19 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 21/10/2016, 12.23

    CINA

    Cina, 61 milioni di bambini abbandonati in campagna: i genitori sono lavoratori migranti in città



    Le condizioni di vita dei parenti e i veti delle autorità locali non garantiscono ai bambini la scuola e le cure mediche. Alti rischi di incidenti e di scivolamento nella delinquenza. Nel 2015 vi erano 247 milioni di lavoratori migranti in Cina.

    Pechino (AsiaNews) – Un sondaggio del governo mostra che vi sono almeno 61 milioni di bambini (e ragazzi) che nelle campagne della Cina vivono senza i genitori.

    Questi bambini semi-abbandonati vedono solo raramente i loro genitori che per la maggior parte dell’anno sono migrati per lavoro nelle ricche città costiere dell’est del Paese.

    I dati del sondaggio 2016 sulla popolazione migrante sono stati pubblicati ieri dalla Commissione nazionale per la salute e il family planning e mostrano una delle più preoccupanti piaghe della Cina. I ragazzi lasciati soli sono vittime di incidenti o sono avviati alla delinquenza.

    L’abbandono avviene perché molte città cinesi, sebbene invitino dalle campagne adulti migranti per lavoro, sfruttandoli come manodopera a basso costo, non concedono ai loro figli né scolarità, né cure per la salute. I magri salari dei migranti, oltre alle povere condizioni in cui vivono (containers, bicocche, ecc..) non permette loro di tenere i figli con sé.

    Il problema dei bambini lasciati soli è più acuto in Anhui, Henan e Sichuan, le province da cui proviene la maggior parte dei migranti. In queste regioni il 44% dei bambini vive senza la madre o il padre. Secondo il sondaggio, la media nazionale è del 36%.

    Lo scorso febbraio il Consiglio di Stato ha stabilito che i governi locali migliorino la salute psicologica e fisica di questi bambini, ma spesso la povertà dei loro genitori e la resistenza delle autorità locali rendono vane le indicazioni del governo centrale.

    Nel 2015 vi erano in Cina 247 milioni di lavoratori migranti, con un’età media di 29,3 anni. Due terzi dei migranti guadagnano fra i 2mila e i 5mila yuan (da 300 a 800 euro circa). Solo il 5% di loro guadagna più di 8mila yuan al mese (1250 euro).

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/01/2018 11:25:00 CINA
    Il ‘bambino di ghiaccio’, il volto della povertà

    Un bambino di otto anni percorre ogni mattina quasi 5 km per andare a scuola nel freddo dello Yunnan. È uno degli oltre 60 milioni di “bambini lasciati indietro” dai genitori migrati in città per trovare lavoro. La storia di Wang ha commosso la Cina.



    14/12/2010 CINA
    Ancora disabili schiavi scoperti in una fabbrica cinese
    Nello Xinjiang 11 disabili mentali costretti a turni massacranti, con cibo per cani e colpiti per ogni errore, senza ricevere salari né poter andare via. Nel Paese è ancora diffusa la coercizione fisica verso lavoratori, vera schiavitù. Il governo promette di debellarla, ma continuano a emergere casi.

    22/01/2008 CINA
    Contadina migrante nominata al parlamento nazionale
    Il governo del Guangdong nomina all’Assembea nazionale del popolo una giovane migrante del Sichuan e i media statali celebrano l’opera del governo per migliorare la condizione dei migranti. Ma intanto a Shanghai si annuncia la chiusura di 240 scuole per bambini migranti. Esperti: occorre riconoscere loro i diritti dei residenti.

    09/06/2010 KIRGHIZISTAN
    L’esodo della forza lavoro dal Kirghizistan
    Sono circa 800mila i lavoratori migranti, quasi il 14% della popolazione. I figli restano affidati ai nonni, con poco denaro e senza vedere i genitori anche per anni. Per molti giovani la speranza di una vita migliore è lasciare per sempre il Paese e diventare cittadini russi.

    11/08/2017 10:09:00 CINA
    Fujian, neonata avvolta in un sacchetto di plastica e spedita con corriere all'orfanotrofio

    Il fattorino l'ha liberata  dopo aver percepito i movimenti e sentito i vagiti provenienti dal pacco. Il fatto è avvenuto a Fuzhou nella provincia del Fujian il 9 agosto scorso. La bambina, nata parecchi giorni prima, si trova in buone condizioni. La mamma, 24 anni, è stata arrestata. Non sono chiare le cause del gesto.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®