Skin ADV
12 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 14/11/2006, 00.00

    VIETNAM – STATI UNITI

    Gli Usa tolgono il Vietnam dai Paesi "di speciale preoccupazione" nella libertà religiosa



    Secondo fonti di AsiaNews, tuttavia, la libertà religiosa è ancora in molti casi inesistenti o comunque condizionata dall'approvazione dei funzionari locali. Hanoi applaude, ma critica i parlamentari americani che non hanno riconfermato l'accordo economico bilaterale.

    Washington (AsiaNews) – Il Dipartimento di Stato americano ha annunciato ieri di aver cancellato il Vietnam dalla lista dei "Paesi di speciale preoccupazione"nel campo della libertà religiosa.

    Allo stesso tempo, però, il Parlamento Usa non ha confermato l'Accordo economico bilaterale che permette al Vietnam di far parte dell'Organizzazione mondiale del commercio.

    A commento della notizia, fonti di AsiaNews nel Paese parlano di un "miglioramento fittizio, una libertà religiosa in molti casi inesistente e comunque sempre condizionata all'approvazione dei funzionari locali".

    Secondo John Hanford, al vertice dell'Ufficio americano che si occupa di libertà religiosa, la decisone di togliere il Vietnam dalla lista "è una delle più importanti che l'Ufficio abbia mai preso, sicuramente l'annuncio più significativo che abbiamo fatto quest'anno". Per Hanford, questo è un modo "per riconoscere gli sforzi costanti compiuti dal governo per migliorare la sua situazione in materia religiosa.

    Fra i "riconfermati" nella lista vi sono Cina, Corea del Nord, Iran, Arabia Saudita e Myanmar, mentre fa il suo primo ingresso l'Uzbekistan, dove i musulmani "vengono considerati terroristi e perseguitati di conseguenza".

    Da parte sua, Hanoi "accoglie con gioia" la decisione di Washington. Il portavoce del ministero degli Esteri, Le Dung, dice oggi che "questa è la decisione giusta da prendere, una decisione che riflette in maniera accurata la realtà vietnamita ed il miglioramento delle relazioni bilaterali".

    Lo stesso Le Dung, però, ha accusato il Parlamento Usa di aver agito in maniera "deplorevole" con il rigetto dell'Accordo economico permanente fra le 2 nazioni.

    La decisione, presa ieri dai parlamentari della Camera bassa, implica una significativa riduzione del giro di affari vietnamita e mette a rischio la sua permanenza nell'Organizzazione mondiale del commercio, conquistata la scorsa settimana.

    A nome del governo, dunque, Le Dung ha "espresso la speranza che il Congresso approvi un nuovo accordo nel più breve tempo possibile, per promuovere le relazioni economiche fra noi ed aiutare l'economia asiatica".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/05/2006 VIETNAM - STATI UNITI
    Il Vietnam negozia con gli Stati Uniti il suo ingresso nell'Omc

    Washington chiede un maggior adeguamento delle leggi vietnamite a quelle dell'Omc. C'è la volontà di consentire l'adesione entro il 2006.



    16/05/2006 VIETNAM - STATI UNITI
    Gli Stati Uniti d'accordo per il rapido ingresso del Vietnam nell'Omc

    Entro giugno atteso un accordo commerciale. Atteso l'ingresso entro il 2006. Ma il Paese dovrà impegnarsi a combattere la burocrazia e la diffusa corruzione. Il problema del rispetto dei diritti umani.



    24/06/2005 VIETNAM-USA
    Il premier vietnamita a Wall Street, cuore del capitalismo
    Phan Van Khai ha visitato ieri la sede di New York della Borsa. La visita è stata duramente contestata dalla comunità vietnamita americana.  

    12/05/2006 VIETNAM
    Un altro cristiano è morto per maltrattamenti nelle carceri vietnamite

    E' un montagnard di 62 anni. Almeno 350 montagnard sono oggi detenuti e maltrattati. Il Governo reprime con minacce e carcere ogni richiesta di maggiore libertà e pluralismo politico e sindacale.



    31/10/2005 vietnam - cina
    Iniziata la visita di Hu Jintao in Vietnam

    In agenda incontri con la leadership e con il Parlamento di Hanoi. Gli obiettivi del viaggio sono rafforzare la partnership economica e contrastare la presenza americana nell'area.





    In evidenza

    RUSSIA - VATICANO
    Sergei Chapnin: La Chiesa russo-ortodossa nel 2016. L’incomprensione e la sfiducia del popolo. Terza parte

    Sergei Chapnin

    L’attento analista russo mostra alcune contraddizioni in cui vive il Patriarcato, incapace a suo dire di comprendere la situazione dei poveri e della società russa. Un altro problema: la tradizionale “sinodalità” ha lasciato il posto a una gestione verticistica.


    RUSSIA-VATICANO
    Francesco e Kirill, una Santa Alleanza per il futuro dei cristiani e del mondo

    Vladimir Rozanskij

    L’incontro fra il papa e il patriarca di Mosca era desiderato da Kirill da molto tempo. Atteso ai tempi di Giovanni Paolo II; sperato ai tempi di Benedetto XVI, si compie ora. Cattolici e ortodossi di fronte alle stesse sfide della persecuzione e del relativismo. Il freno del nazionalismo ortodosso, sostenuto da Putin. La crisi in Medio oriente e il rischio di isolamento della Russia spingono alla collaborazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®