19/11/2020, 08.16
VIETNAM
Invia ad un amico

Ho Chi Minh City: cure gratuite per poveri e disabili

Circa 2mila persone – fra cui 500 disabili – hanno ricevuto esami medici (visivi, dentari, cardiaci, delle articolazioni, neurologici e gastrici) e una colazione. Per celebrare la Giornata mondiale dei poveri. L’opera di p. Antonio Nguyen Ngog Son.

Ho Chi Minh City (AsiaNews/EdA) – Almeno 2mila persone, poveri e disabili, hanno ricevuto cure gratuite, esami medici e una colazione lo scorso 15 novembre. Il gesto è stato organizzato da cattolici e volontari dell’arcidiocesi di Ho Chi Minh City, per celebrare la Giornata mondiale dei poveri, voluta da papa Francesco, che quest’anno è alla sua quarta edizione.

In una scuola della città, sono giunte per tutta la giornata varie persone e in particolare 500 disabili, provenienti da 22 centri di accoglienza cattolici o buddisti.

P. Antonio Nguyen Ngog Son, è vicepresidente di un’associazione che si occupa di disabili e orfani. E spiega: “Abbiamo voluto offrire cure gratuite a queste persone più precarie come un gesto di carità, per segnare la Giornata mondiale dei poveri”. L’associazione si occupa anche di questioni sanitarie e sociali. Il p. Son spiega che le persone venute hanno potuto sottoporsi a esami visivi, dentari, cardiaci, delle articolazioni, neurologici e gastrici. Il trattamento di ogni paziente è costato circa 350mila dong (12,77 euro), ma tutti sono stati visitati gratis anche perché – come spiega p. Son – nessuno di questi pazienti avrebbe la possibilità di pagare.

 “Sono davvero riconoscente a p. Son e ai suoi medici, che mi hanno permesso di ricevere cure gratuite”, dice Anne Nguyen Huong Tho, una cattolica di Ban Co. La donna soffre di ipertensione arteriosa e di varici, ma non ha alcuna possibilità di farsi visitare da un medico. Il suo lavoro le fa guadagnare solo 3 milioni di dong al mese (circa 109 euro).

Il p. Son è stato direttore di Caritas Vietnam. Egli spiega che a Ho Chi Minh City, la metropoli più grande del Paese, vi sono almeno 167mila disabili fisici e 13mila orfani che necessitano del sostegno della comunità locale. Il sacerdote cerca di diffondere questo stile delle visite mediche gratuite anche in altre regioni del Paese. Il mese scorso ha organizzato una giornata nella provincia di An Giang, offrendo a circa 1000 abitanti esami medici, vestiti, riso, spaghetti istantanei e strumenti scolastici. Il mese prossimo spera di organizzare qualcosa di simile nella provincia di Ben Tre.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Vescovi vietnamiti: un concerto per aiutare le vittime dei tifoni
21/11/2020 08:00
Saigon, l’impegno della Chiesa per famiglie e migranti
30/08/2018 14:56
Seminaristi di Saigon: tra gli ultimi, ispirati dall’Evangelii Gaudium
28/07/2018 12:33
Cattolici vietnamiti a Philadelphia: Vedere papa Francesco ha rafforzato la nostra fede
30/09/2015
Nuovo anno lunare in Vietnam: la Chiesa assiste vecchi, poveri e bambini
26/01/2011