22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 16/06/2016, 14.48

    INDIA

    Direttore Caritas India: L’aiuto dei cattolici è “per voi e per tutti”

    Nirmala Carvalho

    P. Frederick D’Souza racconta gli interventi dell’associazione cattolica nei disastri ambientali e umani di tutto il mondo. Egli ha capito davvero il senso della frase ‘versato per voi e per tutti’ un giorno in cui i cristiani dell’Iraq venivano massacrati per la loro fede, mentre la Caritas consegnava le chiavi delle case donate ad alcuni musulmani colpiti da un’alluvione.

    Mumbai (AsiaNews) – “La Caritas cerca di intervenire in ogni situazione di disastro. Porta cibo, acqua, medicine, vestiti e altro materiale di soccorso. È a tutti gli effetti l’esperienza concreta di Cristo ‘versato per voi e per tutti’”. Lo dice ad AsiaNews p. Frederick D’Souza, direttore esecutivo di Caritas India, parlando dei numerosi interventi dell’associazione cattolica in eventi catastrofici come alluvioni, tsunami, cicloni e terremoti. I numeri sono enormi: negli ultimi dieci anni, si calcolano interventi in soccorso a quasi 205mila famiglie in India e nel resto dell’Asia, senza peraltro considerare le attuali operazioni per i terremotati del Nepal. Una risposta simile, tempestiva e puntuale, necessita di una macchina organizzativa ben strutturata. Ma questo non spaventa, afferma il sacerdote, perchè “noi siamo lì per tutti, come Gesù che ha versato il suo sangue per nutrire uomini, donne, bambini, anziani e malati di ogni etnia”.

    P. D’Souza racconta: “Quando avviene un disastro, viene sconvolta la vita delle persone. Le case crollano, alcune persone rimangono sepolte o trascinate via. I sopravvissuti versano spesso in condizioni traumatiche e impiegano anni prima di riprendere una vita normale”.

    I soccorsi della Caritas arrivano sempre a stretto giro dai disastri, come nel caso dell’alluvione che nel 2014 ha colpito il Jammu e Kashmir. L’organizzazione ha distribuito aiuti a 12mila famiglie ed ha ricostruito le case colpite dalle frane. Il sacerdote ricorda: “Mi trovavo in Kashmir per consegnare 150 prefabbricati alla popolazione colpita dalle devastanti piogge. In quei giorni è arrivata la notizia di un gruppo di cristiani che erano stati crocifissi in Iraq, e altri sepolti vivi. In quello stesso momento io stavo consegnando le chiavi delle case ad una comunità di musulmani. Quella circostanza è stata davvero dolorosa, perché da un luogo provenivano notizie di persecuzioni e morte, mentre noi stavamo aiutando i bisognosi”.

    È così che egli ha capito fino in fondo il significato della frase: “Questo è il corpo e il sangue di Cristo versato per voi e per tutti”. “Significa – dice – che Cristo si dona sia ai suoi seguaci che a chi non lo segue, anche a coloro che lo perseguitano”.

    L’esperienza in Kashmir è solo una delle tante occasioni in cui il direttore della Caritas ha potuto mettere in pratica il passaggio della celebrazione eucaristica. “Facciamo come Gesù – dichiara – di fronte al suo popolo assetato, affamato, scoraggiato, come una pecora senza un pastore. Perché nelle calamità le persone non subiscono solo traumi fisici, ma anche emotivi, psicologici, spirituali. Non serve solo il cibo e una tenda, ma anche una spalla su cui piangere. E Caritas India offre esattamente questo”.

    Oltre all’aiuto in situazioni di emergenza, p. D’Souza ricorda che il braccio sociale della Chiesa cattolica è impegnato anche nel tessuto sociale, perché “esistono anche tsunami invisibili, devastazioni silenziose. Si tratta delle varie forme di sfruttamento, disparità economica, potere, meccanizzazione, riduzione delle persone in schiavitù”. Attraverso oltre un milione di gruppi di auto-aiuto per donne, agricoltori, giovani, la Caritas prova a trasformare la società, “restituendo dignità alle persone cui viene negato tale diritto”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/11/2017 14:58:00 INDIA – THAILANDIA
    A Bangkok l’incontro di Caritas Asia

    I cattolici riflettono su risposte immediate in caso di emergenza. P. Frederick D’Souza è il direttore esecutivo di Caritas India. “Non dimenticare mai le esigenze di donne e ragazze colpite dai disastri”. L’aiuto ai Rohingya.



    27/05/2017 08:32:00 INDIA
    Caritas India: un network di organizzazioni religiose per intervenire nei disastri

    Il braccio sociale della Chiesa cattolica ha soccorso quasi un milione di persone. Ha competenze nell’ambito della riduzione del rischio di disastro e nel collegare il soccorso e la riabilitazione allo sviluppo. Il principio guida deve essere la “prontezza”, cioè il saper rispondere in maniera immediata e adeguata.

     



    04/08/2016 14:32:00 INDIA
    Caritas India, aiuto e soccorso agli alluvionati in Bihar e Assam

    Più di 150 morti e oltre 2 milioni di sfollati. Le piogge monsoniche cadranno ancora a lungo. La Caritas ha attivato subito le operazioni di emergenza, ma strade e ponti sono inondati e non si riesce a raggiungere i villaggi più remoti.



    14/07/2016 11:18:00 INDIA
    India, la Caritas in prima linea nel soccorso alle popolazioni colpite dalle alluvioni

    Piogge incessanti si sono abbattute negli Stati centrali di Uttarakhand, Madhya Pradesh e Assam. Negli ultimi giorni sono morte 24 persone e altre 170mila hanno dovuto lasciare le proprie case. Gli operatori del braccio sociale della Chiesa hanno allestito ospedali da campo e stanno distribuendo tende e kit di sopravvivenza a migliaia di famiglie.

     



    26/05/2016 15:41:00 SRI LANKA
    Alluvione in Sri Lanka: la Caritas distribuisce aiuti a sfollati e vittime

    Le piogge torrenziali hanno colpito 237mila persone, di cui circa 62mila costrette ad abbandonare le case. In tutto le vittime sono 102; gli sfollati vivono in 250 aree gestite dal governo. I vescovi hanno lanciato un appello alla solidarietà tra la popolazione. Le chiese hanno aperto le proprie strutture; cattolici e buddisti offrono i soldi raccolti per i propri compleanni e per la festa di Buddha.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®