13/08/2010, 00.00
ISLAM - ALGERIA
Invia ad un amico

Cristiani e musulmani dall’Algeria in Italia sulle orme di sant’Agostino

Fra di loro vi sono musulmani convertiti e due catecumeni. Essi vogliono pregare perché la Chiesa accolga i musulmani che vogliono ricevere il battesimo. Una croce berbera a ricordo del pellegrinaggio a Milano (dove Agostino ha ricevuto il battesimo) e a Pavia (dove è la sua tomba). La novena di preparazione.
Roma (AsiaNews) – Un gruppo di cristiani e musulmani provenienti da Algeria, Marocco e Francia hanno programmato un pellegrinaggio sulle orme di sant’Agostino, loro conterraneo, che li porterà a Milano e a Pavia, dove riposano le spoglie del santo nordafricano di Ippona. Nel gruppo vi sono diversi musulmani convertiti al cristianesimo, alcuni da 40 anni, altri da poco più di un anno.
 
È la prima volta che dei cristiani dell’Africa del Nord organizzano un simile pellegrinaggio. Esso li porterà dal 26 al 28 agosto, a Milano, dove Agostino è stato battezzato da Ambrogio nel 387, fino a Pavia, nella basilica di san Pietro in Ciel d’Oro (v. foto), dove si conservano i suoi resti, in tempo per prendere parte alle celebrazioni locali, in occasione della festa del santo il 28 agosto.
 
Il gruppo desiderava da tempo compiere il pellegrinaggio e avrebbe voluto aggiungere anche una visita e un incontro col papa.  Fra i pellegrini, 17 sono di origine nordafricana, 14 sono dei convertiti dall’islam e due sono catecumeni. Vi è anche un futuro seminarista; altri 10 sono di origine francese, tutti accompagnati dal p. Alexis Doucet, s.j.
 
Per l’occasione è stata coniata una medaglia che riproduce una croce berbera, che verrà consegnata ai partecipanti alla fine del pellegrinaggio.
 
Fra le espresse intenzioni del pellegrinaggio vi è quella che “i musulmani che hanno udito la chiamata del Signore Gesù non siano impediti ad entrare nella Chiesa”. L’intenzione si riferisce ad alcuni episodi avvenuti in Francia e in Algeria, in cui diversi musulmani che volevano ricevere il battesimo, sono stati impediti da sacerdoti e vescovi, timorosi delle conseguenze e pieni di troppe cautele.
 
Il pellegrinaggio sarà preceduto da una novena di preghiera a Dio, con le parole di sant’Agostino, il cui testo è riportato sul sito http://www.notredamedekabylie.net/Accueil/Avisetannonces/tabid/66/Default.aspx .
 
Il pellegrinaggio è organizzato dall’associazione Notre-Dame de Kabylie, la Saint-Augustin di Nantes, il gruppo Myriam Baouardi et Charles de Foucauld di Albi/Toulouse.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Parla un musulmano convertito a Cristo
26/07/2012
Anche la Chiesa algerina ha diritto di fare missione (come i musulmani)
17/02/2010
East Java: musulmani bloccano la costruzione di una casa per bambini disabili
04/07/2009
Sinodo per il Medio Oriente: annunciare il Vangelo nei Paesi islamici
27/04/2010
Giornalista turco: La Svizzera ha agito male, ma in Turchia la Chiesa è libera?
03/12/2009