17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 28/03/2013, 00.00

    CINA

    Cina, l’inquinamento costa allo Stato 138 miliardi di euro l’anno



    Secondo i dati del rapporto annuale del Ministero per la protezione ambientale, nel 2010 le perdite collegate allo smog – senza contare i danni alla salute – sono cresciute con più rapidità rispetto al Pil. Il governo incapace di contenere la situazione, che rischia di divenire esplosiva.

    Pechino (AsiaNews) - L'inquinamento che affligge la Cina da almeno un decennio costa allo Stato circa 138 miliardi di euro all'anno. Nel conto non sono compresi i costi relativi alle malattie e alle morti provocate dal fenomeno, che sembra inarrestabile. I dati vengono da uno studio governativo, sono relativi al 2010 e rappresentano il 2,5 % del fatturato totale annuo.

    Inoltre, sempre secondo lo studio, i costi provocati dall'inquinamento aumentano in maniera più rapida rispetto al Pil: sempre nell'anno preso in esame le perdite sono state del 13,7 contro una crescita totale del 10,4 %. Secondo il Ministero per la protezione ambientale, che ha condotto la ricerca, sarebbero serviti 558,9 miliardi di yuan (circa 60 miliardi di dollari) per eliminare i danni procurati dallo smog.

    Anche qui, sottolinea il testo, "siamo davanti a una crescita spaventosa, dato che nel 2004 sarebbero serviti 287,4 miliardi". Il riferimento all'anno non è casuale: anche se lo studio viene condotto con cadenza annuale, le pressioni dei governi locali - che non vogliono vedere ridotti gli obiettivi economici raggiunti - hanno evitato la pubblicazione di molte annate. Al momento ci sono solo il 2004, il 2008 e il 2010.

    La questione ambientale è uno dei maggiori problemi del governo centrale cinese. Costretto a crescere dal punto di vista economico a ritmi spaventosi, l'esecutivo non può mettere in pratica le politiche per la salvaguardia dell'eco-sistema e per il riciclaggio delle materie prime. Ma in questo modo, sottolineano gli esperti, non si fa altro che far crescere a dismisura il problema.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/06/2006 Cina
    Tibet: fra le proteste dei gruppi etnici ed ambientalisti, apre domani la nuova ferrovia

    Secondo diversi gruppi tibetani, la nuova linea Qinghai-Tibet serve solo ad accrescere il controllo di Pechino sulla regione. Temuto il nuovo afflusso di cinesi di etnia Han e di turisti, che potrebbero distruggere l'ambiente.



    22/12/2005 Kuwait
    Il capo dell'Opec visita Cina e Russia


    16/04/2015 CINA
    Cina, crolla l’economia: il governo al bivio fra nuovi stimoli e rischio implosione
    I dati sul primo trimestre del 2015 confermano i dubbi degli analisti: la seconda economia al mondo è in flessione. Il tracollo del surplus commerciale e quello dell’import-export sono sintomi di un mercato malato e drogato dall’iniezione di capitali da parte della Banca centrale. L’esecutivo vuole muovere verso un sistema più sostenibile, ma per farlo rischia una rivolta sociale.

    31/07/2013 CINA
    Fujian, esplode fabbrica di paraxilene. Ma per il governo sono “posti sicuri”
    L’industria doveva sorgere a Xiamen, ma le proteste popolari l’hanno spinta nei pressi di Zhangzhou. E ieri è saltata in aria. Nello stesso tempo appare un articolo sul Quotidiano del Popolo che elogia la produzione di paraxilene per frenare le manifestazioni (sempre più frequenti) contro gli espropri e l’inquinamento.

    02/08/2013 CINA
    Cina, nel 2013 l’aria è stata “dannosa per la salute” per 3 mesi su 6
    Non accenna a migliorare la situazione ambientale del Paese: i dati del governo mostrano che la presenza del PM 2,5 ha reso “pericoloso” respirare soprattutto nell’area di Pechino. Il ministro per la Protezione ambientale: “Servono leggi più severe contro chi inquina”.



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®