidente americano in Cina. Il gesto è visto dagli osservatori come un modo per spingere Pechino a garantire più libertà religiosa ai cinesi.

La chiesa di Gangwashi, costruita nel '22 dagli anglicani, è stata ricostruita nel 2004. Da diversi giorni tutto il quartiere di Xisi, dove si trova la chiesa, è circondato da personale della sicurezza. Entrando nell'edificio, tutta l'assemblea di circa 700 persone ha applaudito con forza.

Alla fine della liturgia, sul libro degli ospiti il presidente Bush ha scritto: "Dio benedica i cristiani della Cina". Sua moglie vi ha aggiunto: "Con amore e rispetto, Laura Bush". Il pastore Du Fengying e Yu Xinli, presidente del Consiglio dei cristiani di Pechino hanno regalato a Bush una bibbia in cinese e in inglese.

La chiesa visitata da Bush appartiene al gruppo delle chiese riconosciute dal governo. Le statistiche statali affermano che vi sono in Cina 15 milioni di protestanti. In realtà, la somma di vari gruppi e sette protestanti arriva fino a 50-80 milioni. Essi si radunano nelle cosiddette chiese domestiche ed essendo illegali, subiscono arresti, sequestri di materiale religioso e distruzione di edifici. In molte chiese protestanti sotterranee a Pechino oggi si è pregato per Bush.

Nell'incontro con il presidente Hu Jintao, Bush ha detto: "È importante che in Cina crescano le libertà sociali, politiche e religiose. Noi incoraggiamo la Cina a continuare a compiere una storica transizione verso una più grande libertà". Personalità dell'amministrazione americana affermano che il presidente americano ha anche caldeggiato un incontro fra Hu Jintao e il Dalai Lama, il leader religioso tibetano in esilio. Lo stesso Bush ha detto ai giornalisti che egli ha spinto le autorità cinesi ad aprire dialoghi col Vaticano.

Dal punto di vista dell'economia, Bush ha domandato a Hu trovare vie per ridurre il debito estero che gli Usa hanno con la Cina, che sta per arrivare alla vertiginosa cifra di 200 miliardi di dollari. Per questo Bush chiede di aprire ancora di più il mercato cinese all'agricoltura  e al commercio americani; di proteggere i diritti di proprietà intellettuali americani in Cina (dove si clonano film, software, libri e altro materiale); di rivalutare lo yuan che secondo gli economisti americani è sottovalutato del 40%, rendendo i beni cinesi molto competitivi e i beni americani troppo cari.

Hu ha promesso di prendere provvedimenti, ma non ha specificato il come. Intanto, quasi a coronare le pressioni di Bush, è stata diffusa stamane la notizia dell'acquisto da parte della Cina di 70 Boing 737, del valore di circa 5 miliardi di dollari Usa.

Bush ha invitato Hu a visitare la Casa Bianca la prossima primavera. Un viaggio di Hu negli Stati Uniti era previsto lo scorso settembre, ma a causa dei problemi suscitati dall'uragano Katrina, la visita è stata sospesa.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pechino: blackout quasi totale sulla visita in chiesa di Bush e sui diritti umani
21/11/2005
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Deputati Usa chiedono l'intervento di Bush a favore di un democratico cinese
11/04/2006
Bush dal Papa: Medio Oriente, Africa e libertà religiosa
09/06/2007
Pechino, nuovi raid contro comunità cristiane protestanti
27/11/2013